Itinerari mtb in Val Fontanabuona
Itinerario 01
Discesa dal Passo della Crocetta a Chiavari

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 12/2008 connessione
Partenza: Passo della Crocetta
Come arrivare: Il valico è raggiunto dall'itinerario 24.
Itinerario.
Dal Valico saliamo la scaletta che conduce alla cappella e saliamo sul sentiero che costeggia la costruzione (segnavia FIE r56). Proseguiamo in salita con qualche tratto pianeggiante, poi in falsopiano ed infine in discesa raggiungendo il santuario di N.S. di Montallegro (km 2,7).
Passiamo sulla stradina dietro alla Chiesa raggiungendo una piazzetta e proseguiamo in piano fino ad un ristorante. Proseguiamo ancora diritti prima in piano poi in salita.
Il sentiero prosegue largo tra i lecci con qualche saliscendi. Giungiamo ad un bivio (km 4,5) dove un segnavia (r14) va a sinistra mentre un altro (r16) prosegue.
Occorre salire a sinistra, ma conviene superare il bivio andando a destra per una ventina di metri e poi svoltare. Costeggiamo il versante settentrionale del monte per qualche centinaio di metri fino a sbucare su un colletto roccioso (km 4,8) dove il sentiero inizia rapidamente a scendere sul versante meridionale. Segue un tratto sconnesso che porta ad un valico (La Colla, km 6).
Lasciamo a sinistra la mulattiera che scende (variante 1.1) ed affrontiamo la salita seguendo i segnavia sul crinale.
La salita alterna tratti facili ad altri non ciclabili. Superato il punto più alto il sentiero scende, ripido e con salti rocciosi, e termina con una scala uscendo sull'asfalto.
Siamo ad un incrocio (Passo dell'Anchetta; km 6,8) da dove è possibile scendere a destra per sentiero a Semorile e a Zoagli, oppure scendere per asfalto a Leivi. Seguiamo invece l'asfaltata che sale ripida fino ad arrivare ad un tornante che precede una sbarra (km 7,5). A sinistra scende il sentiero con segnavia.
Lo stretto sentiero avanza a mezzacosta alternando tratti poco pendenti a discesa più ripide. Affrontiamo una discesa molto ripida e difficile, poi la pendenza diminuisce e raggiungiamo un incrocio (km 8,9) dove andiamo diritti scendendo ad una Edicola nei pressi di case Costa (km 9,2).
Proseguiamo la discesa sul sentiero, di nuovo alternando tratti pianeggianti e brevi ripide discese. Raggiungiamo una stradina sterrata (km 10) che non prendiamo e svoltiamo a destra per scendere due brevi scalette di pietra. Costeggiamo un muro a secco tra gli ulivi, ad un bivio teniamo la sinistra e raggiungiamo una lunga scala di cemento che scendiamo con qualche difficoltà sui gradini centrali, più ripidi.
Con percorso facile raggiungiamo la piazza della chiesa di Maxena e l´asfalto (km 10,5).
Trascuriamo la strada asfaltata e costeggiamo la chiesa. L´asfalto termina per lasciare il posto ad una mulattiera selciata che ci porta su un pianoro con ulivi dove confluisce su una sterrata. Proseguiamo per breve tratto e la strada diventa asfaltata. La seguiamo per pochi metri e, al tornante, la lasciamo andando a sinistra, sempre su asfalto.
In corrispondenza di una casa (km 11) proseguiamo diritti su mulattiera che arriva presso alla strada asfaltata proseguendo mattonata.
Un´ultima scala ci deposita sull´asfalto (km 11,3). Andiamo a sinistra seguendo la strada che confluisce sulla provinciale alla chiesa di San Pier di Canne (km 11,6), qui andiamo a destra raggiungendo Chiavari in circa 1 km.
Dislivello: - 780 m, +180.
Ciclabilità: 95%
Asfalto: 16%
Osservazioni:
Variante 1.1.
A La Colla seguiamo la mulattiera che scende a sinistra. Perdiamo quota con qualche tornante su una mulattiera sostenuta da alti muraglioni e raggiungiamo una strada asfaltata (km 0,6). Svoltiamo a destra e saliamo al Passo dell'Anchetta (km 0,9).


mappa  foto  gps

Descent from Crocetta Pass to Chiavari

Updating:
12/2008
Start point: Crocetta Pass
How to arrive: The Pass is reached by the itinerary 24.
Itinerary.
From the Pass we climb the stair that leads to the chapel and we climb on the path that skirts the construction (trail sign FIE r56). We continue in ascent with some level stretches, then almost level and finally in descent reaching the sanctuary of N.S. of Montallegro (km 2,7).
We pass on the narrow road behind the Church reaching a little square and we continue in plain to a restaurant. We still continue straight on first in plain then in ascent.
The path continues wide among the holm-hoakses with some up-and-downs. We come to a fork (km 4,5) where a trail sign (r56) it goes to the left while another (r16) it continues.
It is necessary to climb to the left, but it is worthwhile to overcome the fork going to the right for about twenty meters and then to turn. We skirts along the northern side of the mountain for some hundred meters up to emerge on a rocky saddleback (km 4,8) where the path quickly begins to go down on the southern side. It follows a rough stretch that leads to a pass (La Colla, km 6). Here they are possible two solutions.

  1. We go down to the left on narrow forest road to arrive on a tarmac road (longer run and with loss of height, but cycle).
  2. We continue straight on the path crossing the woody shoulder, first in ascent then in descent (few cycle but more elegant). The distances from here in before they are measured on this second hypothesis.

In every case it arrives to a square (Sella of the Anchetta mountain; km 6,8) from where it's possible to go down to the right on path to Semorile and Zoagli, or go down on asphalt in Fontanabuona. We climb instead on the tarmac that steep climbs up to arrive to an hairpin bend that precedes a bar (km 7,5). To the left the path goes down with trail sign.
The narrow path hillside advances alternating little leaning to steep descents. We face a very steep descent, then the inclination decreases and we reaches houses Costa (km 9,1).
We continue the descent on the path, again alternating level stretches and steep descents. We cross a passage among stony walls a brief stair going down. We skirt along a wall arriving a long staircase of concrete that we descend with difficulty.
With easy run we reach the square of the church of Maxena and the asphalt (km 10,5).
We neglect the tarmac and skirt the church. The asphalt finishes leaving the place to a steep paved mule-track that it finishes on a plain with olive trees. We continue for brief stretch on asphalt and we continue straight on mule-track that it arrives near to the tarmac road continuing paved.
A last staircase deposits us on the asphalt (km 11,2). We go to the left reaching the church of S. Pier di Canne, turn to the right here reaching Chiavari in around 1 km.
Gradient: in descent 780 ms, in ascent 180.
Ciclabilità: 97%
Tarmac: 16%
Observations:



Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.