Itinerari mtb in Val Fontanabuona
Itinerario 53
Discesa da Barbagelata a Neirone

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 5/2016 connessione
Partenza: Barbagelata
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 1, dall'itinerario 30 e dall'itinerario 41.
Itinerario.
Da Barbagelata seguiamo, in comune con l'itinerario 44, la strada verso sud fino a un bivio con una lapide (km 0,6).
Saliamo a destra in comune con l'itinerario 3 (segnavia FIE r12 e AVphp ), lasciamo subito l'Alta Via e proseguiamo verso sud sulla strada forestale più a sinistra, sbarrata (segnavia FIE r7  e r12 ). La strada forestale inizialmente sale poi scollina e scende ad un ruscello (sorgenti dell'Aveto).
Risaliamo brevemente un ripido strappo per scavalcare un colletto con lapidi di partigiani (km 1,8).
Percorriamo cento metri sulla bella strada forestale e la lasciamo per prendere una vaga traccia a destra.
Scendiamo ripidamente nella foresta incontrando pezzi di vecchi sentieri ma non serve seguirli: dobbiamo invece rimanere sul crinale su cui stiamo scendendo.
La faggeta diventa un bosco di arbusti al cui termine il crinale diventa impercorribile (km 2,3).
Scendiamo a destra raggiungendo un piccolo rudere e una zona quasi pianeggiante ma invasa da cespugli e arbusti.
Attraversiamo con fatica evitando di perdere quota ma salendo qualche metro alla ricerca della zona di minore resistenza.
Superiamo un cavo di acciaio ad altezza d'uomo (non pericoloso perchè presumibilmente stiamo andando a piedi lottando con la vegetazione) e usciamo su una vecchia mulattiera che ci porta a un guado (km 2,5).
La mulattiera si mantiene a mezza costa attraversando diversi impluvi e termina al paese abbandonato di Ripalata di Sopra (km 3).
Scendiamo tra le case in rovina imboccando la mulattiera che scende costeggiando a destra il crinale.
Il sentiero sale sul crinale e lo segue fino al termine. Giriamo a destra, andiamo diritto a un bivio (km 3,6) e passiamo
a fianco delle case di Ripalata di Sotto.
La mulattiera passa a fianco di una fonte (km 3,9) e sale a un poggio con una vecchia teleferica.
Scendiamo costeggiando le rovine di case Forchin e attraversiamo un guado (km 4,1).
Raggiungiamo una casa in rovina le cui mura pericolanti incombono sul sentiero (km 4,4). Passiamo velocemente e raggiungiamo casa Costa (km 4,6).
Scendiamo con qualche tornante a un guado attraverso un rio profondamente incassato (km 5).
Superiamo la cappella di San Rocco (km 5,7) e scendiamo a un campetto di calcio.
Saliamo alla SP (km 6) e la seguiamo a destra fino alla chiesa di Roccatagliata (km 6,7).
Dopo cinquanta metri svoltiamo a sinistra in una strada che scende e termina alle case più basse del paese (km 7).
Proseguiamo sulla stradina erbosa che diventa una scala in cemento.
Superiamo il cimitero su un sentiero nel prato che diventa una facile scala che termina su una strada asfaltata (km 7,3).
Andiamo a sinistra, superiamo un ponte e saliamo a Corsiglia entrando sulla SP (km 7,8) che seguiamo a destra.
Trascuriamo il sentiero FIE r12 e proseguiamo per trenta metri per svoltare a destra (km 8,3) in una strada campestre chiusa da una sbarra.
Incrociamo di nuovo il segnavia e proseguiamo attraversando un apiario sulla strada che effettua un tornante.
A un bivio (km 8,6) prendiamo la strada minore a sinistra e incontriamo ancora il segnavia che ora ci accompagnerà fino a Neirone.
Attraversiamo una zona franata e usciamo su una strada di cemento (km 9,2) che seguiamo a destra fino al tornante.
Andiamo a sinistra, attraversiamo un cancello e scendiamo lungo un ripido e corto canale che ci porta al bordo di un pascolo.
Seguiamo la mulattiera a sinistra attraversando una parte fastidiosamente infrascata dai rovi e raggiungiamo un altro cancelletto (km 9,4).
Raggiungiamo una grossa frana su cui scendiamo con qualche difficoltà.
Ritrovato il sentiero lo seguiamo a sinistra arrivando all'incrocio della Crocetta (km 9,6).
La mulattiera ora è larga e senza interruzioni anche se con un paio di ripide risalite.
Arriviamo alle prime case di Neirone e alla SP (km 10,1).
Giriamo a sinistra percorrendo l'asfalto per pochi metri ed entriamo a destra in paese.
Seguiamo la crosa tra le case e scendiamo alla chiesa (km 10,4).
Dislivello: -930 m.
Ciclabilità: 96%
Asfalto: 27%
Osservazioni: l'itinerario presenta alcune zone rovinate da frane o molto infrascate; inoltre una parte è priva di sentiero e con difficoltà di orientamento.

