Percorsi mtb nel finalese
Itinerario 35
Traversata da Finalborgo a Borgio

Vai agli altri percorsi della zona


Aggiornamento: 10/2010 connessione
Partenza: Finalborgo
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 51, dall'itinerario 59.
Itinerario.
Partiamo dal centro storico di Finalborgo ed usciamo da Porta Testa raggiungendo la strada che sale all´autostrada. Qui svoltiamo a sinistra. Dopo un centinaio di metri troviamo a destra una sterrata che sale, chiusa da una catena (km 0,4; segnavia FIE r9).
Svoltiamo e saliamo senza difficoltà raggiungendo una chiesetta. La salita si fa più difficile a causa del fondo dissestato. Superiamo due tornanti e raggiungiamo il termine della strada (km 1,9).
A piedi saliamo alcuni metri per raggiungere la strada di cava al di sopra. Proseguiamo a destra sulla strada che continua a salire.
Incontriamo e trascuriamo un altro cancello della cava ed arriviamo alla sommità (km 2,8) della salita. A destra seguiamo il sentiero che si inoltra sull'altopiano.
Ad un bivio (km 2,9) proseguiamo diritti trascurando il segnavia che va a destra.
Ritrovato il segnavia proseguiamo in leggera salita. Incontriamo un altro bivio (km 3,4) dove scendiamo a sinistra seguendo il segnavia.
Percorriamo un tratto con qualche gradino di roccia, prima in discesa poi in salita e con qualche saliscendi
Dopo la confluenza col sentiero che avevamo lasciato al bivio il percorso va in discesa fino a raggiungere il sentiero che proviene da Borgio (FIE r22; km 4).
Svoltiamo a destra. Il sentiero sale leggermente ad un dosso (a destra un sentierino porta ad un incantevole angolo tipicamente finalese) e poi scende al margine di un ampio prato (km 4,2) caratterizzato da una bella dolina.
Non seguiamo la mulattiera selciata che sale sulla sinistra (parzialmente non ciclabile), ma andiamo a destra, attraversiamo il prato ed incontriamo un sentiero (segnavia FIE r28; km 4,4) che seguiamo a sinistra.
Al termine della salita usciamo sul sagrato delle chiese di S. Martino (ristorante; km 4,5).
Attraversiamo il cortile tra le due chiese e giriamo a sinistra dietro all'abside. Seguendo i segnavia seguiamo la traccia in salita, all'inizio non ciclabile.
La mulattiera raggiunge la grande croce della apparizioni mariane (km 4,7).
Scendiamo sull'ottimo sentiero arrivando ad un incrocio dove svoltiamo a destra col segnavia (FIE r9 e r22).
Il sentiero rimane buono, ma presenta qualche salita accidentata. Quando il sentiero si allarga per diventare una strada trascuriamo un sentiero a destra e saliamo, con un ripido strappo iniziale, ai ripetitori (km 5,3).
Proseguiamo sulla strada che scende e raggiunge la selletta che precede la Torre di Bastia (km 5,8).
Dopo cinquanta metri lasciamo a destra il sentiero dell'itinerario 20 e seguiamo la sterrata.
Dopo una lieve salita la strada scende fino a raggiungere l'asfalto (km 6,5). Svoltiamo a destra (segnavia g45 piuttosto saltuario) e, dopo cento metri, imbocchiamo una sterrata a sinistra.
Trascuriamo alcune strade laterali e restiamo sulla principale, che non perde quota, fino ad un bivio (km 6,8) dove andiamo diritti su una stradina minore.
Corriamo tra gli ulivi fino al termine della strada. Il percorso diventa una mulattiera sassosa che scende tra muri a secco. Il fondo gradatamente peggiora ed è un po' disturbato da qualche cespuglio.
Superiamo qualche passo difficile e scendiamo al bivio (km 7,7) per Roccaro. Andiamo diritti sul sentiero che resta impegnativo anche se con difficoltà minori.
La mulattiera si allarga a strada agricola che diventa asfaltata e termina ad un incrocio (km 8,2).
Proseguiamo diritti, passiamo presso alcune nuove case ed entriamo nel borgo antico di Borgio. All'altezza dell'abside della chiesa (km 8,6) svoltiamo a sinistra entrando tra i vicoli che percorriamo a bassa velocità.
Raggiungiamo la chiesa e scendiamo ancora fino ad uscire dal borgo sull'asfalto (km 8,8).
Andiamo a destra e seguiamo la strada. Costeggiamo il torrente che costituisce il confine con Pietra Ligure fino a raggiungere la zona centrale della città nuova (km 9,6).
Dislivello: 350 m.
Ciclabilità: 98%
Asfalto: 13%
Osservazioni:
Variante 35.1:
Immediatamente prima di uscire sul sagrato della chiesa di San Martino, al termine della salita, andiamo diritti e scendiamo sulla bella strada lastricata.
Attraversiamo le case di Verezzi e, prima di entrare nel parcheggio, svoltiamo a sinistra (km 0,5) imboccando una mulattiera.
Attraversiamo la strada asfaltata (km 0,7) e scendiamo alla piazza della frazione Piazza (km 0,9).
Svoltiamo a detra nella strada che attraversa un portico e raggiungiamo frazione Roccaro (km 1). All'uscita dalle case prendiamo la mulattiera a destra (anche quella a sinistra va a Borgio).
La mulattiera (via di rian) presenta qualche passo dissestato e scende ad attraversare il rio (km 1,5). Dopo una breve salita scendiamo tra i cespugli e raggiungiamo l'itinerario principale (km 1,8). Novembre 2010. Molto interessanti i borghi attraversati.




