Percorsi in mtb in Val Borbera
Itinerario 30
Traversata da Castel Ratti a Grondona

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento: 5/2013
connessione Punto di partenza: Castel Ratti
Come arrivare:
Itinerario.
Usciamo da Castel Ratti e teniamo la sinistra al bivio con strada Grondona. Confluiamo su un'altra strada e la seguiamo a destra. Costeggiamo Liveto senza entrare in paese e arriviamo ad un bivio (km 1,2).
Lasciamo l'asfalto e saliamo a destra su una sterrata. Guadagniamo quota ripidamente e ad un incrocio (km 1,8) andiamo a sinistra per raggiungere il crinale (km 2).
Seguiamo a sinistra la costa che alterna tratti pianeggianti e salite. Andiamo diritto al bivio (km 2,6) di Santo Stefano e giungiamo al quadrivio dove passa il sentiero Persi/Grondona (km 2,8).
Andiamo diritto affrontando una salita, ripida e non interamente ciclabile, che termina su una pista (km 3,2) dove andiamo a sinistra. La pista scende ad una sella (km 3,5) prima di salire ripida per scavalcare un dosso.
La strada porta ad un guado ma la lasciamo poco prima del corso d'acqua per imboccare un sentiero a sinistra (km 4).
Il sentiero, ripido, sassoso e poco ciclabile, termina su una strada asfaltata (km 4,4) che attraversiamo per prendere una strada dal fondo erboso. Superiamo la chiesa ed arriviamo sull'asfalto tra le case di Monteggio (km 4,7).
Attraversiamo le poche case e scendiamo sulla strada asfaltata che avevamo attraversato.
Seguiamo l'asfalto a sinistra fino ad arrivare ad un incrocio (km 6,1) alle porta di Lemmi.
Giriamo a sinistra e saliamo fino alla chiesa dove troviamo l'inizio del segnavia CAI AVbr271 che prendiamo entrando in un vicolo a destra.
Usciamo dal paese su una mulattiera erbosa. Superiamo un tratto infrascato passando nel prato a destra e seguiamo la strada agricola tra i prati finché questa curva a destra (km 6,7).
Andiamo a sinistra e scendiamo ad attraversare un ruscello. Saliamo una ripida rampa e proseguiamo con saliscendi fino ad un bivio (km 7,3) dove scendiamo a destra.
Arriviamo su una stradina (km 7,8) e la seguiamo a destra entrando tra le case di Ca' di Lemmi (km 8) dove troviamo un bivio segnalato.
Scendiamo a sinistra, percorriamo qualche decina di metri ed andiamo ancora a sinistra. Con ripida discesa la mulattiera arriva al fondovalle. Immediatamente prima di guadare il torrente svoltiamo a destra (km 8,4) in una strada minore che scende al vicino guado.
Proseguiamo in comune con l'itinerario 34.
Dopo il guado saliamo per pochi metri ed entriamo nel prato a sinistra. Costeggiamo a destra il prato seguendo il sentiero, spesso poco visibile.
Attraversiamo altri prati e guadi fino ad un guado dove dobbiamo seguire per una ventina di metri il greto del torrente.
Arriviamo alla costruzione di una presa d'acqua (km 8,6).
Saliamo per meno di cento metri e prendiamo il sentiero a sinistra. Saliamo su un calanco dove il sentiero inizia un attraversamento precario perché il tracciato è stretto ed interrotto da piccole frane, radici e pietre.
Al termine di questa zona usciamo su una pista forestale (km 9) priva di difficoltà. Scendiamo ad un guado (km 9,4) ed attraversiamo una zona rovinata dalle alluvioni.
Superiamo una salita ed una discesa ed arriviamo ad un bivio (km 10) dove andiamo diritto. La strada ora sale fino ad un bivio nei pressi di un osservatorio (km 10,3).
Giriamo a destra e scendiamo incontrando una stradina asfaltata (km 11) che attraversiamo per continuare a scendere.
Attraversiamo un guado (km 11,2) e saliamo alla strada asfaltata che seguiamo a sinistra.
Raggiungiamo la SP144 che seguiamo a destra fino a Grondona (km 11,9).
Dislivello: 520 m e -500 m.
Ciclabilità: 95%
Asfalto: 30%
Osservazioni:

mappa  gps  foto  foto

Cross from Castel Ratti to Grondona

Updating: 5/2013
Start point: Castel Ratti
How to arrive:
Itinerary.
We go out of Castel Ratti and we hold the left to the fork with road Grondona. We meet on another road and we follow to the right it. We skirt along Liveto without entering country and we arrive to a fork (km 1,2).
We leave the asphalt and we go up to the right on an unmetalled road. We steeply gain quota and to an intersection (km 1,8) we go to the left for reaching the ridge (km 2).
We follow to the left the coast that alternates level tracts and slopes. We go straight to the fork (km 2,6) of Saint Stephen and we reach the crossroads where it passes the path Persi/Grondona (km 2,8).
We go straight facing a slope, steep and not entirely cycle, that finishes on a track (km 3,2) where we go to the left. The track goes down to a saddle (km 3,5) before climbing steep to climb over a back.
The road brings to a ford but we leaves it just before the course of water to take to the left a path (km 4).
The path, steep, stony and few cycle, finishes on an asphalted road (km 4,4) that we cross for taking a grassy road. We overcome the church and we arrive on the asphalt among the houses of Monteggio (km 4,7).
We cross the few houses and we go down on the asphalted road that we had crossed.
We follow to the left the asphalt to arrive to an intersection (km 6,1) near Lemmi.
We turn to the left and we go up to the church where we find the beginning of the trail sign CAI AVbr271 that we take entering to the right an alley.
We go out of the country on a grassy mule-track. We overcome an obstructed by bush tract passing on the right lawn and we follow the agricultural road among the lawns until this curve to the right (km 6,7).
We go to the left and we go down to cross a brook. We climb a steep ramp and we continue with ups and downs to a fork (km 7,3) where we go down to the right.
We arrive on a narrow road (km 7,8) and we follow to the right it entering among the houses of Ca' of Lemmi (km 8) where we find a signalled fork.
We go down to the left, we cross some about ten meters and we go to the left again. With steep descent the mule-track reaches the thalweg. Immediately before fording the stream we turn to the right (km 8,4) on a smaller road that goes down to the near ford.
We continue in common with the itinerary 34.
After the ford we climb few meters and we enter to the left the lawn. We skirt along to the right the lawn following the path, often few visible.
We cross other lawns and fords up to a ford where we have to follow for about twenty meters the pebbly shore of the stream.
We reach the construction of a taking of water (km 8,6).
We climb less than one hundred meters and we take to the left the path. We go up on a ravine where the path begins a precarious crossing because the layout is narrow and interrupted by small landslides, roots and stones.
At the end of this zone we go out on a forest track (km 9). We go down to a ford (km 9,4) and we cross a zone ruined by the floods.
We overcome a slope and a descent and arrive to a fork (km 10) where we go straight. The road now climbs to a fork near an observatory (km 10,3).
We turn to the right and we go down meeting an asphalted narrow road (km 11) that we cross for keeping on going down.
We cross a ford (km 11,2) and we climb the asphalted road that we follow to the left.
We reach the SP144 that we follow to the right up to Grondona (km 11,9).
Gradient: 520 ms and -500 ms.
Cycle: 95%
Asphalt: 30%
Observations:

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.