In mtb sulle alture genovesi
Itinerario 32
Discesa dal Forte Ratti a Struppa

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 12/2013 connessione
Punto di partenza: monte Ratti
Come arrivare: Il grande forte e la vetta sono raggiunti dall'itinerario 21 e dall'itinerario 86.
Itinerario.
Dalla vetta del Monte Ratti scendiamo raggiungendo il forte e, uscendo dal portone principale, iniziamo a scendere sulla larga strada di accesso.
Dopo qualche decina di metri abbandoniamo la strada e svoltiamo a sinistra prendendo un poco visibile sentiero (km 0,4).
Lo stretto sentiero scende, con tratti ripidi, a raggiungere una netta sella (km 0,7). Svoltiamo a sinistra e scendiamo seguendo il segnavia FIE r9.
Il sentiero scende nel bosco e presenta qualche difficile passaggio.
Arriviamo ad una sella con un traliccio dell'alta tensione (km 1). Il sentiero prosegue a sinistra. Inizialmente pianeggiante comincia poi a salire e presenta qualche tratto non ciclabile. Attraversiamo il versante settentrionale del monte Ratti ed usciamo sul crinale occidentale (km 1,4) che seguiamo in discesa per circa 200 metri.
Svoltiamo a destra lasciando il crinale ed il segnavia r9 per entrare in un evidente sentiero pianeggiante dove corre il segnavia b33.
Il sentiero scende nel bosco e presenta un solo passaggio scabroso.
Quando incontriamo la linea ad alta tensione (km 2,1) percorriamo ancora cinquanta metri e lasciamo questo bel sentiero (che prosegue per il maneggio di Bavari) svoltando a sinistra, molte indicazioni MTB.
La discesa è ripida ma ciclabile, attrezzata con qualche salto. Dopo il tratto in discesa il sentiero va nettamente a sinistra e raggiunge una zona pianeggiante nel bosco.
Qui incontriamo un incrocio poco evidente (km 2,6) dove svoltiamo a destra seguendo il tracciato meglio visibile.
Sul largo sentiero incontriamo alcuni bivi. Al primo teniamo la destra e teniamo la destra anche al secondo e più importante (km 2,9).
Percorriamo un piccolo crinale e scendiamo poi nell'umido avvallamento a destra.
La traccia si destreggia nel bosco e termina sulla strada asfaltata (km 3,1; via Montelungo) che seguiamo a destra.
Dopo meno di 200 metri svoltiamo a sinistra in Salita Serino.
Scendiamo su una stradina mattonata che ci porta ad attraversare il paese. All'unico bivio seguiamo la strada di destra e raggiungiamo la chiesetta alla fine dell'abitato (km 3,8).
La mulattiera scende con ampi scalini e pendenze variabili e termina sull´asfalto in località Rosata (km 4,5).
Andiamo a destra e seguiamo le strade secondarie che ci portano al ponte sul Bisagno e a Struppa (km 5,6).
Dislivello: -520 m.
Ciclabilità: 98%
Asfalto: 22%
Osservazioni:


 mappa  gps  foto  foto  foto

Descent from the Fortress Ratti to Struppa

Updating:
12/2013
Start point: Ratti mountain
How to arrive: The great fortress and the summit are reached by the itinerary 21 and by the itinerary 86.
Itinerary.
From the peak of the Ratti Mountain we go down reaching the fortress and, going out of the front door, we begin to go down on the wide road of access.
After some about ten meters we abandon the road and we turn to the left taking a few visible path (km 0,5).
The narrow path goes down, with steep tracts, to reach a clean saddle (km 0,8). From right climbs the itinerary 21. We turn to the left and we go down following the trail sign FIE r9.
The path goes down in the wood and presents some difficult passage. We arrive to a saddle with a pylon of the high voltage (km 1). The path continues to the left. Initially flat it starts then to climb and presents some non cycle parts. We cross the northern side of the mountain and we go out on the western ridge (km 1,4) that we follow in descent for around 200 meters.
We turn to the right leaving the ridge and the trail sign to enter an evident level path where it races the trail sign b33.
The path goes down in the wood and presents only a scabrous passage.
When we meet the high voltage line (km 2,1) we yer walk fifty meters then leave this beautiful path (that it continues for the manège of Bavari) and we turn to the left, always on the trail sign. Attention because the fork is a little evident.
The descent is steep but cycle. After the stretch in descent the path goes to the left clearly and reaches a level zone in the wood.
Here we meet an intersection (km 2,6). The main path continues straight on, a non cycle path climbs to the left and we turn to the right always following our most evident path.
The path becomes more evident but we meet some fork. At the first we go to the left and go to the left at the next fork.
The descent is rather steep but not presents other uncertainties. We go out on the tarmac (km 3,1) that we follow to the right.
After less than 200 meters we turn to the left in Salita Serino.
We go down on a narrow paved road that leads us to cross the country. At the only fork we follow the road of right and we reach the little church at the end of the inhabited area (km 3,7).
The mule-track it goes down with ample stairs and varying inclinations and it finishes on the asphalt at Rosata (km 4,5).
We go to the left and we cross the new road in left bank of the Bisagno to reach Struppa on the other shore (km 5,6).
Gradient: -520 ms.
Cycle: 98%
Tarmac: 12%
Observations: only descent.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.