In mtb sulle alture genovesi
Itinerario 10
Alture di Pegli

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 11/2010 connessione
Partenza: Genova Pegli
Come arrivare: Il quartiere genovese è raggiunto dall'itinerario 19, dall'itinerario 53, dall'itinerario 74, dall'itinerario 89, dall'itinerario 93.
Itinerario.
Dalla stazione scendiamo al lungomare e lo seguiamo verso ponente. Superato il semaforo del Castelluccio (km 1,7) lasciamo l'Aurelia e svoltiamo a destra nell'ampia via Ungaretti.
Proseguiamo in salita fino ad incrociare (km 2,7) la stretta via Scarpanto che proviene da destra e prosegue salendo dalla parte opposta. Svoltiamo a sinistra e seguiamo via Scarpanto.
La salita termina nei pressi del viale che conduce alla Torre Cambiaso (km 3,6; hotel).
Non prendiamo il viale verso l´hotel ma saliamo per la stradina a sinistra, fino al bivio tra due strade chiuse da sbarre dove prendiamo la strada di destra.
Affrontiamo una rampa ripidissima, con fondo in cemento. Con pendenza meno ripida raggiungiamo il cancello di una villetta dove proseguiamo a sinistra, ora su sterrato.
Usciamo su una spalla pianeggiante dove confluiscono da destra i sentieri che salgono da Pegli (km 4,2).
Seguiamo la stradina che prosegue in leggera salita ma poi presenta ancora qualche ripido strappo e conduce alle case di Pian delle Monache, dove ha termine. Di qui prosegue il sentiero per monte Penello, ma noi ci fermiamo all'incrocio (km 5,2).
Girata la bici ripercorriamo in discesa lo stesso percorso fino alla spalla pianeggiante (km 6,2).
Svoltiamo a sinistra sul segnavia E1 scendendo un breve tratto ripido su sentierino. Dopo pochi metri lasciamo a destra i segnavia e svoltiamo a sinistra.
Percorriamo un sentiero che taglia a mezzacosta il versante. Sempre evidente è in prevalenza ciclabile.
Il sentiero termina ad un bivio (km 7,2) dove da sinistra arriva l'itinerario 19.4.
Dopo qualche metro lasciamo a sinistra un sentiero che porta al vicino sentiero dell'itinerario 74 e proseguiamo sul sentiero principale.
Scendiamo leggermente e saliamo per attraversare un dosso al cui termine inizia la discesa, ripida e difficile.
Superiamo salti, lastre di roccia e tratti tortuosi e veloci. Lasciamo il crinale per scendere a sinistra con due tornanti dove il sentiero è profondamente scavato e stretto.
Con percorso gradatamente più facile raggiungiamo un varco nel muro di cinta della villa Doria (km 7,9).
Al primo bivio svoltiamo a sinistra, scendiamo leggermente e proseguiamo in leggera salita scendendo infine ad uno slargo.
Attraversiamo un altro varco nel muro e percorriamo lo stretto sentiero che confluisce in un viale asfaltato (km 8,4).
Seguiamo il viale che costeggia il campeggio e termina in un grande piazzale alberato (km 8,8).
Seguendo la viabilità interna del parco (prudenza e bassa velocità !!) ritorniamo al centro di Pegli.
Dislivello: 330 m.
Ciclabilità: 98%
Osservazioni:
Asfalto: 51%

mappa  gps  foto  foto  foto  foto  foto

High grounds of Pegli

Updating:
12/2010
Start point: Genova Pegli
How to arrive: The genoese district is reached by the itinerary 19, by the itinerary 53, by the itinerary 74, by the itinerary 89, by the itinerary 93.
Itinerary.
From the station we go down to the promenade and follow it westward. After the traffic light of Castelluccio (km 1,7) we leave the Aurelia and turn right on the wide street Ungaretti.
We continue uphill to cross (2.7 km) the narrow street Scarpanto that comes from the right and continue up the other side. We turn left and follow Scarpanto street.
The climb ends near the road leading to Torre Cambiaso (3.6 km; hotel).
We do not take the avenue towards the hotel but we go up the left road, to the junction of two roads closed by bars where we take the right road.
We face a steep ramp, concrete bottom. With less steep slope we reach the gate of a house where we continue to the left, now on dirt ground.
We go out on a flat shoulder confluence from right the paths going up from Pegli (4.2 km).
We follow the road that goes slightly uphill but then has some steep section and leads to the houses of the Pian delle Monache, where it ends.
From here the trail continues to the mountain Penello, but we stop at the intersection (km 5.2).
We turn the bike going back down the same path to the flat shoulder (km 6.2).
We turn left on E1 E1 trail going down a short steep section of path. After a few meters we leave the trail to the right and turn left.
We walk along a path that cuts over the hillside. Always obvious is cycling prevalence.
The trail ends at a crossroads (km 7.2), where from left comes the 19.4 itinerary.
After a few meters we leave to the left a path that leads to the nearby Route 74 path and continue on the main trail.
We go down slightly and climb to cross a ridge after which begins the descent, steep and difficult.
We overcome jumps, rock slabs and tortuous and fast parts. We leave the ridge and come down to the left with two bends where the road is dug deep and narrow.
With path gradually easier we reach a gap in the wall of the Villa Doria (7,9 km).
At the first junction we turn left, go down slightly and continue uphill, finally coming down to a clearing.
We cross another gap in the wall and walk the narrow path that flows into a paved road (km 8.4).
We follow the avenue that runs alongside the camping and ends on a large wooded square (8.8 km).
Following the park's internal road (caution and slow speed!!) we return to the center of Pegli.
Vertical drop: 330 m.
On saddle: 98%
Remarks:
Asphalt: 51%


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.