Itinerari mtb in Val Fontanabuona
Itinerario 34
Discesa dal monte Ramaceto a Villagrande, 2

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 5/2012 connessione
Partenza: monte Ramaceto
Come arrivare: La vetta è raggiunta dall'itinerario 24 e dall'itinerario 26.
Itinerario.
Partiamo dalla boscosa vetta principale del monte Ramaceto ed andiamo in direzione ENE seguendo al contrario l'itinerario 24 ed i segnavia AVphp ed A6.
Il sentiero percorre la lunga cresta sommitale affrontando passaggi su roccette e cenge. Alcuni passaggi in discesa sono esposti e dobbiamo affrontarli con grande prudenza.
Al termine del crinale (km 1,1) il sentiero principale svolta a sinistra; lo lasciamo e svoltiamo a destra, superiamo una soglia rocciosa e scendiamo sul sentiero segnalato r19.
Saliamo brevemente per raggiungere il crinale della lunga Costa di Liciorno.
Scendiamo ad un bivio dove troviamo indicazioni per Fo du Driun (km 1,7).
Svoltiamo a destra lasciando il segnavia FIE r19 (e l'itinerario 32) che prosegue sulla Costa del Liciorno.
Entriamo in un prato dove il sentiero è assente; percorriamo trenta metri superando un faggio isolato e troviamo un buon sentiero segnalato r6.
Passiamo sotto allo scheletro del Fò du Driun e raggiungiamo un dosso prativo (km 1,8) che attraversiamo restando a destra.
Il sentiero scende rapidamente e raggiunge un secondo prato.
Attraversiamo il prato al suo centro e ci affacciamo sul bordo di una discesa (km 2,1). Affrontiamo la prima parte molto ripida, con difficili stretti tornanti. Il sentiero prosegue meno difficile anche se non del tutto ciclabile e raggiunge un ruscello (km 2,6).
Iniziamo una lunga traversata delle pendici del monte Ramaceto. Attraversiamo ruscelli, quasi sempre asciutti, e costole parzialmente rocciose.
Il sentiero diventa sempre più facile e termina su una strada sterrata (km 3,6).
Seguiamo la strada attraverso i bei prati arrivando ad incrociare il sentiero del percorso 31 ed il segnavia FIE r1 (km 4,6).
La strada diventa asfaltata ma la lasciamo quasi subito per svoltare a sinistra in comune col percorso 31 (il segnavia r6 prosegue sulla strada).
Entriamo nel prato in assenza di segnavia e di traccia. Dopo pochi metri troviamo una strada campestre e la seguiamo ritrovando quasi subito la mulattiera ed il segnavia.
Svoltiamo a destra ed iniziamo un percorso tortuoso dove il sentiero serpeggia tra i prati evitando di tagliare le proprietà.
Superiamo una recinzione ed alcuni fili di acciaio che interrompono il sentiero. Dopo essere usciti dalla recinzione arriviamo ad un bivio (km 5,1) dove il segnavia prosegue a sinistra sulla mulattiera.
Evitiamo questo tratto particolarmente disturbato dai rami ed andiamo a destra entrando su una strada forestale che seguiamo in discesa.
Nei pressi di una azienda agricola (trattori, camion) ritroviamo il segnavia e lo seguiamo. Con breve salita (km 5,2) lasciamo la strada e prendiamo un sentiero quasi pianeggiante che confluisce con una spettacolare mulattiera a scalini (km 5,3).
Andiamo a destra e scendiamo ad una strada asfaltata (km 5,4) che attraversiamo. Seguiamo una strada in cemento che scende tra pollai e recinti.
La strada porta ad un casolare ma la lasciamo pochi metri prima di raggiungerlo per prendere un sentiero a destra.
Il sentiero si allarga a bella mulattiera e scende alla prima casa di Cichero (km 6).
Scendiamo tra le case (animali da cortile: andiamo piano!) e raggiungiamo la Cappella sulla piazza di Villagrande (km 6,2).
Dislivello: -870 m.
Ciclabilità: 92%.
Asfalto: 3%
Osservazioni: anche questa è una discesa breve ma molto impegnativa; inoltre, come tutte le discese del Ramaceto, è preceduta da una lunga e faticosa salita.


 mappa  gps  foto  foto

Go down from Ramaceto mountain to Cichero

Updating: 5/2012
Start point: Ramaceto mountain
How to arrive: The top is reached by the itinerary 24 and by the itinerary 26.
Itinerary.
We depart from the woody main peak of the Ramaceto mountain and we go to direction ENE following contrarily the itinerary 24 and the trai sign AVphp and A6.
The path crosses the long ridge facing passages on rocks and ledges. Some passages in descent are exposed and we have to face them with great prudence.
At the end of the ridge (km 1,1) the main path turns to the left; we leave it and we turn to the right, we overcome a rocky threshold and we go down on the signalled path.
We shortly climb for reaching the ridge of the long Costa of Liciorno.
We go down to a fork where we find indications to Fò du Driun (km 1,7).
We turn to the right leaving the trail sign FIE r19 (and the itinerary 32) that it continues on the Costa of the Liciorno.
We enter a lawn where the path is absent; we cross thirty meters overcoming an isolated beech tree and we find a good path signalled r6.
We pass under du to the skeleton of the Fò Driun and we reach a meadow back (km 1,8) that we cross staying to the right.
The path quickly goes down and reaches a second lawn.
We cross the lawn to its center and we lean out there on the edge of a descent (km 2,1). We face the first very steep part with difficult narrow hairpin bends. The path continues less difficulty even if not entirely cycle and it reaches a brook (km 2,6).
We begin a long crossing of the slopes of the Ramaceto mountain. We cross brooks, almost always dry, and partially rocky ribs.
The path becomes more and more easy and finishes on an dirt road (km 3,6).
We follow the road through the beautiful lawns arriving to cross the path of the run 31 and the trail sign FIE r1 (km 4,6).
The road becomes asphalted but we almost immediately let it to turn to the left in common with the run 31 (the trail sign r6 goes on the road).
We enter the lawn in absence of trail sign and trace. After few meters we find a rural road and we follow it almost immediately finding again the mule-track and the trail sign.
We turn to the right and we begin a tortuous run where the path winds among the lawns avoiding to cut the ownerships.
We overcome an enclosure and some steel threads that interrupt the path. After having gone out of the enclosure we arrive to a fork (km 5,1) where the trail sign continues to the left on the mule-track.
We avoid this tract particularly disturbed by the branches and go to the right entering on a forest road that we follow in descent.
Near an agricultural firm (tractors, truck) we find again the trail sign and we follow it. With short slope (km 5,2) we leave the road and we take an almost level path that meets on a spectacular stairs mule-track (km 5,3).
We go to the right and we go down to an asphalted road (km 5,4) that we cross. We follow a concrete road that goes down between hen-pens and enclosures.
The road brings to a farm but we leaves it few meters before reaching it to take a path the right.
The path widens to beautiful mule-track and goes down to the first house of Cichero (km 6).
We go down among the houses (courtyard animals: we go slow!) and we reach the Chapel on the square of Villagrande (km 6,2).
Gradient: -870 ms.
Cycle: 92%.
Asphalt: 3%
Observations: also this is a brief but very binding descent; besides, as all the descents of the Ramaceto, is preceded by a long and fatiguing slope.


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.