Percorsi mtb in Val Bormida
Itinerario 59
Discesa dal monte Spinarda a Calizzano, 4

Vai agli altri percorsi della zona

Aggiornamento: 3/2012
connessione Punto di partenza: monte Spinarda
Come arrivare: La vetta è raggiunta dall'itinerario 23.1.
Itinerario.
Dalle croci sulla vetta del monte Spinarda seguiamo il sentierino che corre sul crinale con direzione nord e col segnavia FIE g6.
Il sentiero raggiunge la punta boscosa e leggermente più alta della montagna (km 0,2) ed inizia a scendere.
Scendiamo un risalto roccioso e proseguiamo sul crinale superando qualche cocuzzolo.
Proseguiamo in discesa sul sentiero poco visibile che serpeggia nel bosco senza allontanarsi dal crinale.
Il sentiero a volte è quasi invisibile mentre i segnavia sugli alberi sono sbiaditi e rari. Restando sempre sull'ampio crinale scendiamo ad una sella (km 1,3) dove il sentiero taglia sul versante settentrionale (ma è anche possibile scendere direttamente a sinistra e raggiungere la vicina strada forestale) con percorso piuttosto evidente.
Il sentierino termina confluendo sulla pista forestale (km 1,5) che seguiamo a destra.
Al primo tornante (km 1,8) lasciamo la strada ed imbocchiamo il sentiero a destra. Scendiamo nel bosco e ritroviamo la pista forestale (km 1,9).
Andiamo a destra fino ad un quadrivio (km 2,1; Passo degli Abeti) dove teniamo la destra.
La pista forestale ci porta ad un bivio (km 2,3) dove lasciamo a sinistra il segnavia g6 e l'itinerario 57.
La strada scende ad un tornante (km 2,7) dove lasciamo l'itinerario 58 e proseguiamo sulla strada che continua a perdere quota.
Raggiungiamo un piccolo crinale (km 4) pianeggiante che percorriamo per riprendere la discesa.
Scendiamo ripidamente con qualche tornante e costeggiamo un ruscello.
Attraversiamo il cortile di una cascina ed usciamo su una stradina asfaltata (km 6).
Svoltiamo a sinistra, superiamo la chiesetta di San Matteo ed usciamo sulla SP 47 (km 6,1) che seguiamo a sinistra fino a Calizzano (alla chiesa km 7,1).
Dislivello: -760 m.
Ciclabilità: quasi 100%
Asfalto: 17%
Osservazioni:


mappa  gps  foto  foto

Go down from Spinarda mountain to Calizzano, 4

Updating:
3/2012
Start point: Spinarda mountain
How to arrive: The summit is reached by the itinerary 23.1.
Itinerary.
From the crosses on the peak of the Spinarda mountain we follow the narrow path that races on the ridge to north and with the trail sign FIE g6.
The path reaches the woody and a little higher peak (km 0,2) and it begins to go down.
We go down a rocky prominence and we continue on the ridge overcoming some summit.
We continue in descent on the a little visible path that winds in the wood without estranging from the ridge.
At times the path is almost invisible while the trail signs on the trees are faded and rare. Always staying on the ample ridge we go down to a saddle (km 1,3) where the path cuts on the northern slope (but it is also possible to go down to directly the left to reach the near forest road) with rather evident run.
The narrow path finishes meeting on the forest track (km 1,5) that we follow to the right.
To the first hairpin bend (km 1,8) we leave the road and we take to the right the path. We go down in the wood and we find again the forest track (km 1,9).
We go to the right to a crossroads (km 2,1; Pass of the Firs) where we hold the right.
The forest track brings us to a fork (km 2,3) where we leave to the left the trail sign g6 and the itinerary 57.
The road goes down to a hairpin bend (km 2,7) where we leave the itinerary 58 and we continue on the road that continues to losing quota.
We reach a small level ridge (km 4) that cross for taking back the descent.
We steeply go down with some hairpin bend and we skirt along a brook.
We cross the courtyard of a farmhouse and we go out on an asphalted narrow road (km 6).
We turn to the left, we overcome the little church of St. Matteo and we go out on the SP 47 (km 6,1) that we follow to the left up to Calizzano (to the church km 7,1).
Gradient: -760 ms.
Cycle: almost 100%
Asphalt: 17%



Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.