Percorsi mtb nella Valle Bormida
Itinerario 40
Traversata da Osiglia a Millesimo

Vai agli altri percorsi della zona


Aggiornamento: 8/2009
connessione Punto di partenza: Osiglia
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 46, dall'itinerario 47, dall'itinerario 74, dall'itinerario 76.
Itinerario.
La prima parte è in comune con l'itinerario 4.
Partiamo dal municipio di Osiglia e scendiamo, seguendo la Provinciale, svoltando quasi subito a destra nella strada per località Carlevari.
Scendiamo ai campi sportivi e proseguiamo in salita alle case (km 0,4) dove ha termine l´asfalto. Proseguiamo in ripida salita e guadagniamo quota a tornanti. Ad un bivio (km 0,9) teniamo la destra ed iniziamo una diagonale a destra che ci porta all'asfalto a pochi metri da Colle della Baltera (km 1,9).
Svoltiamo a sinistra e scendiamo sull'asfalto per circa 100 metri. Svoltiamo a sinistra in una strada sterrata in salita (in comune con itinerario 2).
La bella strada prosegue in leggera salita fino a raggiungere un grosso incrocio a quota 856 (km 3,6). Andiamo a destra e proseguiamo nel bosco sempre seguendo la strada principale. Dopo un tornante la pendenza aumenta ed arriviamo sul crinale (km 7; Zotta du Luv).
Scendiamo dalla parte opposta sulla larga forestale ed arriviamo ad un incrocio (km 7,6).
L´itinerario 2 va a destra. Noi svoltiamo a sinistra su ampia strada forestale. Dopo 100 metri incontriamo un bivio ed andiamo a destra. La strada è prima pianeggiante e poi scende per terminare con una ripida, ma breve, discesa a destra ad un guado (km 8,4) a cui segue un po' di salita.
Arriviamo ad un evidente incrocio (km 8,7) con numerosi segnali.
Lasciamo l´itinerario 4 ed andiamo a destra. La strada forestale (segnavia FIE g2) è in discesa, inizialmente moderata.
La pendenza aumenta e raggiungiamo il rudere di una casa (km 9,3). La discesa prosegue ripida e porta alla costruzione di un acquedotto (km 9,7) dove incontriamo l´itinerario 27.
Svoltiamo a sinistra e seguiamo l´itinerario 27 al contrario. La strada attraversa i boschi con qualche saliscendi. Senza possibilità di errore usciamo su asfalto (km 12,3) e scendiamo seguendolo.
Lasciamo case Culazzi, al bivio per Acquafredda (km 12,7) andiamo a destra e restiamo sulla strada asfaltata che sale alle poche case di Cabitti.
Al culmine della salita (km 13,1) svoltiamo a sinistra tra le case e poi subito a destra. La mulattiera erbosa sale nel bosco costeggiando una casa.
La salita è ripida ma ciclabile e termina all'incrocio con una larga sterrata (km 13,4).
Svoltiamo a destra e subito a sinistra in una larga strada in leggera salita. Raggiungiamo ed aggiriamo una costruzione dell'acquedotto e continuiamo a salire nel bosco tra rocce erose in maniere singolari.
Ad un bivio (km 13,8) svoltiamo a sinistra ed iniziamo la discesa, sempre sul segnavia g2. Una strada forestale pesantemente scavata percorre interamente la foresta. La seguiamo costantemente trascurando le laterali. La discesa ci porta ad un incrocio (km 15) dove proseguiamo sulla strada maggiore in discesa a destra.
Costeggiamo l'area Protetta del Bric Tana e raggiungiamo la chiesetta di Sant'Anna (km 15,8) dove troviamo anche il segnavia di Bormida Natura BN.
La strada raggiunge le case di Colla (km 16,4) e diventa asfaltata. La discesa continua, trascuriamo le strade minori, ad un bivio (km 16,7) lasciamo a sinistra la variante 40.1, sottopassiamo l'autostrada ed usciamo sulla SP 28 (km 17,5).
Svoltiamo a sinistra e raggiungiamo Millesimo (km 19,4).
Dislivello: - 740 m e +510 m.
Ciclabilità: quasi 100%
Asfalto: 22%
Osservazioni: la seconda parte potrebbe essere utilizzata per salire da Millesimo alla zona di Biestro.
Variante 40.1. Discesa attraverso la Riserva del Bric Tana. Ottobre 2011.
Al bivio del km 16,7 lasciamo l'asfalto per prendere, a sinistra, la strada sterrata. Saliamo al primo incrocio (km 0,2) e svoltiamo a destra. Percorriamo una strada agricola che scende prima di correre, quasi pianeggiante, al margine inferiore di una grande dolina. Ad un bivio (km 0,7) lasciamo la strada ed imbocchiamo una pista a sinistra. Entriamo nel bosco e scendiamo ad un incrocio (km 1) con alcune panche. A sinistra in basso si apre la galleria della Tana dell'Orpe; noi scendiamo a destra seguendo i segnavia e raggiungiamo le prime case dove la strada diventa asfaltata (km 1,6).
La ripida discesa ci porta sulla strada provinciale 51 (km 1,9) che seguiamo a destra fino a ritornare sull'itinerario principale (km 2,1). Ciclabilità 100%. La Riserva è attraversata da altri sentieri, ma spesso sono in cattive condizioni e sconsigliabili.


