Percorsi mtb nel finalese
Itinerario 30
Traversata da Orco alle Manie

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 12/2017 connessione
Partenza: Orco
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 2, dall'itinerario 59, dall'itinerario 48.
Itinerario.
Da Orco seguiamo la SP in discesa verso Feglino e svoltiamo a destra in una stradina (km 0,2).
Dopo la salita la strada scende e torna sulla provinciale (km 0,8) che seguiamo a destra.
Al vicino tornante svoltiamo a destra e saliamo a Costa (km 0,9) dove proseguiamo sulla strada principale che, a destra, ci porta a un incrocio (km 1,1).
Saliamo a destra sulla strada che diventa sterrata e raggiunge un quadrivio (km 1,6).
Svoltiamo a destra e saliamo a un bivio dove andiamo diritto sulla strada che diventa asfaltata e scende a Orco (km 2,4).
Attraversiamo la strada di fronte alla chiesa e imbocchiamo quella che sale al cimitero dove prendiamo la strada a destra, asfaltata ancora per qualche metro.
La strada scende percorrendo il crinale e termina a un bivio foto (km 2,8).
Prendiamo la mulattiera che prosegue nella stessa direzione e scende al fondo della Valle Nava (km 2,9) dove confluiamo sul segnavia r18 .
La larga mulattiera scende nella valle boscosa con facile percorso foto. Superiamo il sentiero per la Strapatente e andiamo a sinistra al grande bivio successivo (km 4).
Il percorso diventa più accidentato con qualche salita corta e rocciosa foto e ripide discese accidentate.
Al bivio per l'altro ingresso della Strapatente incontriamo anche il segnavia r8 e scendiamo fino al giardino di torri e grandi massi ai piedi della Bastionata di Boragni foto.
Quando incrociamo una strada forestale (km 4,7) la seguiamo a destra e scendiamo velocemente all'asfalto.
Scendiamo a destra e seguiamo la strada fin quasi a Boragni. Poco prima di entrare in paese svoltiamo a sinistra (km 5,1) per imboccare una strada campestre.
A un bivio foto stiamo a destra e proseguiamo in discesa sulla strada che raggiunge delle case dove diventa asfaltata.
Attraversiamo il ponte, usciamo sulla SP8 (km 5,6) e andiamo a sinistra per trenta metri.
Svoltiamo a destra nella stradina che diventa erbosa e conduce a una casa (Ca' del Bò) che possiamo aggirare a destra o a sinistra ritrovando l'asfalto.
Seguiamo la strada a destra lasciando le case per prendere la mulattiera (km 5,8) che sale, ripida all'inizio.
Costeggiamo una recinzione e usciamo su una strada asfaltata (che avremmo potuto seguire fin qui con percorso meno tortuoso).
Saliamo a destra a Berea (km 6,1) e giriamo a sinistra al bivio davanti alle case salendo ripidamente.
Quando termina l'asfalto prendiamo la mulattiera a destra che sale poco ciclabile foto.
Arriviamo a Portio entrando su asfalto e raggiungendo la chiesa (km 6,5) posta sulla SP.
Seguiamo la strada salendo a sinistra fin quasi al primo tornante e qui (km 6,9) prendiamo la mulattiera che scende a destra segnalata r28 .
Dopo pochi metri la mulattiera diventa pianeggiante poi presenta qualche saliscendi. A un bivio stiamo a sinistra e saliamo a un secondo bivio andando anche qui a sinistra.
La mulattiera supera alcune rovine (km 7,2), scende leggermente e sale attraversando una zona ripida sostenuta da un alto muro foto.
Superiamo l'ingresso di una grotta e saliamo fino al termine del sentiero in località Cappelletta di Portio (km 7,6).
Attraversiamo la strada e imbocchiamo di fronte il sentiero segnavia r28 che scende.
La prima parte è ripida e alquanto dissestata poi la pendenza diminuisce foto ma incontriamo ancora una zona con pietre emergenti. Saliamo leggermente e iniziamo la discesa costeggiando imponenti muri a secco degli antichi terrazzamenti.
La mulattiera termina sulla strada romana alla Ca' du Puncin (km 8,4).
Giriamo a destra e seguiamo la strada che subito attraversa il ponte.
Scendiamo in un caratteristico toboga e attraversiamo una zona rocciosa che reca i solchi dei carri e arriviamo a un bivio (km 9,1).
Svoltiamo a sinistra sulla strada forestale che ha sostituito il vecchio sentierino e lasciamo la Val Ponci per inoltrarci nella valletta laterale.
Dopo una parte pianeggiante la stradina sale e dobbiamo superare una zona rocciosa e difficile. Con percorso più facile saliamo al piazzale di Arma (km 10,8).
Passiamo di fronte al ristorante dell'Arma e seguiamo l'asfalto fino alla chiesa di San Giacomo (km 11,1). Svoltiamo a sinistra e seguiamo lo stradone che risale la valle fino a uscire sulla SP di fronte al ristorante Ca' Ferrin (km 12,1).
Dislivello: -480 m. e +410 m.
Ciclabilità: 97%
Asfalto: 27%
Osservazioni:


