Itinerari mtb in Val Fontanabuona
Itinerario 10
Traversata da Gattorna a Neirone

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 8/2009 connessione
Partenza: Gattorna
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 52 e dall'itinerario 4.
Itinerario.
Dal centro di Gattorna risaliamo verso Genova per poche centinaia di metri. All´incrocio per Neirone svoltiamo a destra (km 0). Raggiunta la chiesa andiamo ancora a destra per Moconesi che raggiungiamo (km 3,9) proseguendo oltre, sempre sulla strada principale.
Incontriamo un bivio (km 4,5) con segnaletica stradale dove andiamo diritti.
La strada prosegue verso sinistra, effettua un tornante e raggiunge un bivio con indicazioni per S.Rocco (a sinistra per Serra; km 5,1). Dopo l'ultima casa la strada diviene sterrata.
Con pendenza costante la larga strada sterrata sale con qualche tornante e ci porta ad un bivio con segnalazione per S.Rocco (km 7,4). Diritto prosegue l´itinerario 3 per il passo della Scoglina mentre noi svoltiamo a sinistra.
Continuiamo a salire con pendenza sostenuta, poi la strada spiana. Ad un bivio (km 8,2) andiamo diritti ed usciamo sulla spalla dove sorge la chiesetta di S.Rocco (km 8,6) deturpata da un traliccio ENEL. Panorama sulla Fontanabuona.
La strada prosegue come mulattiera in salita che presto si restringe. Arriviamo ad alcune costruzioni abbandonate (km 9,1) dove il tracciato si restringe a sentiero che è stretto ma quasi interamente ciclabile.
Costeggiamo la montagna con brevi saliscendi e raggiungiamo la stradina di un acquedotto (km 10).
Svoltiamo a sinistra e raggiungiamo un crinale al bordo dei prati.
Scendiamo sul versante opposto con percorso ripido, evitando i prati sulla sinistra, e raggiungiamo le visibili e vicine case Spina dove arriva una strada (km 10,3).
Seguiamo la strada che, dopo un tratto pianeggiante, scende a Pian del Pero dove troviamo l´asfalto (km 11,4).
Seguiamo la strada quasi pianeggiante e la lasciamo dopo la curva per prendere un sentiero a destra (km 11,8; segnavia FIE r9).
Il sentiero è sporcato da rami e foglie ma complessivamente ciclabile. Attraversiamo la strada per quattro volte ed infine la raggiungiamo (km 4,9) nei pressi di una casa.
Andiamo a destra sull'asfalto per una decina di metri e riprendiamo la mulattiera a sinistra.
Attraversiamo una recinzione ed una strada privata. La mulattiera prosegue scendendo con qualche curva. Siamo ostacolati da qualche cespuglio di rovi e raggiungiamo il bivio (km 5,7) col vecchio sentiero ora abbandonato.
Proseguiamo in discesa costeggiando il ruscello. La mulattiera, qui scalinata, ci porta ad un ponticello e raggiunge l'ingresso della frazione Borgo (km 5,9).
Saliamo a destra tra le case ed attraversiamo il paese su una stradina malamente ricoperta di cemento.
La strada raggiunge quella più ampia (km 6,3) dove passano gli itinerari 10 e 4 che ora seguiremo.
Svoltiamo a sinistra e scendiamo ad attraversare la SP 21. Continuiamo sulla crosa ed attraversiamo nuovamente la provinciale (km 6,4).
La crosa mattonata prosegue tra le case, raggiunge il municipio e scende la scalinata che termina sulla Piazza di Neirone (km 6,6).
Dislivello: 630 m. e -420 m.
Ciclabilità: 99%.
Asfalto: 45%
Osservazioni:


mappa  gps


Cross from Gattorna to Neirone

Updating:
8/2009
Start point: Gattorna
How to arrive: The country is reached by the itinerary 52 and by the itinerary 4.
Itinerary.
From the center of Gattorna we go up toward Genoa for few hundred meters. To the cross for Neirone we turn to the right (km 0). Reached the church we go to the right again for Moconesi that we reach (km 3,9) continuing over, always on the principal road.
We meet a fork (km 4,5) with road system of signs where we go straight.
The road continues toward left, it effects a hairpin bend and it reaches a fork with indications for S.Rocco (to the left for Serra; km 5,1). After the last house the road becomes an unsurfaced one.
With constant inclination the wide road climbs with some hairpin bends and it brings us to a fork with signaling for S.Rocco (km 7,4). Straight it continues the itinerary 3 for the pass of the Scoglina while we turn to the left now.
We keep on climbing with sustained inclination, then the road flattens. To a fork (km 8,2) we go straight and we go out on the shoulder where the little church of S.Rocco rises (km 8,6) defaced by a pylon ENEL. Panorama on the Fontanabuona.
The road continues as mule-track in slope that soon it narrows. We arrive to some abandoned constructions (km 9,1) where the track narrows to path that is narrow but almost entirely cycle.
We skirt the mountain with brief ups and downs and we reach the narrow road of an aqueduct (km 10).
We turn to left and we reach a ridge to the edge of the lawns.
We go down on the opposite slope with steep run, avoiding the lawns on the left, and we reach the next and visible houses Spina where a road arrives (km 10,3).
We follow the road that, after a level tract, it goes down to Pian of the Pero where we find the tarmac (km 11,4).
After an almost level tract the road goes down with some hairpin bend but we tries to follow the trail sign FIE r9, that we have found to Pian of the Pero, that crosses a path that cuts the switcbacks and so we cross the asphalt four times.
We go to the right neglecting the trail sign and we follow the road that brings us to a fork (km 13,4) where we go to the left.
After one hundred meters we leave the asphalt to take to the left a beautiful mule-track.
The mule-track crosses the SP 21 (km 13,8) and it takes again to the right about ten meters.
We cross the SP a second time and we continue on the mule-track that it draws near to a hairpin bend of the Sp before going down to some houses (km 14,1) that we cross on a "crosa" that brings us to a private car park (km 14,2).
We follow the road of access and we again cross the provincial road. The paved "crosa" finishes with an easy stairway to the church of Neirone (km 14,5).
Gradient: 630 ms. and -420 ms.
Cycle: 99%.
Asphalt: 45%
Observations:

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.