Percorsi mtb nella Valle Bormida
Itinerario 20
Traversata dal Colle dei Giovetti al Santuario del Deserto

Vai agli altri percorsi della zona


Aggiornamento: 9/2012
connessione Punto di partenza: Colle dei Giovetti
Come arrivare: Il passo è raggiunto dall'itinerario 19, dall'itinerario 79, dall'itinerario 63.
Itinerario.
Al Colle dei Giovetti proseguiamo su asfalto verso il piemonte (segnavia FIE g19). Dopo circa 800 metri andiamo a destra in una strada che passa nei pressi di un albergo. Poco dopo la strada diviene sterrata (km 0,9). Quasi al termine del prato prendiamo la strada destra che si inoltra, in leggerissima discesa, nel bosco.
All'unico bivio teniamo la sinistra.
Il percorso è facile e piacevole per circa 3 km, poi dobbiamo superare uno strappo impegnativo che ci porta ad un valico dove si incontrano alcune strade e sorge un'edicola sacra (km 4,1).
Andiamo nella strada a destra che prosegue in salita. Il percorso ha un andamento a saliscendi moderati. Ad un bivio andiamo diritti ed infine scendiamo ad incrociare la larga sterrata che collega Murialdo e Castelnuovo (Passo delle Calcinere; km 6,8).
Proseguiamo dalla parte opposta sulla strada più a destra. La strada scende e poi risale passando nei pressi della chiesetta di S. Giovanni (km 7,8).
Nel tratto che segue incontreremo alcuni bivi rilevanti dove è necessario seguire il segnavia. Al primo (km 9,2) scendiamo a destra, tra alcuni affioramenti rocciosi e poco dopo ne troviamo un altro dove teniamo la sinistra.
Superiamo uno slargo e scendiamo ad un altro incrocio (km 10,65) dove svoltiamo nettamente a destra. Il percorso prosegue in leggera salita ed arriva ad un bivio (km 11,6) dove abbandoniamo la strada forestale per salire a destra su un largo sentiero.
Il sentiero è in falsopiano poi scende decisamente ed usciamo dal bosco ai margini di una tagliata dove sopravvive un castagno isolato (km 11,7).
Non seguiamo la strada che scende dietro all'albero ma svoltiamo a sinistra seguendo i segnavia. La strada prosegue ora in costante discesa.
Ad un bivio (km 12,3) lasciamo a destra le varianti e proseguiamo la discesa sulla strada principale che termina su una strada asfaltata (km 12,6).
Svoltiamo a destra e saliamo al valico dove sorge una cappella. In veloce discesa scendiamo fino ad un tornante (km 14,3) dove svoltiamo a destra in una strada erbosa.
Scendiamo ad un largo piazzale, lo attraversiamo prendendo la strada a sinistra e scendiamo al piazzale del grande Santuario Madonna del Deserto (km 14,6).
Da qui è possibile proseguire la discesa fino al fondovalle a circa 1,7 km.
Dislivello: in salita 180 m e 500 in discesa.
Ciclabilità: poco meno del 100%.
Asfalto: 16%
Osservazioni:


 mappa  gps

Cross from Giovetti Pass to the Sanctuary of the Desert

Updating:
9/2012
Start point: Giovetti Pass
How to arrive: The Pass is reached by the itinerary 19, by the itinerary 79 and by the itinerary 63.
Itinerary.
At Giovetti Pass we continue on tarmac toward north (trail sign FIE g19). Later around 800 meters we go to the right on a road that passes by a hotel. Shortly after the road becomes dirt. Almost at the end of the lawn we take, in light descent, the right road that forwards in the wood.
At the only fork we keep on the left.
The run is easy and pleasant for around 3 kms, then we have to overcome a binding ramp that leads to a pass where some roads meet and it rise an aedicule (km 4,1).
We go to the right on the road that it continues in ascent. The run go up and down moderatly. At a fork we go straight on and we finally go down to cross the wide dirt road that connects Murialdo and Castelnuovo (Calcinere Pass; km 6,8).
We continue to the right on the opposite part on the road. The road goes down and then climbs passing by the church of S. Giovanni (km 7,8).
In the stretch that follows we will meet some remarkable alternatives where necessary to follow the trail sign is. At the first one (km 9,2) we go down to the right, among some rocky outcrop and shortly after we find another one where we go on the left.
We get over a wide stretch and we go down to another intersection (km 10,65) where we turn to the right clearly. The run continues in light ascent and it arrives to a fork (km 11,6) where we leave the forest road to climb to the right on a wide path.
The path is almost level then it decidedly goes down and we go out of the wood to the borders of a wood cut where an isolated chestnut tree survives (km 12,3).
We don't follow the road that goes down behind the tree (varying 20.1) but we turn to the left following the trail signs. The road now continues in constant descent and finishes on a tarmac road (km 13,2).
We turn to the right and climb to the pass where a chapel rises. In fast descent we go down up to the square of the great sanctuary (km 14,6).
From here it is possible to continue the descent up to the floor of the valley to around 1,7 kms.
Gradient: in ascent 180 ms and 500 in descent.
Cycle: few less than 100%.
Tarmac: 16%
Observations:


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.