mappa  slide


Updating: 2017/11
Start point: Orco
How to arrive: The village is reached by the itinerary 2, by the itinerary 59, by the itinerary 48.
Itinerary.
From Orco we follow the SP downhill towards Feglino and turn right into a small road (km 0,2). After the ascent the road descends and returns to the provincial road (km 0.8) that we follow to the right.
At the nearby hairpin bend we turn right and go up to Costa (km 0,9) where we continue on the main road which, on the right, leads us to a crossroads (km 1,1).
We climb to the right on the road that becomes a dirt one and reaches a crossroads (km 1,6). We turn to the right and go up to a fork where we go straight on the road that becomes asphalted and goes down to Orco (km 2,4).
We cross the road in front of the church and take the one that goes up to the cemetery where we take the road to the right, still paved for a few meters.
The road descends along the ridge and ends at a fork (km 2,8). We take the mule track that continues in the same direction and descends to the bottom of the Valle Nava (km 2,9) where we merge onto the trail mark r18 .
The wide mule track goes down into the wooded valley with an easy path. We pass the path to the Strapatente and go left at the next big junction (km 4).
The path becomes more bumpy with some short and rocky ascents and steep bumpy descents. At the junction for the other entrance of the Strapatente we also meet the trail sign r8 and descend to the garden of towers and large boulders at the foot of the Bastionata di Boragni.
When we cross a forest road (km 4,7) we follow it to the right and we quickly go down to the asphalt. We go down to the right and follow the road almost to Boragni.
Just before entering the village we turn left (km 5.1) to take a country road. At a junction we are on the right and continue downhill on the road that reaches the houses where it becomes asphalted.
We cross the bridge, we go out on the SP8 (km 5,6) and go left for thirty meters.
We turn right into the lane that becomes grassy and leads to a house (Ca' del Bò) that we can get around to the right or left finding the asphalt.
We follow the road on the right leaving the houses to take the mule track (km 5,8) that goes up, steep at the beginning. We walk along a fence and go out on a paved road (which we could have followed so far with a less tortuous path).
We climb to the right to Berea (km 6,1) and turn to the left at the fork in front of the houses climbing steeply. When the asphalt ends we take the mule track to the right that climbs little cycle.
We arrive at Portio entering on asphalt and reaching the church (km 6,5) placed on the SP. We follow the road going up to the left almost to the first bend and here (km 6,9) we take the mule track that goes down to the right marked r28 .
After a few meters the trail becomes flat and then has some ups and downs. At a crossroads we are on the left and go up to a second fork, also going left here.
The mule track passes some ruins (km 7,2), it goes down slightly and climbs through a steep area supported by a high wall. We pass the entrance of a cave and go up to the end of the trail at the Cappelletta di Portio (km 7,6) crossroads.
We cross the road and take the trail sign r28 that goes down in front of it. The first part is steep and somewhat rough then the slope decreases but we again encounter an area with emerging stones.
We climb slightly and begin the descent, skirting dry-stone walls of the ancient terracing. The trail ends on the Roman road to the Ca' du Puncin (km 8,4).
We turn right and follow the road that immediately crosses the bridge. We go down a characteristic toboggan and cross a rocky area that brings the furrows of the carriages and we arrive at a fork (km 9.1).
We turn left on the forest road that has replaced the old path and leave the Val Ponci to enter the side valley.
After a flat part the road climbs and we have to overcome a rocky and difficult area. With easier route we climb to the square of Arma (km 10,8).
We pass in front of the Arma restaurant and follow the asphalt to the church of San Giacomo (km 11.1). We turn left and follow the road that goes up the valley up to come out on the SP in front of the Ca' Ferrin restaurant (km 12.1).
Difference in height: -480 m. and +410 m.
Cycle: 97%
Asphalt: 27%
Remarks:


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.