Itinerari mtb in Val Fontanabuona
Itinerario 11
Traversata da Ferrada a Moconesi

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 2/2004 connessione
Partenza: Ferrada di Moconesi
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 39 e dall'itinerario 40.
Itinerario.
Dalla piazza della chiesa di Ferrada scendiamo sulla ex strada statale e svoltiamo a sinistra proseguendo fino all´incrocio con la strada per Cornia (km 1,2; segnaletica).
La strada sale, abbastanza ripida. All´incrocio per Sottanego saliamo a sinistra e proseguiamo poi a destra senza raggiungere Cornia.
Andiamo in direzione di La Villa e, dopo le case, entriamo nella strada privata del complesso ardesiaco.
La strada prosegue a salire e diventa sterrata. Trascuriamo le numerose strade laterali e restiamo su quella principale. Ricordiamoci che siamo in un'area sottoposta alla legge mineraria che ci vieta di essere qui; evitiamo problemi e diamo la precedenza ai camion, anche scendendo di sella.
La strada arriva al fondo della valle e sale a sinistra. Ad un bivio con sorgenti andiamo a sinistra e proseguiamo fino al punto più alto (km 7).
La strada scende sul versante Moconesi e conduce al piazzale di una cava in attività (sparo mine) dove termina (km 7,95).
Se ci affacciamo al bordo del piazzale vediamo, 200 metri più in basso, la strada che dobbiamo raggiungere.
Attraversiamo il piazzale in direzione dei compressori. A sinistra prendiamo il sentiero che conduce al gabinetto e prosegue poi nel bosco. La non ciclabile discesa si svolge su terreno insidioso, molto ripido, con vaghe tracce di sentiero. Abbiamo cura di non attraversare il ruscello e scendiamo con attenzione restando in riva sinistra.
Il sentiero conduce alla discarica della cava. Qui scendiamo direttamente a destra, con un po' di arrampicata su terreno instabile, e raggiungiamo il fondo del ruscello in corrispondenza di ingressi di cava abbandonati. Superate le spine raggiungiamo un piazzale di cava abbandonato. Qui potremmo andare a destra in un sentiero che attraversa i capannoni e sale per divenire stradina.
Oppure, come ho fatto io, andiamo a sinistra ed attraversiamo la pietraia che costituisce la discarica della cava (pericoloso perché potrebbero precipitare massi scaricati da sopra).
Al di là della traversata troviamo una vecchia strada, invasa da arbusti, che scende con due tornanti al greto del torrente. Attraversiamo e finalmente siamo su terreno sicuro (km 8,8 ma la misura è incerta perché ero troppo occupato ad arrivare tutto intero).
La strada scende ad attraversare il torrente Moconesi e poi sale raggiungendo la parte alta del paese (km 9,4).
Dislivello: in salita 580 m.
Ciclabilità: 91%.
Asfalto: 49%
Osservazioni: ATTENZIONE!! Percorso sconsigliabile a causa del tratto pericoloso al termine della strada, dopo la cava. Lo ho percorso per sbaglio credendo che esistesse la strada indicata dalle carte.


 mappa


Cross from Ferrada to Moconesi

Updating:
2/2004
Start point: Ferrada di Moconesi
How to arrive: The country is reached by the itinerary 39 and by the itinerary 40.
Itinerary.
From the square of the church of Ferrada we go down on the provincial road and we turn to the left continuing up to the intersection with the road for Cornia (km 1,2; system of signs).
The road climbs, enough steep. At the intersection for Sottanego we climb to the left and we continue to the right then without reaching Cornia.
We go direction of La Villa and, after the houses, we enter the private road of the slate quarries.
The road continues to climb and becomes dirt road. Disregard the numerous side roads and we stay on that main. Let's remember us that we are in an area submitted to the mining law that forbids us to be here; we avoid problems and we give the precedence to the trucks, also going down of saddle.
The road reaches to the left the ground of the valley and climbs. At a fork with springs we go to the left and we continue up to the highest point (km 7).
The road goes down on the side Moconesi and leads to the square of a quarry (shot mines) where it finishes (km 7,95).
If we lean out to the edge of the square we see, 200 more meters in low, the road that we have to reach.
We cross the square in direction of the pressers. To the left we take the path that conducts to the bathroom and it continues then in the wood. The not cycle descent develops on insidious ground, very steep, with vague traces of path. We have care not to cross the brook and we go down with beware staying on left shore.
The path conducts to the dump of the quarry. We go down to the right here directly, with a little of climb on unstable ground, and we reach the ground of the brook in correspondence of deserted entries of quarry. We overcome the thorns and we reach an old square quarry. We could go to the right here to a path that crosses the sheds and climbs to become narrow road.
Or, as I have done, we go to the left and we cross the heap of stones that constitutes the dump of the quarry (very dangerous because they could fall rocks unloaded from above).
Beyond the crossing we find an old road, invaded by bushes, that it goes down with two hairpin bends to the pebbly shore of the stream. We cross and we are finally on sure ground (km 8,8 but the measure it is uncertain because I was too occupied to arrive everything whole).
The road goes down to cross the stream Moconesi and then climbs reaching the high part of the country (km 9,4).
Gradient: in ascent 580 ms.
Rideable: 91%.
Tarmac: 49%
Observations: ATTENTION!! Unadvisable run because of the dangerous stretch at the end of the road, after the quarry. I have runned it for mistake believing that the road existed pointed out on the maps.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.