In mtb sulle alture genovesi
Itinerario 61
Dal Forte Fratello Maggiore a Teglia

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 3/2010 connessione
Punto di partenza: forte Fratello Maggiore
Come arrivare: Il forte è raggiunto dall'itinerario 7.
Itinerario.
Dal largo piazzale della sommità scendiamo seguendo la strada di salita. Alla sella proseguiamo diritti e raggiungiamo il Fratello Minore.
Costeggiamo a sinistra le mura e raggiungiamo lo spigolo sud ovest (km 0,4).
A sinistra scende un sentiero che diviene subito ripido e dissestato. Perdiamo quota con difficoltà poi la pendenza diminuisce ed il sentiero diviene prima pianeggiante, poi in salita lieve.
Superiamo un dosso e scendiamo ancora su sentiero ripido ma non difficile raggiungendo un sentiero più ampio (km 1,2) dove passa il segnavia FIE r16.
Voltiamo a destra e seguiamo, in comune con l´itinerario 31, il sentiero che scende piuttosto stretto, con qualche pietra.
Perdiamo quota con qualche tornante e moderata pendenza. Dopo l'ultimo tornante la pendenza aumenta decisamente ed il sentiero è sassoso ed eroso.
Al termine di questo tratto difficile proseguiamo trascurando qualche traccia laterale e restiamo sul segnavia e sul sentiero principale che termina su una stradina asfaltata (Crocetta; km 2,3).
Lasciamo a sinistra l'itinerario 31 e a destra l'itinerario 34 ed imbocchiamo la strada privata di fronte a noi.
La strada diventa sterrata, sempre ampia e con fondo eccellente e percorre il crinale in direzione di alcune case. Giungiamo ad un bivio (km 2,9) dove lasciamo la strada che qui si divide e prendiamo a destra un sentiero (segni rossi sugli alberi) che entra nel bosco.
Scendiamo su un sentiero largo e non difficile ma disturbato dalla strato di foglie. Dopo un paio di curvoni il sentiero obliqua a sinistra e termina (km 3,4) sulla mulattiera acciottolata che proviene da Begato e sulla quale corre il segnavia FIE r3 che seguiremo fino alla fine.
Svoltiamo a destra e scendiamo sulla bella mulattiera.
Raggiungiamo una stradina (km 3,6) che seguiamo a sinistra, su asfalto fino a che termina sulla via principale (km 3,8).
Svoltiamo a destra e seguiamo la strada fino all'incrocio che attraversiamo per raggiungere la chiesa di San Giovanni Battista (km 4).
A fianco della chiesa inizia Via alla Costa di Teglia e la prendiamo. Dopo pochi metri la strada diventa una crosa col fondo in parte erboso.
la seguiamo tranquillamente fino a raggiungere una casa ed un incrocio (km 4,4). Prendiamo a destra la crosa in discesa, all'inizio asfaltata.
La discesa si svolge su bassi scalini che non pongono alcuna difficoltà. Dopo circa 200 metri entriamo in una stradina sterrata che seguiamo a destra.
Tralasciamo una strada a destra ed abbandoniamo la strada (km 4,8; bivio poco visibile) quando a destra vediamo la vecchia crosa che inizia con qualche scalino.
La strada diviene una mattonata che ci porta a valicare l'autostrada (km 5) e scende velocemente alle case della città (km 5,2; Teglia).
Svoltiamo a sinistra e seguiamo la SP35 che ci porta a Rivarolo (km 6,4).
Dislivello: -640 m.
Ciclabilità: 97%
Asfalto: 28%
Osservazioni: consigliabile solo in discesa.


 mappa  gps

Descent from the Older Brother Fortress to Teglia

Updating:
3/2010 From the wide square of the summit we go down following the road of ascent. To the saddle we continue straight and we reach the Smaller Brother.
We skirt to the left the boundaries and we reach the south west edge (km 0,4).
To the left a path that immediately becomes steep and ruined goes down. We lose altitude with difficulty, then the inclination it decreases and the path becomes first level, then in light ascent.
We overcome a back and we go down on steep but not difficult path reaching an ampler path (km 1,2) where it passes the trail sign FIE r16.
We turn to the right and we follow, in common with the itinerary 31, the path that goes down narrow, with some stone.
We lose altitude with some hairpin bends and moderate inclination. After the last hairpin bend the inclination decidedly increases and the path is stony and corroded.
At the end of this difficult tract we continue neglecting some side trace and we stay on the trail sign and on the principal path that finishes on an asphalted narrow road (Crocetta; km 2,3).
We leave to the left the itinerary 31 and to the right the itinerary 34 and we take the private road in front of us.
The road becomes unmetalled, always ample and with excellent bottom and it crosses the ridge in direction of some houses. We come to a fork (km 2,9) where we leave the road that here divides its and we takes to the right a path (red signs on the trees) that it enters the wood.
We go down on a wide and not difficult path but disturbed by the layer of leaves. After a pair of curves the path obliques to the left and finishes (km 3,4) on the clattered mule-track that it arrives from Begato and on which races the trail sign FIE r3 that we will follow up to the end.
We turn to the right and we go down on the beautiful mule-track.
We reach a narrow road (km 3,6) that we follow to the left, on asphalt, up to that it finishes on the principal street (km 3,8).
We turn to the right and we follow the road as far as the crossroad that we cross to reach the church of St. Giovanni Battista (km 4).
Beside the church it begins Via to the Costa of Teglia and we take it. After few meters the road becomes a "crosa" with the bottom partly grassy.
We quietly follow it up to reach a house and an intersection (km 4,4). We turn to the right on the "crosa" in descent, to the asphalted beginning.
The descent develops on low stairs that don't set any difficulty. Later around 200 meters we enter an unmetalled narrow road that we follow to the right.
We skip to the right a road and we give up the road (km 4,8; a little visible fork) when to the right we see the old "crosa" that begins with some stair.
The road becomes one paved that brings us to cross the highway (km 5) and it quickly goes down to the houses of the city (km 5,2; Teglia).
We turn to the left and we follow the SP35 that brings us to Rivarolo (km 6,4).
Gradient: -640 ms.
Cycle: 97%
Asphalt: 28%
Observations: advisable only in descent.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.