Percorsi mtb nel finalese
Itinerario 04
Salita da Spotorno alle Rocche Bianche

Vai agli altri percorsi della zona


Aggiornamento: 9/2008 connessione
Partenza: Spotorno
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 50, dall'itinerario 25, dall'itinerario 26.
Itinerario.
Dalla stazione FS di Spotorno ci dirigiamo verso nord, costeggiando la ferrovia.
Svoltiamo a destra nella strada e seguiamo la strada principale che si dirige verso l'estremità di levante di Spotorno.
Prestiamo attenzione alle stradine che salgono tra le case, sulla sinistra.
Quando troviamo una strada più ampia (v. Laiolo) con indicazione "agriturismo Mae Vigna" la prendiamo iniziando a salire (km 0,9).
La strada sale fino ad uscire dalle case ed arriva all'agriturismo. Passiamo davanti all'edificio, poi la stradina svolta a destra, in salita (km 1,9; a sinistra segnavia e variante 4.1); ora seguiamo anche il segnavia g10.
Superiamo una ripida rampa in cemento al cui termine proseguiamo sulla strada in piano, sterrata.
Dobbiamo superare un altro tratto ripido in cemento a cui segue un ripido tratto con fondo poco aderente e non ciclabile, poi proseguiamo meno faticosamente fino ad uscire sulla larga insellatura (km 4,2; Passo Stretto) che separa il monte Mao dal Bric Colombino.
Qui passa il segnavia FIE r14, che seguiremo a lungo, e di qui passano alcuni itinerari (itinerario 8, itinerario 20, della zona di Vado).
Andiamo a sinistra salendo dolcemente fino ad incrociare una strada che sale a destra (traliccio ENEL; km 4,8).
La prendiamo abbandonando la strada che prosegue (variante 4.2)
La salita inizia ripida poi la pendenza si attenua, superando qualche tratto ripido percorriamo la nuova strada che aggira la vetta e la raggiunge dal versante settentrionale. Siamo in vetta al Bric Colombino (km 5,4).
Proseguiamo in cresta con vari saliscendi fino ad una insellatura: qui andiamo a destra r14 evitando la rampa che sale.
La strada prosegue costeggiando sul versante settentrionale e conduce ad un trivio (km 7,8). E' possibile abbandonare il percorso scendendo per la strada a sinistra che conduce sulla variante 2.
Proseguiamo a destra (sempre segnavia FIEr14) affrontando una breve rampa e poi facilmente fino a confluire su una sterrata di cui prendiamo il ramo di sinistra, che sale (km 9).
Proseguiamo arrivando in breve alla confluenza con la larga strada sterrata che sale alle Rocche Bianche (km 9,6).
Svoltiamo a destra e seguiamo la sterrata che conduce ad incrociare una strada asfaltata (km 10,4).
Svoltiamo a sinistra e saliamo su asfalto. Lasciamo a destra la trattoria Ca' de Gatti e raggiungiamo il piazzale delle Rocche Bianche (km 12,2).
Dislivello: 700 m.
Ciclabilità: 98%
Asfalto: 33%
Osservazioni:
Variante 4.1.
Solo discesa. Breve percorso divertente, normalmente utilizzato effettuando questo itinerario al contrario. Raggiungiamo la curva al termine delle ripide discese (l´agriturismo Mae Vigna è a sinistra a meno di 100 metri). Non svoltiamo verso l´agriturismo ma proseguiamo diritti (segnavia g10 e r28). Scendiamo su una mulattiera cementata che raggiunge un sentiero dove andiamo a sinistra. Usciamo su una strada (km 0,15) che seguiamo a destra per una decina di metri. Prendiamo la crosa a sinistra e raggiungiamo il castello ed un bivio. Sempre sui segnavia scendiamo a destra su lunghi scalini, attraversiamo una strada e proseguiamo su una facile scala.
Raggiunto l'oratorio di Santa Caterina (km 0,5) andiamo a destra ed usciamo sulla viabilità principale. La stazione FS di Spotorno è a destra a 200 metri.
Variante 4.2.
Permette di evitare qualche chilometro di asfalto. Molto consigliabile in discesa, in salita può costringere a due brevi tratti a piedi.
Alle Rocche Bianche lasciamo la strada in discesa e svoltiamo a sinistra (segnavia FIE r19; percorso in comune con l'itinerario 4 del Vadese).
Al bivio che precede la cascina svoltiamo a destra e proseguiamo sul largo sentiero fino ad un quadrivio (km 1,7). Svoltiamo a destra e scendiamo seguendo una strada sterrata (segnavia FIE r14) che ci porta sull'asfalto (km 2). Attraversiamo la strada e prendiamo la sterrata che scende a destra e scende a confluire con la grande sterrata dell'itinerario principale (km 2,1).
Variante 4.3.
La strada che prosegue oltre l´incrocio per il bric Colombino raggiunge la provinciale che sale da Spotorno a Tosse ed a Magnone. Tutto il percorso è ampio ed in parte asfaltato (km 3).


