Itinerari mtb in Val Fontanabuona
Itinerario 03
Salita da Gattorna al Monte Caucaso

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 1/2007 connessione
Partenza: Gattorna
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 52 e dall'itinerario 4.
Itinerario.
Dal centro di Gattorna risaliamo verso Genova per poche centinaia di metri. All´incrocio per Neirone svoltiamo a destra. Raggiunta la chiesa andiamo ancora a destra per Moconesi che raggiungiamo (km 4,2) proseguendo oltre, sempre sulla strada principale.
Incontriamo un bivio con segnaletica stradale dove andiamo diritti. La strada aggira il campo sportivo e va a sinistra per effettuare un tornante. Ad un bivio proseguiamo diritto. Dopo le ultime case la strada diviene sterrata (km 5,7).
Trascuriamo alcune strade che salgono a sinistra e proseguiamo tagliando lo scosceso fianco del Caucaso.
La strada termina ad una cava. All'ultimo tornante prima della cava (km 12,4) proseguiamo diritti su sterrata con fondo peggiore arrivando ad uno spiazzo con tavolini (km 10,2). Proseguiamo in falsopiano finché lo stradello diviene sentiero ed inizia a scendere.
Inizia un tratto a saliscendi con fondo a tratti molto sconnesso ed impegnativo che conduce, con una discesa finale, alla strada provinciale che collega Favale di Malvaro con la Val d'Aveto (km 13,5).
Saliamo su asfalto ed arriviamo al passo della Scoglina (km 15,3). Al valico saliamo a sinistra e, sempre su asfalto, arriviamo in prossimità di Barbagelata.
Circa 800 m prima del paese notiamo un cippo di marmo a sinistra della strada (km 18,6; segnavia AVphp, r12, r7). Qui lasciamo l´asfalto e raggiungiamo il cippo, proseguendo sulla strada forestale più a sinistra, sbarrata (segnavia FIE r7 e r12). La strada forestale inizialmente sale poi scollina ed inizia una discesa che conduce ad una insellatura (sorgenti dell'Aveto).
Risaliamo brevemente un ripido strappo per proseguire con un bel percorso tra i faggi ed arriviamo al poco evidente passo del Gabba.
Continuiamo sulla strada per qualche decina di metri, trascuriamo il sentiero per il monte Caucaso (segnavia) e proseguiamo per pochi metri.
Saliamo a sinistra per una strada forestale e ritroviamo il segnavia r7. Proseguiamo con lunghi tratti non ciclabili. Saliamo nel bosco fino a sbucare nelle radure ormai prossime alla vetta e costeggiamo l'impressionante vuoto della parete sud.
Di qui potremmo salire direttamente alla vicina cappelletta in vetta, ma è più ciclabile svoltare a sinistra e seguire il sentierino che aggira la vetta raggiungendola poi per il versante opposto (km 22,7).
Dislivello: 1300 m.
Ciclabilità: 97%.
Asfalto: 48%
Osservazioni:
E' un percorso utilizzabile anche in senso contrario anche se presenta una salita faticosa e poco ciclabile. In questo verso occorre prestare attenzione al punto in cui il sentiero si stacca dalla provinciale della Scoglina. Il sentiero si trova a destra prima del primo tornante, è in salita ed indicato da segnali in vernice.


mappa  foto  foto  foto  gps

Climb Caucaso Mountain from Gattorna

Updating:
1/2007
Start point: Gattorna
How to arrive: The country is reached by the itinerary 52 and by the itinerary 4.
Itinerary.
From the center of Gattorna we climb toward Genoa few hundred meters. At the intersection for Neirone we turn to the right. Reached the church we go to the right for Moconesi that we reach (km 4,2) continuing over, always on the main road.
We meet a fork with road signs where we go straight on. The road revolves the sporting field and goes to the left for effecting an hairpin bend. To an alternative we continue right. After the last houses the road becomes dirt (km 5,7). We neglect some roads that climb to the left and we continue cutting the steep side of the Caucaso.
The road finishes to a quarry. At the last hairpin bend before the quarry (km 12,4) we continue straight on with worse ground arriving to a square with tables (km 10,2). We continue almost level as far as the road it becomes path and it begins to go down.
Here it begins an up and down stretch with sometime a lot of rough and binding ground that leads, with a final descent, to the provincial road that connects Favale of Malvaro with the Val of Aveto (km 13,5).
We climb on asphalt and reach the pass of the Scoglina (km 15,3). To the pass we climb to the left and, always on asphalt, we arrive in proximity of Barbagelata.
Around 800 ms before the country we see to the left a marble cippus (km 18,5). Here we leave the asphalt and we reach the cippus, continuing on the blocked forest road (trail sign FIE AVphp, r12, r7). The forest road initially climbs then it begins a steep descent that leads to a saddleback (springs of the Aveto).
We climb shortly to continue with a beautiful run among the beech trees and we reach the few evident Gabba pass.
We continue on the road for some about ten meters, we neglect the path for the Caucaso mountain (trail sign r7) and we continue for few meters. We climb to the left and we find again the trailsign.
We climb steeply with some non cycle stretches. We emerge in the clearings by now next to the peak and skirt the impressive void of the south wall.
We could directly climb from here to the near chapel on peak, but it is more cycle to turn to the left and follow the path that revolves the peak reaching it for the opposite side (km 22,5).
Gradient: 1200 ms.
Rideable: 95%.
Observations: The first part is exposed to the sun and without trees.
For the run in descent it is necessary to pay beware to the point in which the path detaches from the provincial road of the Scoglina. The path is to the right before the first hairpin bend, it is in ascent and pointed out by signals in varnish.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.