In mtb sulle alture genovesi
Itinerario 08
Discesa dal Forte Diamante a Rivarolo

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 12/2007 connessione
Partenza: Forte Diamante
Come arrivare: Il forte è raggiunto dall'itinerario 7.
Itinerario.
Dalla vetta discendiamo lungo la mulattiera a tornanti raggiungendo la sella (km 0,8).
Proseguiamo sulla stradina in lieve salita. In discesa lasciamo a destra il sentiero per i Fratelli e a sinistra quello per il Puin. Lasciamo poi a destra il sentiero percorso dall'itinerario 31 e scendiamo al bivio (km 2,4) con la strada per il Puin. In leggera salita raggiungiamo le mura del forte Sperone.
Superata una ripida discesa con fondo parzialmente in cemento risale ad uno spiazzo presso le mura del forte Begato (km 4).
Le mura sono attraversate da una porta munita di cancello in ferro. Non attraversiamo ma scendiamo sulla mulattiera a destra.
Arrivati al punto in cui la mulattiera svolta nettamente a destra andiamo diritti (fin qui itinerario 7 al contrario), segnavia FIE r22.
Scendiamo una scala proseguendo su un sentiero che scende nel bosco. Un ultimo tratto ripido termina su una stradina dove svoltiamo a sinistra (Piani di Fregoso; km 4,8).
Scendiamo ad uno slargo dove proseguiamo nella stradina di destra che attraversa il paese (Fregoso). Quando il segnavia scende su una scala a destra (km 5,2) lo seguiamo.
La mulattiera scende con qualche ripido tornante e prosegue più facile fino alla piazza della chiesa della Madonna del Garbo (km 5,8)
Di qui è possibile scendere a destra su asfalto fino a via Vezzani. Noi svoltiamo invece a sinistra seguendo una stradina. Al primo bivio abbandoniamo il segnavia e prendiamo a destra Salita del Garbo.
Quando la stradina asfaltata inizia a salire andiamo a destra in una larga mulattiera acciottolata (km 6,3) e scendiamo rapidamente fino all'asfalto (km 6,9).
Andiamo a sinistra, attraversiamo un ponte ed usciamo in via Vezzani che, seguita a sinistra, ci porta a Rivarolo (km 7,4).
Dislivello: 650 m.
Ciclabilità: 98%
Asfalto: 22%
Osservazioni: consigliabile solo per discesa.


 mappa  foto  gps

Descent from Fortress Diamond to Rivarolo

Updating:
12/2007
Start point: Diamante fortress
How to arrive: The fortress is reached by the itinerary 7.
Itinerary.
From the peak we come down along the switchback mule-track reaching the saddle (km 0,8).
We continue on the road in light slope. In descent we leave to the right the path for the Brothers and to the left that for the Puin. We leave to the right then the path crossed by the itinerary 31 and we go down to the fork (km 2,4) with the road for the Puin. In light slope we reach the boundaries of the fortress Spur.
We overcome a steep descent with bottom partially in concrete and we go up again to a square near the boundaries of the fortress Begato (km 4).
The boundaries are crossed by a door provided of gate in iron. We don't cross but we go down to the right on the mule-track.
Reached the point in which the mule-track turns clearly to the right we go straight (to here itinerary 7 contrarily), trail sign FIE r22.
We go down a staircase continuing on a path that goes down in the wood. A last steep stretch finishes on a road where we turn to the left (Plain of Fregoso; km 4,8).
We go down to a square where we continue in the narrow road of right that crosses the country (Fregoso). When the trail sign goes down to the right on a staircase (km 5,2) we follow it.
The mule-track goes down with some steep hairpin bends and continues easier up to the square of the church of the Madonna of the Garbo (km 5,8)
From here it is possible to go down to the right on asphalt up to street Vezzani. We turn to the left instead following a road. To the first fork we abandon the trail sign and we take to the right Salita del Garbo.
When the asphalted road begins to climb we go to the right to a wide clattered mule-track (km 6,3) and we quickly go down up to the asphalt (km 6,9).
We go to the left, we cross a bridge and we go out in the street Vezzani that, follows to the left, it brings us to Rivarolo (km 7,4).
Gradient: 650 ms.
On saddle: 99%
Observations:

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.