In mtb sulle alture genovesi
Itinerario 25
Discesa da N. S. della Vittoria a Pontedecimo

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 2/2008 connessione
Partenza: Santuario della Vittoria
Come arrivare: Il Santuario (ristorante) è raggiunto dall'itinerario 48, dall'itinerario 14, dall'itinerario 35.
Itinerario.
Dal sacrato del Santuario attraversiamo la strada e scendiamo sulla larga crosa diretta verso le case.
Al fondo della discesa svoltiamo a destra (km 0,1; segnavia FIE r54).
La mulattiera diventa un sentiero e raggiunge una strada sterrata che seguiamo a sinistra (itinerario 14 al contrario; km 0,2).
Superiamo un quadrivio andando diritti in piano. Un tratto con qualche saliscendi ci porta ad un incrocio (km 1) dove abbandoniamo la stradina per scendere a destra seguendo il segnavia.
In ripida discesa arriviamo ad una zona a volte disturbata dalla vegetazione che ingombra il sentiero (se fosse impercorribile è possibile tentare di passare più a sinistra oltre la recinzione, il sentiero più a destra deve invece essere evitato perché porta ad una casa).
Superati questi 150 metri usciamo su una stradina che sale. Dopo la breve salita percorriamo un tratto pianeggiante e poi una ripida discesa che termina su una strada (km 1,9) sterrata.
Andiamo a sinistra per due metri e svoltiamo a destra, prima della casa.
La discesa è piuttosto ripida, su una stradina forestale. Dopo un paio di tornanti costeggiamo un prato e raggiungiamo un incrocio (km 2,1) dove svoltiamo a sinistra in una sterrata in salita. Ad un quadrivio andiamo diritti e scendiamo velocemente ad una strada asfaltata (km 2,4).
Scendiamo a destra e raggiungiamo la strada provinciale (km 2,6) che seguiamo a destra. Superiamo la trattoria della Campora e saliamo a Serra (km 3,2).
Dalla piazza della chiesa prendiamo la stradina a destra della trattoria proseguendo nel vicolo e, dopo 200 metri, usciamo sulla strada e saliamo a destra fino al valico. Qui svoltiamo a sinistra in via Croce di Vie (km 3,4).
La stradina, parzialmente asfaltata, scende e poi sale ad alcune case. Proseguiamo quasi in piano fino ad incrociare il metanodotto (km 4,2).
Scendiamo verso alcune villette in costruzione e, dopo pochi metri, lasciamo la strada ed andiamo a destra per costeggiare la recinzione. Nel bosco la traccia diventa mulattiera che scende veloce ad alcune case (km 4,6) dove si allarga a strada asfaltata che continua a scendere ripida fino a confluire su una strada ampia (km 4,8).
Svoltiamo a sinistra ed andiamo in leggera salita fino ad un valico. Proseguiamo in discesa arrivando sulla provinciale (km 5,3) che seguiamo a destra raggiungendo uno slargo con una visibile cappella (km 5,4; località Croce di Vie).
A fianco della cappella sale una larga sterrata. Saliamo e lasciamo a sinistra il metanodotto andando a destra nella strada forestale.
Con bel percorso tagliamo il versante del monte e saliamo ripidamente sul crinale (km 5,8).
Seguiamo il sentiero che scende di fronte a noi con percorso piacevole.
Arriviamo su una stradina asfaltata (km 6,7) che seguiamo per un centinaio di metri. Quando questa svolta a sinistra proseguiamo sulla destra. La bella mulattiera scende alle case di Chiesa di Favareto (km 7,2) ed alla strada.
Seguiamo la strada verso destra per un centinaio di metri. Qui svoltiamo a destra nella stradina per Prelo.
La strada scende ripida nel bosco e si congiunge con la strada che sale a S. Cipriano (km 8,1).
Svoltiamo a destra per 20 metri e lasciamo l'asfalto per prendere una larga mulattiera a sinistra.
Ora seguiamo la mulattiera che scende su ottimo fondo e qualche tratto a larghi scalini arrivando all'altezza dei binari ferroviari. Qui la crosa prosegue in piano, poi sale leggermente ed arriva ad incrociare l'ampia crosa Salita di S. Cipriano. Giù a destra ed usciamo a PonteX (km 9,1).
Dislivello: -650 m.
Ciclabilità: quasi 100%
Asfalto: 32%
Osservazioni:


 mappa  gps  foto

Descent from N. S. of the Victoria to Pontedecimo

Updating:
2/2008
Start point: Victory Sanctuary
How to arrive: The Sanctuary (restaurant) is reached by the itinerary 48, by the itinerary 14, by the itinerary 35.
Itinerary.
From the church square of the Sanctuary we cross the road and we go down on the wide crosa directed to the houses.
At the bottom of the descent we turn to the right (km 0,1; trail sign FIE r54).
The mule-track it goes down and it reaches a road dirt that we follow to the left (itinerary 14 contrarily).
We overcome a crossroads going straigth in plain. A tract with some ups and downs it brings us to an intersection (km 1) where we leave the narrow road to go down to the right following the trail sign.
In steep descent we arrive to a zone at times disturbed by the vegetation that it encumbers the path (if it were impassable it is possible to try to pass to the left over the enclosure, instead the path to the right owes to be avoided because leads to a house).
Get over these 150 meters we go out on a narrow road that climbs. After the brief ascent we cross a level stretch and then a steep descent that finishes on a dirt road (km 1,9).
We go to the left for two meters and we turn therefore to the right, before the house.
The descent is rather steep. After a pair of hairpin bends we skirt a lawn and we reach an intersection where we turn to the left in ascent. Shortly after the road goes down and meets the asphalt (km 2,4).
We go down to the right and we quickly reach the provincial road that we follow to the right. We pass the Inn of Campora to climb to Serra (km 3,2).
From the square of the church we continue in the alley to the right of the restaurant. Returned on the road we climb to the right up to the pass. We turn to the left on the street Croci di Vie (km 3,4).
The narrow road, partially asphalted, it goes down and then salt to some houses. We almost continue in plain thin to cross the metanodotto (km 4,2).
We go down toward some cottages in construction and, after few meters, we leave the road and we go to the right for skirting the enclosure. In the wood the trace becomes mule-track that it goes down fast to some houses and then it arrives on an ample road (km 4,8).
We turn to the left and we go in light ascent to a pass. We continue in descent arriving on the provincial road that we follow to the right reaching a wide stretch with a visible chapel (km 5,4; place Croce di Vie).
Beside the chapel climbs a wide dirt road. We follow it and we go to the right on the forest road.
With beautiful run we cut the side of the mountain, then climb the ridge (km 5,8).
We follow the path that goes down in front of us and we arrive on a narrow tarmac road (km 6,7) that we follow for hundred meters. When this turn to the left we continue on the right. The beautiful mule-track it goes down to the houses of Church of Favareto (km 7,2) and then to the road.
After hundred meters we find to the right a descriptive poster FIE near a narrow road.
We turn to the right here. The road goes down steep in the wood and joins with the road that climbs to S.Cipriano.
In this point (km 8,1) we turn to the right for 20 meters and then we leave the road to take a mule-track to the left.
We now follow the mule-track that it goes down on good bottom and some stretches with wide stairs reaching the height of the railway platforms. Here the crosa continues in plain, then climbs slightly and it arrives to cross the ample crosa Salita S.Cipriano. Down to the right and we go out to PonteX (km 9,1).
Gradient: -650 ms.
Cycle: 99%
Tarmac: 32%
Observations:

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.