mappa  gps  foto  foto  foto  foto  foto  foto


Updating: 2016/5
Start point: Barbagelata
How to arrive: The village is reached by the itinerary 1, by the itinerary 30 and by the itinerary 41.
Itinerary.
From Barbagelata we follow, in common with the itinerary 44, the road toward south up to a fork with a headstone (km 0,6).
We climb to the right in common with the itinerary 3 (trail sign FIE r12 and AVphp ), we immediately leave the High Way and continue to the left toward south on the forest road, blocked (trail sign FIE r7 and r12 ). The forest road initially climbs then goes down to a brook (rising of the Aveto creek).
We shortly go up again a steep ramp to climb over a pass with headstones of partisan (km 1,8).
We cross one hundred meters on the beautiful forest road and leave it to take to the right a vague trace.
We steeply go down in the forest meeting pieces of old paths but it doesn't need to follow them: we have to remain on the ridge on which we are going down instead.
The beechwood becomes a wood of bushes to whose term the ridge becomes impassable (km 2,3).
We go down to the right reaching a small ruin and an almost level zone but invaded by bushes and shrubs.
We cross with work avoiding of losing altitude but climbing some meter to search the zone of smaller resistance.
We overcome a steel cable to height of man (not dangerous because we are going on foot presumably fighting with the vegetation) and go out on an old mule-track that brings us to a ford (km 2,5).
The mule-track maintains its to half side crossing different impluviums and finishes to the abandoned country of Ripalata di Sopra (km 3).
We go down among the ruined houses taking the mule-track that goes down skirting along to the right the ridge.
The path climbs on the ridge and follows it up to the term. We turn to the right, we go straight on to a fork (km 3,6) and we pass
beside the houses of Ripalata di Sotto.
The mule-track passes beside a source (km 3,9) and climbs a knoll with an old cableway.
We go down skirting along the ruins of houses Forchin and cross a ford (km 4,1).
We reach a ruined house whose precarious boundaries impend on the path (km 4,4). We quickly pass and reach house Costa (km 4,6).
We go down with some hairping bend to a ford through a deeply recessed brook (km 5).
We overcome the chapel of St. Rocco (km 5,7) and go down to a football field.
We go up to the SP (km 6) and follow to the right it up to the church of Roccatagliata (km 6,7).
After fifty meters we turn to the left on a road that goes down and it finishes to the lowest houses of the country (km 7).
We continue on the grassy narrow road that becomes a concrete staircase.
We overcome the cemetery on a path in the lawn that becomes an easy staircase that finishes on an asphalted road (km 7,3).
We go to the left, overcome a bridge and climb to Corsiglia entering on the SP (km 7,8) that we follow to the right.
We neglect the path FIE r12 and continue for thirty meters to turn to the right (km 8,3) on a rural road closed by a bar.
We cross again the trail sign and continue crossing an apiary on the road that effects a hairping bend.
To a fork (km 8,6) we take to the left the smaller road and again meet the trail sign that it will accompany us up to Neirone.
We cross a slipped zone and go out on a concrete road (km 9,2) that follow to the right up to the hairping bend.
We go to the left, cross a gate and go down on a steep and short channel that brings us to the edge of a pasture.
We follow to the left the mule-track crossing an occluded by busches annoyingly part and we reach another gate (km 9,4).
We reach a big landslide on which go down with some difficulties.
Again on the path we follow to the left it reaching the intersection of the Crocetta (km 9,6).
The mule-track is wide now and without interruptions even if with a pair of steep go up again.
We arrive to the first houses of Neirone and the SP (km 10,1).
We turn to the left crossing the asphalt for few meters and enter to the right the country.
We follow the "crosa" among the houses and go down to the church (km 10,4).
Gradient: -930 ms.
Cycle: 96%
Asphalt: 27%
Observations: the itinerary has some zones ruined by landslides or very occluded by busches; besides a part is without path and with difficulty of orientation.


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.