Percorsi mtb nel finalese
Itinerario 13
Da Finale Marina al Ciappo delle Conche

Vai agli altri percorsi della zona


Aggiornamento: 12/2006 connessione
Partenza: Finale Marina
Come arrivare:
Itinerario.
Dalla stazione ferroviaria seguiamo l'Aurelia verso levante svoltando a sinistra, indicazioni per Final Borgo, al primo incrocio.
Dopo circa 500 m svoltiamo nella strada in salita a destra (indicazioni per S. Bernardino e Sporting Club). La strada sale a tornanti con numerosi incroci dove restiamo sulla strada principale.
Arriviamo così (km 4,3) ad un quadrivio con un pino al centro: la strada principale prosegue pianeggiante, a destra sale una stradina per la chiesa di S.Bernardino mentre a sinistra sale un'altra strada che prendiamo (anche segnavia FIE r12).
Dopo una breve salita arriviamo ad un piazzale con panchine dove lasciamo a sinistra l'itinerario 60 e proseguiamo in leggera salita per un centinaio di metri fino all´incrocio con via degli Alisei. Svoltiamo a sinistra e raggiungiamo il piazzale del condominio Rubino dove termina l´asfalto (km 4,8).
Superiamo una sbarra e prendiamo la bella e comoda sterrata che si inoltra sull'altopiano.
Con percorso pianeggiante raggiungiamo due tralicci dell'alta tensione dove trascuriamo il ripido sentiero che scende, non ciclabile, a Calvisio e proseguiamo diritti.
Superiamo un'area pic-nic e proseguiamo sul polveroso stradone che porta ad un bivio notevole (km 6,4) dove svoltiamo nella strada a sinistra (segnavia r12; andando diritti si arriverebbe, in 1 km, a Pratorotondo).
La strada scende verso le radure di Casa del Vacchè ma la lasciamo (km 6,5) quando è sbarrata per prendere il sentiero a sinistra.
Il sentiero presenta un andamento a saliscendi ed attraversa la testata di numerose vallette, un po' nei boschi un po' per radure. Attraversiamo il lastrone di pietra che costituisce il Ciappo dei Ceci proseguendo fino ad arrivare all´inizio di una salita che superiamo a spinta per uscire al Ciappo delle Conche (km 8,9).
Dislivello: 400 m.
Ciclabilità: 99%
Osservazioni: E' un percorso affollato di pedoni nei festivi.
Variante 13.2.
Percorribile solo in discesa. Interessante alternativa alla strada asfaltata.
Dall'incrocio con pino scendiamo lungo la strada asfaltata di salita. Dopo circa 800 metri, in corrispondenza di una curva a destra, lasciamo l'asfalto e svoltiamo a sinistra. Attraversiamo una sbarra ed entriamo in un prato pianeggiante (segnavia FIE r12) al cui termine il sentiero scende, stretto e gradatamente più ripido.
Al termine di una discesa con passaggi rocciosi giungiamo ad un bivio (km 1,5) dove svoltiamo a sinistra. Il sentiero procede quasi pianeggiante, costeggia una recinzione e termina sull'asfalto (km 1,8).
Scendiamo seguendo la strada asfaltata che lasciamo quando, a destra, incontriamo un sentiero (km 2, r12). Il percorso è facile all'inizio ma si trasforma in una scala che scende con alcuni tornanti. Passiamo di fronte all'ingresso dell'Ostello della Gioventù ed usciamo sull'asfalto (km 2,2). Svoltiamo a sinistra abbandonando il segnavia e seguiamo la strada asfaltata che scende al castello. A fianco della costruzione lasciamo la strada e scendiamo la scala che costeggia le mura. Dopo le prime rampe la scale diventa facile e ci porta a Finale Marina (km 2,7).


 mappa  gps  foto  foto  foto  foto

From Finale Marina to the Ciappo delle Conche

Updating:
12/2006
Start point: Finale Marina
How to arrive:
Itinerary.
From the railway station we follow the Aurelia toward east turning to the left, indications for Final Borgo, at the first intersection.
Later around 500 ms we turn to the right in the road in ascent (indications for S. Bernardino and Sporting Club). The road climbs with switcback with numerous intersections where we stay on the principal road.
We arrive so (km 4,3) to a crossroads with a pine to the center: the main road continues level, to the right climb a narrow road to the church of S. Bernardino while to the left climb another road that we take (also trail sign FIE r12).
After a brief ascent we arrive to a square with benches where we leave to the left the itinerary 60 and we continue in light ascent for hundred meters as far as the fork with street of the Aliseis. We turn to the left and we reach the square of the condominium Ruby where the asphalt finishes (km 4,8).
We overcome a bar and we take the beautiful and comfortable unsurfaced road that forwards on the highland.
With level run we reach two pylons of the high voltage where we neglect the steep path that goes down, not cycle, to Calvisio and we continue straight on. We overcome an area pic-nic and then we meet the mule-track crossed by the variation (km 5,6) where we turn to the right.
The ample narrow road brings to a fork among two equally important roads (km 6,4) where we turn in the wide left path (trail sign r12; going straight we would arrive, in 1 km, to Pratorotondo).
The path assumes an ups and downs course and crosses the heading of numerous little valley, some in the woods some for clearings. We cross the slab of stone that constitutes the Ciappo of the Ceci continuing up to arrive at the beginning of an ascent that we overcome by foot to go out to the Ciappo of the Basins (km 8,9).
Gradient: 400 ms.
Cycle: 99%
Observations: it's a run crowded of pedestrians in the festive days.
Varying 13.1.
At the square we turn to the left going down for street Pancaldo (trail sign FIE r12).
At the end of the brief descent we take to the right the only unmetalled road (descriptive poster of the Park of the Finalese, trail sign FIE r12).
A brief descent brings to cross the thalweg, then we climb on rough bottom; the mule-track becomes path in the middle of the Mediterranean stain.
To a fork (km 1,2) we meet the main itinerary that arrives from right and we continues straight with that.
Varying 13.2.
Practicable only in descent. Interesting alternative to the asphalted road.
From the intersection with pine we go down along the asphalted road of ascent. Later around 800 meters, in correspondence of a curve to the right we leave the asphalt, and we turn to the left. We cross a bar and we enter a level lawn (trail sign FIE r12) to whose term the path goes down, narrow and gradually steeper.
At the end of a descent with rocky passages we come to a fork (km 1,5) where we turn to the left. The path proceeds almost level, it skirts an enclosure and it finishes on the asphalt (km 1,8).
We go down following the asphalted road that we leave when, to the right we meet a path, (km 2, r12). The run is easy to the beginning but it turns its into a staircase that goes down with some switcbacks. We pass in front of the entry of the hostel of the Youth and we go out on the asphalt (km 2,2). We turn to the left giving up the trail sign and we follow the asphalted road that goes down to the castle. Beside the construction we leave the road and we go down the staircase that skirts the boundaries. After the first ramps the staircases it becomes easy and it brings us Final Marina (km 2,7).

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.