In mtb sulle alture genovesi
Itinerario 19
Traversata da Palmaro a Pegli, via Lische Alte

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 3/2008 connessione
Partenza: Genova Palmaro
Come arrivare:
Itinerario.
Partiamo dal semaforo posto sull'Aurelia all´incrocio con via Taggia. Svoltiamo ed andiamo in salita, poi in discesa a sinistra raggiungendo la sponda del torrente Branega.
Sempre seguendo la strada asfaltata risaliamo lungo il torrente. Al termine di una salita incontriamo un bivio (km 2,7) dove andiamo a sinistra scendendo ad un ponte. Attraversato il ponte la strada supera un tratto scavato nella roccia foto, poi inizia una durissima salita, per fortuna asfaltata. Dopo 500 metri micidiali la pendenza diminuisce ed arriviamo al valico di Case Colla (o Colla di Prà; km 4,2) foto.
Incontriamo l'itinerario 3 che seguiamo. Saliamo quindi sulla sterrata a destra. Al bivio (km 4,5) trascuriamo il sentiero delle Lische Basse e continuiamo a salire.
La salita non è ripida ma il fondo è dissestato foto e costringe a tratti a piedi. Lasciamo a sinistra il sentiero per la Baiarda (km 5,3) e proseguiamo in leggera salita fino ad un altro incrocio (km 5,9). Da sinistra scende il percorso di discesa del metanodotto dal monte Penello, noi prendiamo il sentiero a destra (indicazioni, segnavia FIE r28) foto.
Procediamo in leggera salita foto foto foto, poi scendiamo ad un guado e risaliamo dalla parte opposta. Un'altra discesa ci porta a superare due guadi consecutivi foto, poi andiamo in costante leggera salita ed arriviamo ad un confuso incrocio di sentieri (km 7,6) presso un traliccio ENEL.
La prosecuzione è difficile, pertanto qui potete decidere di scendere a destra raggiungendo l´itinerario 3 e Fagaggia, raccordo 19.1.
Noi svoltiamo a sinistra e saliamo il dissestato sentiero per una ventina di metri. Lasciamo il sentiero che sale al Penello e svoltiamo a destra prendendo il sentierino (segnalato saltuariamente con segni e frecce gialle) che attraversa i prati a destra.
E' un percorso praticamente non ciclabile che ci porta ad un appostamento di caccia su una spalla (km 7,9).
Il sentiero prosegue in leggera discesa, sempre stretto e disturbato dalla vegetazione, ma ora più ciclabile.
La discesa termina contro una recinzione, svoltiamo a sinistra e saliamo faticosamente qualche decina di metri arrivando ad incrociare una piccola pista forestale (km 8,5; a sinistra variante 19.4).
Scendiamo a destra e giungiamo alla casa di Pian delle Monache (km 9).
Incontriamo la strada che seguiamo in discesa a sinistra. Raggiungiamo la spalla pianeggiante dove lasciamo i segnavia ed il percorso 10 a sinistra (a sinistra variante 19.2) e proseguiamo diritti fino alla curva (km 10,2). Abbandoniamo la strada ed andiamo diritti verso alcune antenne.
Scendiamo sul sentiero che attraversa un bosco di mimosa e raggiunge un'ampia sterrata (km 11) che seguiamo a destra. Proseguiamo su asfalto scendendo ad un crocevia dove svoltiamo a sinistra (a destra variante 19.3). Dopo qualche metro lasciamo l'asfalto e prendiamo a sinistra una creusa mattonata (salita Melinotto; segnavia FIE r8).
Scendiamo superando qualche scalino, attraversiamo una strada asfaltata e proseguiamo foto fino a Viale Modugno che seguiamo a sinistra fino al centro (km 2,7).
Dislivello: 500m.
Ciclabilità: 90%
Asfalto: 40%
Osservazioni:
Raccordo 19.1.
Presenta tratti dissestati e parecchi rami. All´incrocio svoltiamo a destra e individuiamo il sentiero che scende (segnavia FIE r12 e r9). La discesa ci porta ad un bivio: il sentiero di sinistra (r9) scende a Prà passando per Torrazza, quello di destra (r12) scende a Fagaggia incontrando l´itinerario 3. Svoltiamo a destra e scendiamo con qualche tornante uscendo infine sui prati di Fagaggia. Non scendiamo per i prati ma seguiamo ancora il sentiero che entra nel bosco e si inserisce sul sentiero delle Lische Basse (km 1,2).
Variante 19.2.
In discesa da Pian delle Monache raggiungiamo la spalla pianeggiante del km 10,2 dove l'itinerario 10 volge a sinistra. Svoltiamo a sinistra sul segnavia E1 e, dopo qualche metro, lasciamo l'itinerario 10 per svoltare a destra.
Il sentiero scende rapidamente per confluire su una strada sterrata (km 0,7) che seguita a destra riporta sull'itinerario principale.
Variante 19.3.
All'incrocio del km 11,5 voltiamo a destra e subito a sinistra entrando in una creusa mattonata (salita Rapalli). Al termine della creusa proseguiamo in discesa lungo viale Modugno fino alla stazione.
Variante 19.4.
Quando entriamo sul sentiero E1 (siamo al km 8,5) svoltiamo a sinistra e saliamo qualche decina di metri per guadagnare una sella con un incrocio di sentieri.
Svoltiamo a destra in un largo sentiero non segnalato ma in ordine. Il percorso è pianeggiante o in leggera salita per un buon tratto poi andiamo in discesa fino a raggiungere una sella (km 1). Prendiamo il sentiero a sinistra (quello a destra scende al Pian delle Monache) all'inizio quasi pianeggiante.
Dopo un centinaio di metri lasciamo a sinistra l'itinerario 74. Con crescente discesa giungiamo su un piano dopo cui riprendiamo la discesa, ripida e dissestata. Usciamo sul sentiero (km 1,9) percorso dall'itinerario 10 e svoltiamo a sinistra in comune con quello.
Dopo pochi metri lasciamo l'itinerario 10 ed il sentiero principale per andare a sinistra seguendo tracce di passaggio che scendono in una valletta. Con percorso non ben evidente percorriamo la valle e raggiungiamo un buon sentiero (km 2) a poca distanza da cascina Grimaldi. Svoltiamo a destra su un sentiero che termina (km 2,5) sull'itinerario 10, poco prima dei tornanti nel toboga. Marzo 2010. Ciclabilità 96%.


