In mtb sulle alture genovesi
Itinerario 22
Discesa da monte Ratti a Genova

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 2/2009 connessione
Partenza: monte Ratti
Come arrivare: Il grande forte e la vetta sono raggiunti dall'itinerario 21 e dall'itinerario 86.
Itinerario.
Dalla vetta scendiamo al portone ed usciamo dal Forte. Proseguiamo diritti in discesa sull'evidente mulattiera, inizialmente molto buona poi dissestata.
Ad un tornante (km 0,9) trascuriamo il sentiero a destra e seguiamo la mulattiera che, poco dopo, si perde. Scendiamo seguendo le evidenti tracce sul crinale. La ripida discesa termina sul sentiero dove passa l´itinerario 21 (km 1,6).
Svoltiamo a sinistra e proseguiamo in leggera salita fino a raggiungere la recinzione del piazzale di una cava. Costeggiamo la recinzione allontanandocene per evitare una ripida rampa.
Raggiungiamo la partenza della teleferica ed altri edifici sul piazzale (km 2,4). Andiamo diritti costeggiando la recinzione, trascuriamo una strada a destra e restiamo vicini alla recinzione fino al suo termine nei pressi di alcuni edifici in rovina.
Attraversiamo una sbarra (km 2,8) e seguiamo la larga strada pianeggiante.
La strada inizia a scendere. Al primo bivio non saliamo per il forte Richelieu e continuiamo la discesa.
Teniamo la destra al bivio segunete (km 3,6) e seguiamo la strada che diventa cementata e porta velocemente a Camaldoli (km 4,1).
Scendiamo seguendo la strada asfaltata fino ad un ampio piazzale con capolinea di autobus (Pianderlino; km 5,5). Qui svoltiamo a destra, attraversiamo il piazzale ed imbocchiamo, ancora a destra via Polvara in discesa.
Quando la stradina termina (km 5,8) inizia una ripida scalinata che scende tra le case. Dopo la prima rampa la stradina diventa una classica crosa mattonata che possiamo seguire senza difficoltà.
Un´ultima scala ci porta su una strada (km 6,5) che seguita a sinistra ci porta in via Ferregiano. Svoltiamo a sinistra ed arriviamo all´incrocio con via Centurione Bracelli (km 7,3).
Dislivello: -560 m.
Ciclabilità: 99%
Asfalto: 31%
Osservazioni:
Variante 22.1.
Alla piazza di Pianderlino (km 5,5) non imbocchiamo via Polvara ma via Pianderlino, la strada più a sinistra della precedente.
Dopo un inizio pianeggiante la strada sale fino a scavalcare un dosso (km 0,5) e prosegue in discesa diventando una bella crosa mattonata.
Arriviamo al bivio (km 1,1) per il vicinissimo Santuario Madonna del Monte e proseguiamo sulla mattonata che scende a un quadrivio (km 1,8) di strade asfaltata.
Proseguiamo diritto e imbocchiamo un'altra mattonata, larghissima, che scende costeggiando le mura di Villa Imperiale.
Al primo ingresso (km 2) lasciamo la crosa ed entriamo nel parco della Villa.
Scendiamo su scale che ci portano a superare l'edificio principale (attenzione a cani e pedoni!) e poi sui viali fino all'uscita dal parco (km 2,5).


mappa  gps  foto  foto

Descent from Ratti mountain to Genoa

Updating:
2/2009
Start point: Ratti mountain
How to arrive: The great fortress and the summit are reached by the itinerary 21 and by the itinerary 86.
Itinerary.
From the peak we return to the front door and we go out of the Fortress. We continue straight on in descent on the evident mule-track, initially very good then rough.
After two hairpin bends the mule-track it loses and we go down on the ridge following the evident traces. The steep descent finishes on the ridge where it passes the itinerary 21 (km 1,5).
We turn to the left and climb to the quarry. Reached the first building we continue straight on and we arrive to other buildings. On the right a brief passage overcomes the barrier and we arrives to a little chapel (km 2,5).
We follow the only road that after few it becomes cemented. At the next two intersections we keep the right and we quickly go down to Camaldoli (km 3,7).
We go down following the tarmac road to a square with terminal bus. We turn to the right here and we take street Polvara (km 5,4). The narrow road finishes with a steep stairway that we go down. After the first ramp the narrow road becomes a classical paved crosa that we can follow without difficulty.
A last staircase leads on a road (km 6,3) that follows to the left leads on street Ferregiano. We turn to the left and we reach the intersection with street Centurione Bracelli (km 7).
Gradient: 550 ms.
Cycle: 99%
Observations:
Varying 22.1.
At the square of Pianderlino (km 5,5) we don't take street Polvara but street Pianderlino, the road to the left of the preceding one.
After a flat beginning the road goes up to climb over a back (km 0,5) and it continues in descent a beautiful paved "crosa" becoming.
We reach the fork (km 1,1) for the near Santuario Madonna of the Mountain and we continue on paves that it goes down to a crossroads (km 1,8) of asphalted roads.
We continue straight and take another paved, wide, that goes down skirting along the boundaries of Imperial Villa.
To the first entry (km 2) we leave the "crosa" and we enter the park of the Villa.
We go down on staircases that bring us to overcome the main building (attention to dogs and pedestrians!) and then on the avenues up to the exit from the park (km 2,5).

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.