Percorsi mtb in Valle Bormida
Itinerario 65
Discesa da Gottasecca a Cengio

Vai agli altri percorsi della zona


Aggiornamento: 9/2013
connessione Punto di partenza: Gottasecca
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 71.
Itinerario.
Partiamo dalla piazzetta a monte del centro di Gottasecca e scendiamo attraversando il paese (itinerario 71 al contrario).
Superiamo un quadrivio (km 0,3) andando diritto. La strada scavalca un dosso e scende ad un incrocio presso un'area pic-nic (km 1,9).
Andiamo diritto imboccando la sterrata che costeggia l'area attrezzata.
Ad un bivio (km 2,1) lasciamo la strada seguita dall'itinerario 71 e scendiamo a destra.
Arriviamo rapidamente sulla strada che proviene dal santuario e la seguiamo a sinistra (km 2,2). Percorriamo la strada fino al bivio dove il tracciato FC (Feudi Carretteschi) sale a sinistra (km 2,4) e proseguiamo a destra.
Con percorso è quasi pianeggiante superiamo un bivio andando diritto e ne raggiungiamo un altro (km 2,7) dove andiamo a sinistra.
Superiamo un Pilone Sacro e scendiamo alle costruzioni agricole di Praia (km 3,3).
La strada piega a sinistra e scende velocemente. Dobbiamo stare attenti perché dobbiamo lasciare la strada al primo incrocio (km 3,9) per prenderne un'altra minore a sinistra.
Dopo una parte pianeggiante la strada sale ripidamente al cancello di un'azienda zootecnica. Immediatamente prima del cancello svoltiamo a sinistra ed affrontiamo una ripida strada sterrata non interamente ciclabile.
Saliamo faticosamente con qualche tornante, lasciamo a destra (km 4,6) un gruppo di case e raggiungiamo una strada maggiore (km 4,7).
Voltiamo a sinistra e saliamo passando a fianco della chiesa di San Grato.
La salita termina all'incrocio dove ritroviamo l'itinerario 71 (km 5,4) che seguiamo al contrario andando a sinistra.
Dopo una discesa la strada sale lievemente e raggiunge la SP302 (km 6,4).
Seguiamo l'asfalto a sinistra per venti metri ed imbocchiamo la pista forestale a destra. La salita, ripida e non ciclabile, ci riporta sull'itinerario 71.
Saliamo leggermente prima di scendere ad un quadrivio (km 7,3). Dopo qualche saliscendi scendiamo all'incrocio (km 7,8) dove entriamo sull'itinerario 61 che seguiremo per un po'.
Scendiamo leggermente, andiamo diritti ad un bivio (km 8,2) e percorriamo un crinale con salita lieve.
Ad un incrocio (km 8,7) lasciamo la strada principale ed imbocchiamo a destra una pista forestale non molto evidente su cui corrono i segnavia 001AVbr.
La pendenza della discesa aumenta progressivamente e la pista scende al punto più basso dove inizia una moderata salita.
Dopo aver superato una spalla scendiamo velocemente ad un incrocio (km 9,5) dove andiamo a sinistra.
Superiamo un piccolo ricovero e scendiamo ad attraversare il rio Parasacco (km 10,3).
Dopo qualche saliscendi scendiamo ad un'ampia sella prativa, superiamo un tabernacolo ed entriamo sulla larga sterrata percorsa dall'itinerario 53 (km 11).
Giriamo a destra e raggiungiamo il paese abbandonato di Montecerchio (km 11,1). Attraversiamo le case in rovina e proseguiamo con qualche saliscendi.
Superiamo una lapide partigiana (km 11,3) e scendiamo un tratto spesso bagnato. Proseguiamo in salita e costeggiamo un prato al cui termine lasciamo l'itinerario 63 e proseguiamo sulla strada che ci porta a una sella (km 12,5) dove si incontrano sette strade.
Proseguiamo in salita sulla strada segnalata e saliamo a un bivio (km 13) dove svoltiamo a destra sul segnavia di BN BN e CAI AVbr001.
Superiamo un bivio tenendo la sinistra e raggiungiamo l'incrocio su un valico presso località Parè (km 14,3).
Non seguiamo la discesa cementata ma proseguiamo sul crinale con una ripida salita.
Ad un bivio (poco evidente, attenzione ai segnavia; km 14,7) scendiamo a destra imboccando un largo sentiero.
Il percorso è abbastanza visibile e opportunamente segnalato ma è anche piuttosto tortuoso e poco intuitivo.
Scendiamo nel bosco facendo attenzione ai segnavia che ci guidano sugli incroci.
Il sentiero è interamente ciclabile ma è ingombrato da qualche albero caduto che deve essere scavalcato.
Una salita ci porta all'ennesimo incrocio (km 15,3) dove lasciamo la pista e voltiamo a destra. Una veloce discesa ci porta alle case Coppi ed alla strada asfaltata di fondovalle (km 16,1).
Giriamo a sinistra e seguiamo la strada che attraversa qualche ponte sul rio Parasacco e sale a Montaldo (km 17,5).
Svoltiamo a destra e seguiamo la strada fino a Cengio (al municipio km 18,9).
Dislivello: -760 m.
Ciclabilità: 98%
Osservazioni:
Asfalto: 31%

