Itinerari mtb in Val Fontanabuona
Itinerario 02
Anello di San Colombano

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 1/2007 connessione
Partenza: San Colombano Certenoli
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 6, dall'itinerario 17.
Itinerario.
Partiamo dal Municipio di San Colombano ed andiamo in direzione Genova seguendo la SP 225 fino a quando incontriamo la strada, che a destra, sale per Orero (indicazioni; km 5,6). Svoltiamo a destra e saliamo.
Trascuriamo il bivio per Piammegorino e poi quello per Orero. Proseguiamo passando per le poche case di Costasecca ed arriviamo a Croce di Orero (km 13).
Dopo il paesino la strada continua a salire, effettua due tornanti ed una brusca rampa al cui termine proseguiamo su sterrata, in leggera discesa.
Di nuovo in salita aggiriamo un cocuzzolo e raggiungiamo un incrocio (km 16,1). Da sinistra arriva la strada asfaltata che sale da Lorsica.
Trascuriamo il sentiero che sale a destra e proseguiamo diritti fino al termine della sterrata (km 17,3).
A destra prendiamo un ampio sentiero che sale tra i prati.
Saliamo a spinta, prima ripidamente poi più facilmente, fino (km 17,7) ad incrociare il sentiero FIE r2 che non abbiamo preso all´incrocio della strada di Lorsica.
Svoltiamo a sinistra e saliamo per 100 metri fino ad incontrare un sentiero che arriva da destra (segnavia 7P).
Svoltiamo a destra e proseguiamo in prevalente discesa, ma con qualche faticosa risalita, costeggiando il versante.
I tratti più esposti sono protetti da ringhiere di legno di dubbia resistenza. Con qualche tratto a piedi raggiungiamo il sentiero che sale in vetta al monte Ramaceto (km 20,2) e lo lasciamo a sinistra. Dopo una breve discesa affrontiamo una salita poco ciclabile e finalmente scendiamo ad un valico (km 21; Passo del Dente).
Qui un sentiero scende a destra, un altro sale sul monte (m.te Mignano) di fronte ed un terzo obliqua a sinistra a mezzacosta. Seguiamo quest´ultimo (segnavia FIE r10) che attraversa il versante, con qualche saliscendi e passi non ciclabili, per arrivare sul crinale opposto (km 22,2).
Fin qui si potrebbe arrivare anche seguendo integralmente la cresta del m.te Mignano che offre una discesa difficile.
Proseguiamo in discesa arrivando all´asfalto del Passo di Romaggi (km 23,2).
Andiamo in discesa a destra seguendo l'asfalto fino al primo tornante (km 25). Qui prendiamo la strada sterrata a sinistra che si inoltra nel bosco e procede a mezzacosta.
Ad un bivio trascuriamo la strada a sinistra (itinerario 5; km 26,5) restando sulla via principale. Senza ulteriori difficoltà scendiamo a Ciappaia (km 28,2) dove entriamo sull'asfalto che seguiamo scendendo a San Colombano (km 31,9).
Dislivello: 1030 m.
Ciclabilità: 98%
Asfalto: 64%
Osservazioni:


mappa  gps  foto  foto

St. Colombano loop

Updating:
1/2007
Start point: San Colombano Certenoli
How to arrive: The country is reached by the itinerary 6 and by the itinerary 17.
Itinerary.
We depart from St. Colombano and we go to direction Genoa following the SP 225 up to when we meet the road, that to the right, ascent for Orero (indications; km 5,6). We turn to the right and we climb.
We neglect the alternative for Piammegorino and then that for Orero. We continue passing the few houses of Costasecca and we reach Cross of Orero (km 13).
After the small village road continues to climb, effects two hairpin bend and an abrupt ramp to whose term we continue on dirty, in light descent.
Again in ascent we revolve a summit and we reach an intersection (km 16,1). From left the asphalted road arrives that it climbs from Lorsica.
We neglect the path that climbs to the right and we continues rights up to the term of the dirty one (km 17,3).
To the right an ample path that climbs among the lawns we take.
We climb to push, first steeply then more easily, up (km 17,7) to cross the path FIE r2 that we have not taken to the fork of the road of Lorsica.
We turn to the left and we climb for 100 meters up to meet a path that arrives from right (trail sign 7P).
We turn to the right and we continue in prevailing descent, but with some fatiguing ascents, skirting the slope.
The tracts more exposed are protected from wood handrails of doubtful resistance. With some tract on foot we reach the path that climbs in peak to the Ramaceto mountain (km 20,2). After a brief descent we face a little cycle ascent and we finally go down to a pass (km 21; Pass del Dente).
Here a path goes down to the right, another climb on the opposite mountain (mount Mignano) and a third it obliques to the left along the hillside. We follow this (trail sign FIE r10) that crosses the slope, with some ups and downs and non cycle passages, to arrive on the opposite ridge (km 22,2).
As far as this point here we could also arrive integrally following the ridge of the mount Mignano that it offers a difficult descent.
We continue in descent arriving to the asphalt of the Romaggi Pass (km 23,2).
We go down to the right following the asphalt up to the first hairpin bend (km 25). We take to the left here the dirt road that it forwards its in the wood and it proceeds along the hillside.
To a fork we neglect to the left the road (itinerary 5; km 26,5) staying on the main road. Without further difficulties we go down to Ciappaia (km 28,2) where we enter on the asphalt that we follow going down to St. Colombano (km 31,9).
Gradient: 1030 ms.
Cycle: 98%
Asphalt: 64%
Observations:

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.