Percorsi mtb in Valle Bormida
Itinerario 83
Discesa da Montezemolo a Saliceto

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 5/2014 connessione
Partenza: Montezemolo
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 82.
Itinerario.
Dal Municipio di Montezemolo seguiamo la strada provinciale in direzione nord e raggiungiamo un bivio con segnavia (km 0,7) tra le case di Villa.
Svoltiamo a destra in una stradina che scende e diventa subito sterrata.
Percorriamo una larga strada campestre che attraversa, con moderati saliscendi, una zona di prati.
Sempre tra prati la strada scende e termina su una strada asfaltata (km 2,2).
Seguiamo l'asfalto a sinistra per duecento metri e svoltiamo a destra in una sterrata con segnalazioni per Area Attrezzata.
Superiamo l'area attrezzata e attraversiamo il Belbo su un ponte (km 2,6).
Dopo una cinquantina di metri arriviamo a un bivio nei pressi di alcuni tralicci e giriamo a sinistra.
Il largo sentiero si inoltra nell'area protetta (per modo di dire a giudicare dalle moto che passano) della Riserva delle Sorgenti del Belbo.
Attraversiamo un guado e percorriamo una zona umida incontrando altri ruscelli e pozze d'acqua.
Una salita resa impegnativa dal fango ci porta a un bivio (km 3,4) dove andiamo a sinistra seguendo un crinale boscoso.
Trascuriamo un sentiero segnalato a destra e raggiungiamo un incrocio (km 3,7) dove svoltiamo a destra e scendiamo dal crinale.
Attraversiamo un'altra zona di sorgive, superiamo un guado e saliamo a un bivio (km 4,6) dove andiamo diritto.
Una discesa ci porta al termine del sentiero su una larga strada sterrata (km 4,9).
Andiamo a destra e seguiamo costantemente lo stradone andando diritto all'unico bivio rilevante (km 5,7).
La strada arriva al Pilone del Foresto (km 6,2) e prosegue ma noi la lasciamo per svoltare a destra.
Andiamo a sinistra al successivo vicino bivio imboccando la strada che sale nel bosco. Teniamo la sinistra a un primo bivio (km 6,7) e andiamo diritto al secondo (km 7,1).
Lungo la salita superiamo un interessante cippo (km 7,4) forse confinario e continuiamo a salire fino a giungere presso la cima del Bric Pian Cavagna (km 8,3).
La pista ora scende e raggiunge una strada asfaltata (km 8,7) che attraversiamo per seguire la pista opposta.
La strada sale per scavalcare un cocuzzolo (km 9) e scende al bivio (km 9,5) dove incontriamo l'itinerario 81 che seguiamo al contrario andando diritto.
Raggiungiamo un incrocio (km 9,6) e svoltiamo a sinistra lasciando il segnavia e il percorso 81.
Scendiamo su una sterrata che arriva rapidamente alla cascina Paglia (km 10; cani e animali: andare pianissimo!) dove la strada diventa asfaltata.
La discesa prosegue senza difficoltà di orientamento nonostante gli incroci. Alle Case Carena (km 10,7) voltiamo a sinistra. Attraversiamo le case di Paciocchi e scendiamo a Bricco (km 12,6) che attraversiamo andando diritto.
Usciamo sulla strada (km 12,9) della stazione e la seguiamo a sinistra.
Passiamo tra le case di San Michele, attraversiamo il ponte sul Bormida e usciamo sulla SP439 (km 13,4).
Svoltiamo a sinistra e in breve siamo a Saliceto (km 14,1).
Dislivello: -580 m.
Ciclabilità: 100%
Asfalto: 36%
Osservazioni:

mappa  gps  foto  foto  foto  foto


Updating: 5/2014
Start point: Montezemolo
How to arrive: The village is reached by the itinerary 82.
Itinerary.
From the Town hall of Montezemolo we follow the provincial road to north and we reach a fork with trail sign (km 0,7) among the houses of Villa.
We turn to the right on a narrow road that goes down and becomes immediately unsurfaced.
We cross a wide rural road that crosses, with moderate ups and downs, a zone of lawns.
Always among lawns the road goes down and finishes on an asphalted road (km 2,2).
We follow to the left the asphalt for two hundred meters and turn to the right on a dirt road with signals for Equipped Area.
We overcome the equipped area and cross the Belbo on a bridge (km 2,6).
After about fifty meters we reacha fork near some pylons and turn to the left.
The wide path enters the protected area (so to say judging from the motorbikes that they pass) of the Reserve of the Sources of the Belbo.
We cross a ford and cross a damp zone meetng other brooks and puddles of water.
A slope made binding by the mud brings us to a fork (km 3,4) where we go to the left following a woody ridge.
We neglect a right signalled path and reach an intersection (km 3,7) where we turn to the right to go down from the ridge.
We cross another zone of spring, overcome a ford and climb a fork (km 4,6) where we go straight.
A descent brings us to the end of the path on a wide gravel road (km 4,9).
We go to the right and constantly follow the wide road going straight to the only remarkable fork (km 5,7).
The road reaches the Pylon of the Foresto (km 6,2) and it continues, but we leave it to us to turn to the right.
We go to the left at the following close fork taking the road that climbs in the wood. We hold the left at a first fork (km 6,7) and we go straight at the second (km 7,1).
Along the slope we overcome an interesting cippus (km 7,4) perhaps border and we keep on climbing up to come near the top of the Bric Pian Cavagna (km 8,3).
The footstep now goes down and reaches an asphalted road (km 8,7) that we cross for following the opposite footstep.
The road climbs for climbing over a summit (km 9) and it goes down to the fork (km 9,5) where we meet the itinerary 81 that we follow contrarily reaching an intersection (km 9,6) where we leave it to turn to the left.
We go down on a dirt that quickly arrives to the farmhouse Paglia (km 10; dogs and animals: go slow!) where the road becomes asphalted.
The descent continues without difficulty of orientation despite the intersections. To the Houses Carena (km 10,7) we turn to the left. We cross the houses of Paciocchi and go down to Bricco (km 12,6) that we cross going straight.
We go out on the road (km 12,9) of the station and follow to the left it.
We pass among the houses of St. Michael, we cross the bridge on the Bormida and go out on the SP439 (km 13,4).
We turn to the left and shortly we are to Saliceto (km 14,1).
Gradient: -580 ms.
Cycle: 100%
Asphalt: 36%
Observations:


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.