 mappa  gps

Cross from Spotorno, via Val Ponci

Updating:
2/2005
Start point: Spotorno
How to arrive: The country is reached by the itinerary 50, by the itinerary 25 and by the itinerary 26.
Itinerary.
From the station FS of Spotorno we direct toward north, skirting the railroad.
We turn to the right in the road and we follow the main road that directs toward the east extremity of Spotorno.
We pay beware to the little road that climb among the houses on the left.
When we find an ampler road (v. Laiolo) with indication "agriturismo Mae Vigna" we turn beginning to climb (km 0,9)..
The road climbs up to go out of the houses and it reaches the agritourism. We pass in front of the building, then the narrow road turns to the right, in ascent (km 1,9; to the left trail sign and variation 4.1).
We get over a steep ramp in concrete to whose term continue on the dirt, plain road. Now we also follow the trail sign g10.
We have to overcome another steep stretch in concrete to which follows a steep stretch with a little adherent ground, we laboriously continue then up to go out on the wide saddleback (km 4,2) that it separates the Mao mountain from the bric Colombino.
Here it passes the trail sign FIE r14, that we will follow for a long time, and here they pass some itineraries (itinerary 8, itinerary 20, of the zone of Vado).
We go to the left climbing up to cross to the right a road that climbs (pylon ENEL; km 4,8).
We turn leaving the road that continues (varying 4.2)
The ascent begins steep then it weakens, but at the end it becomes so steep to be no cycle for 50 meters. When it finishes we are in peak to the bric Colombino (km 5,4).
We continue on the ridge with various up-and-down up to a saddleback, here we go to the right avoiding the ramp that climbs.
The road continues skirting on the northern side and conducts to a crossroads (km 7,8). It's possible to leave the run going down to the left on the road that it leads on the variation 2.
We continue to the right (always trail sign FIE r14) facing a brief ramp and then easily up to meet on a dirt road of which we take the branch of left, that climbs (km 9).
We continue reaching shortly the confluence with the road that climbs to the White Rocks (km 9,6).
We turn to the right and we follow the dirt road that leads to cross an asphalted road (km 10,4).
We turn to the left and we climb on asphalt. We leave to the right the restaurant House of the Cats and we reach the square of the White Rocks (km 12,2).
Gradient: 550 ms in ascent.
Rideable: 99%
Observations:
Tarmac: 33%
Varying 4.1.
Only descent. Brief amusing run. We reach the curve at the end of the steep descents (the agritourism Mae Vigna is to the left to less than 100 meters). We don't turn toward the agritourism but we continue straight on (trail sign g10 and r28). We go down on a filthy mule-track that a path reaches where we go to the left. We go out on a road that we follow to the right for about ten meters. We take to the left the mule-track and we reach the castle. Always on the trail signs we go down to the right on long stairs, we cross a road and we continue on an easy staircase.
Reached the oratory of S. Caterina we go to the right and go out on the main road. The station FS of Spotorno is to the right to 200 meters.
Varying 4.2.
The road that continues over the intersection for the bric Colombino reaches the provincial road that climbs form Spotorno to Tosse and to Magnone. The whole run is ample and partly asphalted (km 3).

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.