In mtb sulle alture genovesi
Itinerario 44
Discesa dal Monte Penello a Camposilvano

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 3/2010 connessione
Punto di partenza: monte Penello
Come arrivare: La vetta (presso cui sorge il bivacco Bellani) è raggiunta dall'itinerario 1.
Itinerario.
Dal monte Penello scendiamo seguendo la strada di salita (o il sentiero che taglia i tornanti) e raggiungiamo il Colle Gandolfi (km 0,6).
Proseguiamo seguendo la strada in direzione di Praglia. Con qualche saliscendi attraversiamo l'altopiano fino al Colle Proratado (km 3,5) dove lasciamo a sinistra la strada per Praglia e svoltiamo a destra.
Seguiamo la strada che taglia il versante del monte Proratado (in comune con l'itinerario 5 di Praglia) e raggiungiamo l'incrocio dove una volta la strada terminava (Colle del Garsello; km 4,1).
Lasciamo a sinistra la strada che scende a Lencisa e svoltiamo a destra prendendo un sentiero nell'erba (segnavia FIE r19 che seguiremo fino alla fine).
Il sentiero corre sul crinale seguendo il percorso dell'ossigenodotto. Lasciamo a destra la Rocca del Garsello, storica palestra di arrampicata, e scendiamo senza difficoltà.
Il sentiero segue il crinale, o se ne discosta poco, fino a quando scende a sinistra (km 5,1).
Con un paio di tornanti entriamo sul tracciato dell'antica mulattiera, incassata nel bosco, coperta di foglie. Il percorso non è difficile ma sassi e rametti nascosti sono insidiosi.
Attraversiamo l'ossigenodotto (km 6) e scendiamo sul versante opposto. La discesa ora è ripida e lo strato di foglie costituisce una seria difficoltà. Ogni tanto possiamo percorrere la sponda destra, più ripida ma pulite.
Con qualche tornante raggiungiamo una zona di sorgenti dove andiamo a sinistra per arrivare ai ruderi delle case Buracin (km 6,6).
Scendiamo ad un bivio (km 6,8) dove andiamo a sinistra, usciamo in un prato e raggiungiamo una cascina (km 7,1).
La mulattiera scende ripida, lasciando a destra le case, e termina sulla strada asfaltata dell'appartata Valle del Grillo (km 7,4).
Seguiamo l'asfalto che scende a sinistra e ci porta a Camposilvano (km 8,3).
Dislivello: -680 m.
Ciclabilità: 96%
Asfalto: 10%
Osservazioni: itinerario immeritatamente poco frequentato, anche dagli escursionisti. Se non fosse sporco costituirebbe la migliore discesa verso la Val Varenna. L'ho descritto a partire dal Pennello ma forse sarebbe più logico come discesa da Praglia.


 mappa  gps  foto

Descent from Monte Penello to Camposilvano

Updating:
3/2010
Start point: Penello mountain
How to arrive: The summit (at which stands the Bellani bivouac) is is reached by the itinerary 1.
Itinerary.
From the Penello mountain we go down following the road of ascent (or the path that cuts the hairpin bends) and we reach the Gandolfi Pass (km 0,6).
We continue following the road in direction of Praglia. With some ups and downs we cross the highland up to the Proratado Pass (km 3,5) where we leave to the left the road for Praglia and we turn to the right.
We follow the road that cuts the slope of the Proratado mountain (in common with the itinerary 5 of Praglia) and we reach the intersection where once the road finished (Garsello Pass; km 4,1).
We leave to the left the road that goes down to Lencisa and we turns to the right taking a path in the grass (trail sign FIE r19 that we will follow up to the end).
The path races on the ridge following the run of the oxygen pipeline. We leave to the right the Garsello Rock, historical climbing wall, and we go down without difficulty.
The path follows the ridge, or if of it far few, up to when it goes down to the left (km 5,1).
With a pair of hairpin bend we enter on the run of the ancient mule-track, embanked in the wood, covered with leaves. The run is not difficult but stones and hidden sprigs are insidious.
We cross the oxygen pipeline (km 6) and go down on the opposite slope. The descent is steep now and the layer of leaves constitutes a serious difficulty. We can sometimes cross the banks, steep but clean.
With some hairpin bends we reach a zone of sources where we go to the left for reaching the ruins of the houses Buracin (km 6,6).
We go down to a fork (km 6,8) where we go to the left, we go out in a lawn and we reach a farmhouse (km 7,1).
The mule-track goes down steep, leaving to the right the houses, and it finishes on the asphalted road of the apart Valley of the Cricket (km 7,4).
We follow the asphalt that goes down to the left and it brings us to Camposilvano (km 8,3).
Gradient: -680 ms.
Cycle: 96%
Asphalt: 10%
Observations: itinerary undeservedly a little frequented, also from the excursionists. If it weren't dirty it would constitute the best descent toward the Val Varenna. I have described its from the Penello but perhaps it would be more logical as come down from Praglia.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.