Itinerari mtb in Val Fontanabuona
Itinerario 12
Giro del monte Ramaceto

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 4/2011 connessione
Partenza: Pianezza
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 23 e dall'itinerario 2.
Itinerario.
Partiamo da Pianezza ed andiamo in direzione Chiavari fino all´incrocio per Orero (indicazioni). Svoltiamo a sinistra e saliamo (km 0).
Trascuriamo il bivio per Pianmegorino e poi quello per Orero. Proseguiamo passando per le poche case di Costasecca ed arrivando a Croce di Orero (km 7,4).
Dopo il paesino la strada continua a salire, effettua un tornante e diventa sterrata. Presenta una brusca rampa che è stata asfaltata, poi sale più mite, scende e sale di nuovo ad un incrocio (km 10,5). Da sinistra arriva la strada che sale da Lorsica.
Trascuriamo il sentiero che sale a destra e proseguiamo diritti proseguendo fino al termine della sterrata (km 12). A destra prendiamo un sentiero che sale tra i prati.
Saliamo a spinta, prima ripidamente poi più facilmente, fino ad incrociare il sentiero FIE r2 che non abbiamo preso all´incrocio della strada di Lorsica.
Svoltiamo a sinistra. Dopo un centinaio di metri lasciamo a destra il sentiero percorso dall´itinerario 2 e saliamo ad un piccolo valico (Passo Ventarella Sud; km 12,5). A destra sale il segnavia FIE per il monte Ramaceto. Noi andiamo diritti (segnavia 7p e linee AVstring).
La salita alterna impedalabili rampe con tratti pianeggianti e termina al Passo Ventarola Sud (km 12,8) posto sul crinale principale.
Andiamo in leggera discesa sul sentiero ora interamente pedalabile. Il percorso alterna salite e discese mantenendosi sul crinale o nei pressi. Una ripida discesa ci porta ad una sella da dove saliamo per poco e raggiungiamo il passo Passo Ventarola Nord (km 14,1).
L'Alta Via AVphp prosegue diritta, a sinistra scende un sentiero per Lorsica, noi prendiamo il sentiero che scende a destra.
La discesa è inizialmente facile, poi diventa difficile a causa di grosse pietre sul percorso e raggiunge il ruscello.
Il tratto che segue è molto singolare perché si svolge in gran parte proprio nel ruscello e le scivolate sui ciottoli nell'acqua non si contano.
Arriviamo ad incontrare un sentiero FIE ed il sentiero si trasforma in strada forestale (km 15,7).
Seguiamo la strada su cui passano anche i segnavia (g3) fino ad un bivio (km 16,7) dove andiamo a destra trascurando il segnavia che prosegue diritto.
Attraversiamo il ruscello e procediamo in salita per poco poi scendiamo velocemente ad un trivio dove andiamo a sinistra raggiungendo il vicino ponticello (km 17,4).
Siamo nella incantevole valle a sud di Parazzuolo. Attraversiamo il ponte e seguiamo a destra una bella mulattiera (segnavia FIE g7 non ci interessa).
In leggera salita tra i pascoli arriviamo ad incrociare una strada (km 18,4) e svoltiamo a sinistra in salita. In breve raggiungiamo una strada più grande (km 19) in corrispondenza del Passo della Crocetta.
Svoltiamo a destra e scendiamo velocemente ad un incrocio dove svoltiamo a sinistra continuando la discesa. Poco dopo la strada diventa asfaltata e si immette in una strada più grande (km 20).
Svoltiamo a destra. Ormai siamo su strade asfaltate che ci portano comunque al fondo della valle Stura. Io mi sono tenuto piuttosto alto arrivando a Levaggi (a destra agli incroci maggiori) e di lì in discesa alla provinciale (km 34,1).
Non resta che sopportare i chilometri di bitume che ci portano alla provinciale della Fontanabuona e poi al punto di partenza (km 53,8).
Dislivello: in salita 1300 m.
Ciclabilità: 98%.
Asfalto: 80%
Osservazioni: peccato che le strade della discesa siano tutte asfaltate. L´asfalto sta conquistando anche la strada di salita.
In caso di forti piogge il percorso è impraticabile a causa del tratto nel torrente.


mappa  gps  foto

Around Ramaceto mountain

Updating:
4/2011
Start point: Pianezza
How to arrive: The village is reached by the itinerary 23 and by the itinerary 2.
Itinerary.
We depart from Pianezza and we go direction Chiavari up to the intersection to Orero (indications). We turn to the left and climb (km 0).
We neglect the fork to Pianmegorino and then that to Orero. We continue passing the few houses of Costasecca and reaching Cross of Orero (km 7,4).
After the country the road continues to climb, effects an hairpin bend and becomes dirt road. Presents an abrupt ramp that has been asphalted, milder climbs, goes down then and climbs again to an intersection (km 10,5). From left it arrives the road that climbs from Lorsica.
We neglect the path that climbs to the right and we continue straight on continuing up to the term of the dirt road (km 12). To the right we take a path that climbs among the lawns.
Climb to push, first steeply then more easily, up to cross the path FIE r2 that we have not taken at the intersection of the road of Lorsica.
We turn to the left. After hundred meters we leave to the right the path crossed by the itinerary 2 and climb to a small pass (Pass Ventarella South; km 12,5).
To the right climbs the trail sign FIE for the Ramaceto mountain. We go straight on (trail sign 7p and lines white/red).
The ascent alternates no cycle ramps with level stretches and it finishes to the Pass Ventarola South (km 12,8) on the main ridge.
We go now to light descent on the entirely cycle path. The run alternates slopes and descents staying on the ridge or in the near. A steep descent leads us to a saddle from where climb for few and we reach the pass Pass Ventarola North (km 14,1).
The Alta Via AVphp continues right, to the left a path goes down for Lorsica, we take the path that goes down to the right.
The descent is initially easy, then it becomes difficult because of big stones on the run and it reaches the brook.
The stretch that follows is very peculiar because it develops really in the brook and the slips on the pebbles in the water we don't count.
We arrive to meet a path FIE and the path it wides in a forest road (km 15,7).
We follow the road on which it also pass the trail signs (g3) as far as a fork (km 16,7) where we go to the right disregarding the trail sign that continues straight on.
We cross the brook and we proceed a little in ascent then we quickly go down to a crossroads where go to the left reaching the near bridge (km 17,4).
We are in the enchanting valley to south of Parazzuolo. We cross the bridge and we follow to the right a beautiful mule-track (trail sign FIE g7 doesn't interest us).
In light ascent among the pastures we arrive to cross a road (km 18,4) and we turn to the left in ascent. Shortly we reach a greater road (km 19) in correspondence of the Pass of the Crocetta.
We turn to the right and we quickly go down to an intersection where we turn to the left continuing the descent. Shortly after the road becomes tarmac and meet in a greater road (km 20).
We turn to the right. By now we are on asphalted roads that lead however to the ground of the valley Stura. I am me kept rather high reaching Levaggi (to the right to the most greater intersections) and of there in descent to the provincial road (km 34,1).
We support the kilometers of bitumen that lead to the provincial road of the Fontanabuona and then to the point of departure (km 53,8).
Gradient: in ascent 1300 ms.
Rideable: 98%.
Tarmac: 80%
Observations: what a pity that the all roads of the descent are asphalted. The asphalt is also conquering the road of ascent.
In case of strong rains the run is impracticable because of the stretch in the stream.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.