Percorsi mtb in Valle Bormida
Itinerario 84
Salita da Millesimo a Montezemolo, 2

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 10/2014 connessione
Partenza: Millesimo
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 70 e dall'itinerario 40.
Itinerario.
Lasciamo il municipio alle spalle e attraversiamo Piazza Italia per imboccare il primo vicolo a destra.
Scendiamo a incrociare una stradetta e imbocchiamo (km 0,1) il Ponte Vecchio salendo un paio di scalini.
Attraversiamo la torre di guardia ed entriamo sulla passerella sospesa (passaggio per una persona alla volta: l'incrocio non è possibile).
Al termine del ponte svoltiamo a destra e seguiamo la strada sulla sponda del fiume. Attraversiamo la strada (km 0,4) e prendiamo la pista ciclabile che ci permette di evitare l'asfalto.
Alla fine della pista entriamo sull'asfalto nella zona industriale, saliamo a un piazzale dove andiamo a destra e scendiamo leggermente a un ponticello (km 1,4).
Saliamo al vicino bivio dove lasciamo l'itinerario 82 fin qui seguito e svoltiamo a destra nella pista ciclabile.
La pista si snoda tra i prati della riva sinistra del Bormida con andamento facile e qualche minimo salicendi.
Incontriamo alcune cascine abbandonate e arriviamo a incrociare una strada asfaltata (km 4) dove svoltiamo a destra e scendiamo all'incrocio con una strada a sinistra.
Svoltiamo e seguiamo la strada che costeggia i campi sportivi di Cengio e raggiunge un ponte sul Bormida (km 5). Alla rotatoria dopo il ponte andiamo a sinistra e seguiamo le indicazioni della pista ciclabile per attraversare una frazione evitando i sensi unici.
Attraversiamo nuovamente il Bormida (km 5,6) e percorriamo la larga strada che porta al cimitero (km 6) di Cengio.
Saliamo a sinistra fino al primo bivio (km 6,3) dove giriamo a destra nella strada minore che scende. A un bivio (km 6,7) svoltiamo a sinistra, attraversiamo un ponte e iniziamo la salita.
La stradina guadagna quota con qualche ripido strappo e arriva a un tornante (km 8) all'ingresso di una cascina. Proseguiamo a destra sulla strada (divieto di transito, forse abusivo) che diventa sterrata.
In breve raggiungiamo una cascina (attenzione cani!) che la strada costeggia continuando a salire nei boschi.
La strada diventa asfaltata (km 8,9) a fianco di un gruppo di cascine e continua a salire fino al bivio (km 9,4) dove passa l'itinerario 82.
Saliamo a destra, trascuriamo una sterrata a sinistra e, prima delle case, svoltiamo a sinistra (km 9,5) in un'altra sterrata.
La strada si divide subito e noi seguiamo il ramo destro che supera il crinale e scende nel bosco.
La strada scende verso il Belbo e attraversa il bordo dei prati dove è ricoperta di erba e diventa quasi invisibile pur restando sempre ciclabile.
Raggiungiamo una strada campestre maggiore (km 10,8) dove ritroviamo l'itinerario 82. Svoltiamo a sinistra e scendiamo fino a un bivio (km 11,5) dove svoltiamo a destra in una strada campestre.
Il percorso, quasi pianeggiante, ci porta a una strada asfaltata (km 12,1) che seguiamo a sinistra per cento metri.
Lasciamo l'asfalto per imboccare una strada sterrata che, con salita non eccessiva, raggiunge la SP 661 (km 13,6) a poca distanza dal municipio di Montezemolo.
Dislivello: 480 m.
Ciclabilità: 100%
Asfalto: 41%
Osservazioni:
Variante 84.1.
L'itinerario 84 è percorribile anche al contrario. In tal caso può essere utile questa variante che consente di evitare i cani.
Al km 5,3 (km 0, inizio variante) da Montezemolo superiamo una baracca, percorriamo pochi metri e svoltiamo a sinistra lasciando l'itinerario 84 per prendere un sentierino che si inoltra del bosco.
Dopo una prima parte pianeggiante il sentiero scende. Andiamo sempre diritto e arriviamo a una cascina (km 0,3) dove svoltiamo a sinistra.
Costeggiamo un orto fino a un bivio dove andiamo a destra e scendiamo velocemente all'asfalto (km 0,7).

mappa  gps  foto


Updating: 10/2014
Start point: Millesimo
How to arrive: The country is reached by the itinerary 70 and by the itinerary 40.
Itinerary.
We leave behind the town hall and cross Italy Square to take to the right the first alley.
We go down to cross a little road and take (km 0,1) the Old Bridge climbing a pair of stairs.
We cross the watchtower and enter on the suspended gangway (passage for one person at a time: the intersection is not possible).
At the end of the bridge we turn to the right and follow the road on the bank of the river. We cross the road (km 0,4) and take the bicycle path that allows us to avoid the asphalt.
At the end of the bicycle path we enter on the asphalt the industrial zone, climb to a square where we go to the right and slightly go down to a bridge (km 1,4).
We go up to the near fork where leave the itinerary 82 followed so far and turn to the right on the bicycle path.
The footstep winds through the meadows of the left shore of the Bormida with easy course and some least up and down.
We meet some abandoned farmhouses and arrives to cross an asphalted road (km 4) where we go down to the right turning to the left at the intersection with a road.
We turn and follow the road that the sporting fields skirt and reach a bridge on the Bormida (km 5). At the rondabout after the bridge we go to the left and follow the indications of the bicycle path to cross a hamlet avoiding the one-way traffic.
We again cross the Bormida (km 5,6) and cross the wide road that brings to the cemetery (km 6).
We go up to the left up to the first fork (km 6,3) where we turn to the right on the smaller road that goes down. To a fork (km 6,7) we turn to the left, cross a bridge and begin the slope.
The narrow road gains altitude with some steep ramps and reaches a hairpin bend (km 8) at the entry of a farmhouse. We continue to the right on the road (prohibition of transit, perhaps unauthorized) that becomes unsurfaced.
Shortly we reach a farmhouse (be attention: dogs!) that the road skirts keeping on climbing in the woods.
The road becomes asphalted (km 8,9) beside a group of farmhouses and continues to climb up to the fork (km 9,4) where it passes the itinerary 82.
We climb to the right, neglect to the left a dirt road and, before the houses, we turn to the left (km 9,5) on another road.
The road immediately splits and we follow the right branch that overcomes the ridge and it goes down in the wood.
The road goes down toward the Belbo and crosses the edge of the lawns where it has covered of grass and it also becomes almost invisible always staying cycle.
We reach a greater rural road (km 10,8) where we find again the itinerary 82. We turn to the left and go down up to a fork (km 11,5) where we turn to the right on a rural road.
The run, almost level, it brings us to an asphalted road (km 12,1) that we follow to the left for one hundred meters.
We leave the asphalt to take a dirt road that, with non excessive slope, it reaches the SP 661 (km 13,6) to little distance from the town hall of Montezemolo.
Gradient: 480 ms.
Cycle: 100%
Asphalt: 41%
Observations:
Varying 84.1.
The itinerary 84 are contrarily also practicable. In this case it can be useful this variation that allows to avoid the dogs.
To the km 5,3 from Montezemolo (km 0; beginning) we overcome a hut, we cross few meters and we turn to the left taking a narrow path that goes into the wood.
After a first level part the path goes down. We go straight always and arrive to a farmhouse (km 0,3) where we turn to the left.
We skirt a garden up to a fork where we go to the right and quickly go down to the asphalt (km 0,7).


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.