 mappa  gps  foto

Crossing from Finalborgo to Borgio

Updating:
10/2010
Start point: Finalborgo
How to arrive: The country is reached by the itinerary 51, by the itinerario 59Itinerary.
We start from the historical center of Finalborgo and we go out of Porta Testa reaching the road that goes to the highway. We turn to the left here. After hundred meters we find to the right an unsurfaced road that climbs, closed by a chain (km 0,4; trail sign FIE r9).
We turn and we climb without difficulty reaching a church. The ascent does its more difficulty because of the ruined bottom. We overcome two hairpin bends and we reach the term of the road (km 1,9).
By foot we climb some meters to reach above the road of quarry. We continue to the right on the road that keeps on climbing.
We meet and we neglect another gate of the quarry and we reach the summit (km 2,8) of the ascent. To the right we follow the path that forwards its on the highland.
To a fork (km 2,9) we continue straight neglecting the trail sign that goes to the right.
Found again the trail sign we continue in light ascent. We meet another fork (km 3,4) where we go down to the left following the trail sign.
We cross a tract with some step of rock, first in descent then in ascent and with some ups and downs
After the confluence with the path that we had left to the fork the run it goes to descent up to reach the path that arrives from Borgio (FIE r22; km 4).
We turn to the right. The path slightly climbs to a back (to the right a narrow pathbrings to an enchanting angle typically finalese) and then it goes down to the border of an ample lawn (km 4,2) characterized by a beautiful doline.
We don't follow the paved mule-track that it climbs on the left (partially not cycle), but we go to the right, we cross the lawn and we meet a path (trail sign FIE r28; km 4,4) that we follow to the left.
At the end of the ascent we go out on the church square of the churches of S. Martino (restaurant; km 4,5).
We cross the courtyard among the two churches and we turn to the left behind the apse. Following the trail signs we follow the trace in ascent, non cycle at the beginning.
The mule-track reaches the great cross of the apparitions of Our Lady (km 4,7).
We go down on the good path arriving to an intersection where we turn to the right with the trail sign (FIE r22 and r9).
The path is good, but offers some uneven ascent. When the path widens for becoming a road we neglect to the right a path and we climb, with a steep initial ramp, to the aerials (km 5,3).
We continue on the road that goes down and it reaches the saddleback that precedes the Tower of Bastia (km 5,8).
After fifty meters we leave to the right the path of the itinerary 20 and we follow the unsurfaced road.
After a light ascent the road goes down up to reach the asphalt (km 6,5). We turn to the right (irregular trail sign g45) and, after one hundred meters, we take to the left an unsurfaced road.
We neglect some side roads and we stay on the principal one, that doesn't lose altitude, up a fork (km 6,8) where we go straight on a smaller narrow road.
We race among the olives up to the term of the road. The run becomes a stony mule-track that goes down among dry walls. Gradually the bottom worsens and is some disturbed by some bush.
We overcome some difficult pass and we go down to the fork (km 7,7) for Roccaro. We go straight on the path that stays binding even if with smaller difficulty.
The mule-track widens to agricultural road that becomes asphalted and it finishes to an intersection (km 8,2).
We continue straight, we pass near some new houses and we enter the ancient suburb of Borgio. To the height of the apse of the church (km 8,6) we turn to the left entering among the alleys that we cross subrate.
We reach the church and we go down to go out of the suburb on the asphalt (km 8,8).
We go to the right and we follow the road. We skirt the stream that constitutes the border with Pietra Ligure up to reach the central zone of the new city (km 9,6).
Gradient: 350 ms.
Tarmac: 13%
Cycle: 98%
Observations:
Variation 35.1:
Immediately before going out on the church square of the church of St. Martin, at the end of the ascent, we go straight and we go down on the beautiful paved road.
We cross the houses of Verezzi and, before entering the car park, we turn to the left (km 0,5) taking a mule-track.
We cross the asphalted road (km 0,7) and we go down to the square of the hamlet Piazza (km 0,9).
We turn to the right in the road that a portico crosses and we reaches hamlet Roccaro (km 1). At the exit of the houses we take to the right the mule-track (also that to the left goes down to Borgio).
The mule-track (street of rian) offers some ruined pass and it goes down to cross the brook (km 1,5). After a brief ascent we go down among the bushes and we reach the principal itinerary (km 1,8). November 2010. Very interesting the crossed suburbs.


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.