In mtb intorno al Passo del Bracco
Itinerario 13
Traversata da Framura a Bonassola

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 12/2008 connessione
Partenza: Setta di Framura
Come arrivare: Il paese è una delle frazioni di Framura; è raggiungibile con l'itinerario 7.
Itinerario.
Framura è suddivisa in numerose frazioni. Partiamo da quella chiamata Setta ed andiamo in discesa seguendo la strada asfaltata diretta al porticciolo ed alla stazione.
Superiamo la frazione Anzo e continuiamo a scendere, ma ancora per poco. Ad un tornante verso destra (km 1,6) lasciamo la strada e svoltiamo a sinistra in via Duina. La strada costeggia il sottostante porticciolo, con belle visioni della costa e belle esposizioni di colate basaltiche a cuscini. Superiamo un ripido strappo, poi, più facilmente, arriviamo al termine della strada (km 2,3) dove inizia il sentiero.
Saliamo sul sentiero di sinistra (segnavia 1, azzurro) con un percorso ripido e parzialmente scalinato. La pendenza diminuisce ma procediamo in sella con cautela a causa degli strapiombi sottostanti, parzialmente protetti da una ringhiera di legno.
Il pittoresco percorso scende ad un ponte (km 3) oltre il quale affrontiamo una ripida salita, non ciclabile per 400 metri, che ci porta ad una casa dove troviamo l´asfalto (B&B; km 3,6).
Seguiamo l'unica strada che sale ad un colletto (km 3,7; loc. Salice). Qualche metro prima svoltiamo a destra in un sentiero (indicazioni).
Costeggiamo una recinzione ed attraversiamo un ponticello (km 4).
Affrontiamo ancora una salita che precede la discesa, a tratti ripida. Arriviamo ad incrociare una stradina (km 4,8) dove svoltiamo a sinistra e saliamo, su fondo in cemento, raggiungendo il quadrivio di Foce Carpeneggio (km 4,9).
Proseguiamo diritti sulla stradina che scende verso Bonassola trascurando il sentiero di destra (variante 13.1) e quello di sinistra (variante 13.2). La strada diventa cementata e termina all'incrocio con via Roma (km 5,5). Svoltiamo a sinistra e seguiamo la strada che porta alla stazione di Bonassola (km 6,3).
Dislivello: in salita 220 m
Ciclabilità: 89%
Asfalto: 52%
Osservazioni:


mappa  gps  foto  foto  foto  foto

Cross from Framura to Bonassola

Updating:
12/2008
Start point: Setta di Framura
How to arrive: The country is one of the hamlets of Framura; it's attainable by the itinerary 7.
Itinerary.
Framura is divided in numerous hamlets. We depart from that called Setta and we go to descent following the tarmac road that goes down to the dock and the station.
We get over the hamlet Anzo and we keep on going down, but still for little. To a hairping curve toward right (km 1,6) we leave the road and we turn to the left in the street Duina. The road skirts along the underlying dock with beautiful visions of the basaltic pillows. Get over a steep ramp, more easily arrives at the end of the road, (km 2,3) where the path begins.
We climb on the path of left (trail sign 1, blue) with steep and partially stepped run. The inclination decreases but we proceeds in saddle with caution because of the underlying precipices, partially protected from a wood handrail.
The picturesque run goes down to a bridge (km 3) over which face a steep ascent, not cycle for 400 meters, that leads to a house where we find the tarmac (km 3,6).
We follow the only road that leads to a pass (km 3,7; loc. Salice). Some meter first we turn to the right in a path (indications).
We skirt along an enclosure and we cross a bridge. The run presents some steep descents then we arrive to cross a narrow road (km 4,8) where we turn to the left and climb, on ground in concrete, reaching the crossroads of Pass Carpeneggio (km 4,9).
We continue straight on the narrow road that goes down toward Bonassola disregarding the path of right (varying 13.1) and that of left (varying 13.2). The road meets with street Rome (km 5,5), we turn to the left on the road that leads in center and to the church (km 6,55).
Gradient: in ascent 220 ms
Cycle: 89%
Tarmac: 52%
Observations: it should be practicable in sense contrary with similar difficulty.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.