Percorsi mtb nella Valle Bormida
Itinerario 29
Discesa da Colle di Melogno a Bardineto

Vai agli altri percorsi della zona


Aggiornamento: 5/2015 connessione
Punto di partenza: Colle di Melogno
Come arrivare: Il passo è raggiunto dall'itinerario 6, dall'itinerario 13, dall'itinerario 6.
Itinerario.
Dal Colle di Melogno prendiamo la sterrata che sale e passa dietro al ristorante (segnavia AVphp, g45). La strada forestale attraversa la foresta demaniale salendo con pendenza abbastanza sostenuta. Ad un bivio (km 1,1) andiamo diritto e saliamo ad un secondo bivio dove andiamo a destra raggiungendo un cancello (km 1,8). Superiamo il cancello e seguiamo la strada pianeggiante che esce dal bosco in una radura con casa forestale e fonte (km 3,1).
Svoltiamo a destra in una stradina minore che sale (segnavia FIE g45 e g8). La strada attraversa lungamente la foresta con molte salite e discese, brevi ma spesso ripide.
Incontriamo numerosi incroci e seguiamo l'utile segnavia. Ad un ennesimo bivio (km 5,9) lasciamo il segnavia g45 che prosegue e svoltiamo a sinistra sul segnavia g8. Al bivio successivo seguiamo sempre il segnavia che va a destra e raggiungiamo una zona pianeggiante nella foresta (km 7,6; Cian dell'Adè) dove svoltiamo nettamente a sinistra (segnavia e segnalazioni) immediatamente prima della lapide.
La strada sale ancora leggermente a un bivio (km 8,1) dove andiamo a destra.
Trascuriamo le strade che salgono a sinistra e scendiamo ripidamente a un bivio in località monte Mezzano (km 8,5).
Scendiamo a destra sulla pista che perde quota con qualche tornante e termina con un salto su un'altra pista forestale (km 8,9).
Andiamo a sinistra per qualche metro e lasciamo la pista (che rappresenta una via di fuga) per prenderne un'altra a destra.
Scendiamo a guadare un ruscello (km 9,1) e, dopo cinquanta metri, lasciamo la strada per imboccare il sentiero a sinistra (segnavia; è anche possibile proseguire per altri quaranta metri e scendere a sinistra).
Il sentiero è ripido e scavato e precipita fino a guadare il canalone (km 9,3).
Il sentiero prosegue sulla riva opposta, meno ripido, scavato a toboga e scende ad attraversare una pista forestale che qui inizia (km 9,5; altra possibile via di fuga).
Il sentiero ora diventa scavato e dissestato dall'acqua e scende con pendenza moderata fino ad allargarsi a mulattiera (km 9,8) che diviene sempre migliore. Usciamo dalla foresta attraversando un bosco di castagni e raggiungiamo un ponticello di legno (km 10,4).
Continuiamo senza difficoltà, confluiamo in una stradina (km 10,8) che seguiamo a destra raggiungendo le prime case e l'asfalto (km 11,2).
Raggiungiamo i vicini ruderi del castello e scendiamo attraverso le stradine del centro storico per raggiungere la chiesa di Bardineto (km 11,5).
Dislivello: +330 m. e -650 m.
Ciclabilità: 99%
Asfalto: 3%
Osservazioni: consigliabile solo in questo senso.


mappa  foto  foto  foto  gps

Descent from Melogno Pass to Bardineto

Updating:
5/2015
Start point: Melogno Pass
How to arrive: The Pass is reached by the itinerary 6, by the itinerary 13 and by the itinerary 6.
Itinerary.
From the Melogno Pass we take the road that climbs and it passes behind the restaurant take (trail sign AVphp , g45 ). The forest road crosses the state property forest climbing with inclination enough sustained.
To a fork (km 1,1) we go straight and climb a second fork where go to the right reaching a gate (km 1,8). We overcome the gate and follow the level road that goes out of the wood on a clearing with forest house and source (km 3,1).
We turn to the right on a smaller narrow road that climbs (trail sign FIE g45  and g8 ). The road longly crosses the forest with a lot of slopes and descents, short but often steep.
We meet a lot of intersections and follow the helpful trail sign. To a nth fork (km 5,9) we leave the trail sign g45 that it continues and we turn to the left on the trail sign g8 .
At the following fork we always follow the trail sign that goes to the right and reache a flat zone on the forest (km 7,6; Cian of the Adè) where we turn to the left clearly (trail sign and signalings) immediately before of the headstone.
The road slightly climbs again to a fork (km 8,1) where we go to the right.
We neglect the roads that climb to the left and steeply go down to a fork on the place Mezzano mountain (km 8,5).
We go down to the right on the forest track that loses altitude with some hairping bend and it finishes with a jump on another forest track (km 8,9).
We go to the left for some meter and leave the track (that is a way to escape) to take to the right another one.
We go down to ford a brook (km 9,1) and, after fifty meters, we leave the road to take to the left the path (trail sign; it is also possible to continue for other forty meters and to go down to the left).
The path is steep and dug and it falls up to ford the gully (km 9,3).
The path continues on the opposite shore, less steep, dug like toboggan and it goes down to cross a forest track that begins here (km 9,5; other possible way to escape).
The path becomes now dug and ruined by the water and it goes down with moderate inclination to widen to mule-track (km 9,8) that it always becomes better. We go out of the forest crossing a wood of chestnut trees and we reach a wood bridge (km 10,4).
We continue without difficulty, meet on a narrow road (km 10,8) that we follow to the right reaching the first houses and the asphalt (km 11,2).
We reach the near ruins of the castle and go down through the narrow road of the historical center to reach the church of Bardineto (km 11,5).
Gradient: +330 ms. and -650 ms.
Cycle: 99%
Asphalt: 3%
Observations: advisable only in this sense.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.