 mappa  gps  foto  foto  foto

Go down from Gottasecca to Cengio

Updating: 9/2013
Start point: Gottasecca
How to arrive: The village is reached by the itinerary 71.
Itinerary.
We depart from the little square up-river the Gottasecca center and we go down crossing the country (itinerary 71 contrarily).
We overcome a crossroads (km 0,3) going straight. The road climbs over a back and it goes down to an intersection near a pic-nic area (km 1,9).
We go taking the unmetalled road that the equipped area skirts along.
To a fork (km 2,1) we leave the road followed by the itinerary 71 and we go down to the right.
We quickly arrive on the road that comes from the sanctuary and we follows to the left it (km 2,2). We cross the road up to the fork where the layout FC (Feuds Carretteschi) goes to the left (km 2,4) and we continue to the right.
With run is almost level we overcome a fork going straight and we reach another of it (km 2,7) where we go to the left.
We overcome a Holy Pylon and we go down to the agricultural constructions of Praia (km 3,3).
The road folds up to the left and quickly goes down. We have to be careful because we have to leave the road at the first intersection (km 3,9) to take to the left another smaller one.
After a level part the road steeply climbs to the gate of a zootechnica farm. Immediately before the gate we turn to the left and we face a steep dirt road partly not cycle.
We laboriously climb with some hairpin bend, we leave to the right (km 4,6) a group of houses and we reach a greater road (km 4,7).
We turn to the left and climb passing beside the church of St. Grato.
The slope finishes to the intersection where we find again the itinerary 71 (km 5,4) that we follow contrarily going to the left.
After a descent the road slightly climbs and reaches the SP302 (km 6,4).
We follow to the left the asphalt for twenty meters and we take to the right the forest track. The slope, steep and not cycle, it brings us on the itinerary 71.
We slightly climb before going down to a crossroads (km 7,3). After some ups and downs we go down to the intersection (km 7,8) where we enter on the itinerary 61 that we will follow for some.
We slightly go down, we go straight to a fork (km 8,2) and we cross a ridge with light slope.
At an intersection (km 8,7) we leave the main road and we take to the right a not very evident forest track on which race the trail signs 001 AVbr.
The inclination of the descent progressively increases and the track goes down to the lowest point where a moderate slope begins.
After having overcome a shoulder we quickly go down to an intersection (km 9,5) where we go to the left.
We overcome a small refuge and we go down to cross the brook Parasacco (km 10,3).
After some ups and downs we go down to an ample meadow saddle, we overcome a tabernacle and we enter on the wide unmetalled road crossed by the itinerary 53 (km 11).
We turn to the right and we reach the abandoned country of Montecerchio (km 11,1). We cross the ruins and we continue with some ups and downs.
We overcome a partisan headstone (km 11,3) and we go down a often wet tract. We continue in slope and we skirt along a lawn to whose term leave the itinerary 63 and continue on the road that brings us to a saddle (km 12,5) where seven roads are met.
We continue in slope on the road marked and climb a fork (km 13) where we turn to the right on the trail sign of BN BN and CAI 001 AVbr.
We overcome a fork holding the left and we reach the intersection on a pass near place Parè (km 14,3).
We don't follow the cemented descent but we continue on the ridge with a steep slope.
To a fork (few evident, be attention to the trail signs; km 14,7) we go down to the right taking a wide path.
The run is enough visible and opportunely signalled but it is also rather tortuous and few intuitive.
We go down in the wood watching out for the trail signs that drive us on the intersections.
The path is entirely cycle but it's encumbered by some fallen tree that must be climbs over.
A slope brings us to the nth intersection (km 15,3) where we leave the track and we turn to the right. A fast descent brings us to the houses Coppi and to the road asphalted of valley bottom (km 16,1).
We turn to the left and we follow the road that crosses some bridge on the brook Parasacco and goes up to Montaldo (km 17,5).
We turn to the right and we follow the road up to Cengio (to the town hall km 18,9).
Gradient: -760 ms.
Cycle: 98%
Observations:
Asphalt: 31%



Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.