mappa  gps


Osiglia to Millesimo cross

Updating:
8/2009
Start point: Osiglia
How to arrive: The village is reached by the itinerary 46, by the itinerary 47, by the itinerary 74, by the itinerary 76.
Itinerary.
The first part is in common with the itinerary 4.
We depart from the town hall of Osiglia and we go down, following the Provincial road, turning to the right almost immediately in the road for place Carlevari.
We go down to the sporting fields and we continue in slope to the houses (km 0,4) where it has term the tarmac. We continue in steep slope and we gain altitude with switcbacks. To a fork (km 0,9) we hold the right and we begin to the right a diagonal that it brings us to the asphalt to few meters from the Pass of the Baltera (km 1,9).
We turn to the left and we go down on the asphalt for around 100 meters. We turn to the left on an unmetalled road in slope (in common with itinerary 2).
The beautiful road continues in light slope up to reach a big intersection to altitude 856 (km 3,6). We go to the right and we always continue in the wood following the principal road. After an hairpin bend the inclination increases and we arrives on the ridge (km 7; Zotta du Luv).
We go down from the opposite side on the wide forest road and we arrive to an intersection (km 7,6).
The itinerary 2 go to the right. We turn to the left on ample forest road. After 100 meters we meet a fork and we go to the right. The road is first level and then it goes down for finishing with a steep, but brief, come down to the right to a ford (km 8,4) to which follows some climb.
We arrive to an evident intersection (km 8,7) with numerous signals.
We leave the itinerary 4 and we go to the right. The forest road (trail sign FIE g2) it is in descent, initially moderate.
The inclination increases and we reaches the ruin of a house (km 9,3). The descent it continues steep and leads to the construction of an aqueduct (km 9,7) where we meet the itinerary 27.
We turn to the left and we follow contrarily the itinerary 27. The road crosses the woods with some ups and downs. Without possibility of error we go out on asphalt (km 12,3) and we go down following it.
We leave houses Culazzi, to the fork for Acquafredda (km 12,7) we go to the right and we stay on the asphalted road that climbs to the few houses of Cabitti.
To the peak of the slope (km 13,1) we turn to the left among the houses and then to the right immediately. The grassy mule-track climbs in the wood skirting a house.
The slope is steep but cycle and finishes to the intersection with a wide unsurfaced road (km 13,4).
We turn to the right and immediately to the left in a wide road in light slope. We reach and revolve a construction of the aqueduct and we keep on climbing in the wood among unusual ways corroded rocks.
To a fork (km 13,8) we turn to the left and we begin the descent, always on the trail sign g2. A forest road heavily dug entirely crosses the forest. We constantly follow neglecting the side ones. The descent brings us to an intersection (km 15) where we continue to the right on the most greater road in descent.
We skirt the Protected Area of the Bric Tana and we reach the church of Santa Anna (km 15,8) where we also find the trail sign of Bormida Natura BN.
The road reaches the houses of Colla (km 16,4) and it becomes asphalted. The descent continues; we neglect the smaller roads, pass under the highway and we go out on the SP 28 (km 17,5).
We turn to the left and we reach Millesimo (km 19,4).
Gradient: - 740 ms and +510 ms.
Cycle: almost 100%
Asphalt: 22%
Observations: the second part could be used for climbing from Millesimo to the zone of Biestro.
Varying 40.1. Come down through the Reserve of the Bric Tana. October 2011.
To the fork of the km 16,7 we leave the asphalt to take, to the left, the dirt road. We go up to the first intersection (km 0,2) and we turn to the right. We cross an agricultural road that goes down before racing, almost level, to the inferior border of a great doline. To a fork (km 0,7) we leave the road and we take to the left a track. We enter the wood and we go down to an intersection (km 1) with some benches. To the left in low it opens the gallery of the Tana of the Orpe; we go down to the right following the trail signs and we reach the first houses where the road becomes asphalted (km 1,6).
The steep descent brings us on the provincial road 51 (km 1,9) that we follow to the right up to return on the mainl itinerary (km 2,1). Cycle 100%. The Reserve is crossed by other paths, but they are often under bad conditions and unadvisable.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.