 mappa  gps


Cross from Palmaro to Pegli, via Lische Alte

Updating:
1/2005
Start point: Genova Palmaro
How to arrive:
Itinerary.
We start from the traffic light on the Aurelia at the intersection with street Taggia. We turn and we go ascending, then in descent to the left reaching the bank of the stream Branega.
Always following the tarmac we climb again along the stream. At the end of an ascent we meet a fork (km 2,7) where go to the left going down to a bridge. Crossed the bridge the road it overcomes a stretch dug in the rock, then it begins an hard ascent, luckily tarmac. After 500 deadly meters the inclination decreases and we reaches the pass of Case Colla (or Colla of Prà; km 4,2).
We meet the itinerary 3 that we follow. We climb therefore on the dirt road to the right. At the fork (km 4,5) disregard the path of the Low Lisps and we keep on climbing.
The ascent is not steep but the bottom is rough and forces at times on foot. We leave to the left the path for the Baiarda (km 5,3) and we continue in light ascent up another intersection (km 5,9). From left the run of descent of the methane pipeline arrives from the Pennello mountain, we take to the right the path (indications, trail sign FIE r28).
We proceed in light ascent, then go down to a ford and climb again on the opposite part. Another descent leads to overcome two consecutive fords, then we go in constant light ascent and we arrive to a confused intersection of paths (km 7,6) near a pylon ENEL.
The prosecution is difficult, therefore here you can decide to go down to the right reaching the itinerary 3 and Fagaggia, link 19.1.
We turn to the left and climb the rough path for about twenty meters. We leave the path that climbs to the Pennello and we turn to the right taking the narrow path (occasionally signalled with signs and yellow arrows) that it crosses to the right the lawns.
It's a run practically not cycle that leads to an ambush of hunting on a shoulder (km 7,9).
The path continues in light descent, always narrow and disturbed by the vegetation, but now cycle.
The descent finishes against an enclosure, we turn to the left and climb laboriously some about ten meters arriving to cross a narrow forest track  (km 8,5).
We go down to the right to arrive the house of Pian delle Monache (km 9).
We meet the road that we follow in descent. We cross contrarily the itinerary 10. Always staying on this road we reach Tower Cambiaso (km 10,8) where we find the asphalt.
We go down skirting the building and we arrive to an ample road (km 11,8). We cross continuing the descent on the opposite road; at the intersection we go to the left and we go out in Piazza Lido. Following the Aurelia we can reach the center.
Gradient: 500m.
Cycle: 90%
Observations:
Link 19.1.
It has ruined parts and quite a lot branches. At the intersection we turn to the right and we individualize the path that goes down (trail sign FIE r12 and r9). The descent leads to a fork: the path of left (r9) it goes down to Prà passing for Torrazza, that of right (r12) it goes down to Fagaggia meeting the itinerary 3. We turn to the right and we go down with some hairpin bends finally going out on the lawns of Fagaggia. We don't go down on the lawns but we still follow the path that enters the wood and it enters the path of the Low Lisps (km 1,2).
Variation 19.2.
Coming down by Pian of the Monache we reach the level shoulder of the km 10,2 where the itinerary 10 turn to the left. We turn to the left on the trail sign E1 and, after some meter, we leave the itinerary 10 to turn to the right.
The path quickly goes down for meeting on an unmetalled road (km 0,7) that followed to the right it brings on the principal itinerary.
Variation 19.3.
To the intersection of the km 11,5 we turn to the right and immediately to the left entering a paved "creusa" (salita Rapalli). At the end of the "creusa" we continue in descent on avenue Modugno up to the station.
Variation 19.4.
When we enter on the path E1 E1 (we are to the km 8,5) we turn to the left and we climb some about ten meters to gain a saddle with an intersection of paths.
We turn to the right in a wide not signalled but clean path. The run is level or in light ascent for a good tract then we go to descent up to reach a saddle (km 1). We take to the left the initially almost level pathl and subsequently in increasing descent. We cross a plan and we take again the descent, steep and ruined. We go out on the path (km 1,9) crossed by the itinerary 10 and we turn to the left in common with that.
After few meters we leave the itinerary 10 and the principal path for go following to the left traces of passage that go down in a little valley. With not well evident run we cross the valley and we reach a good path (km 2) to little distance from a farmhouse. We turn to the right and immediately to the left in a path in descent. The path is narrow but without difficulty and finishes (km 2,5) on the itinerary 10, just before the switcbacks in the toboggan. March 2010. Cycle 96%.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.