Percorsi in mtb in Val Borbera
Borbera 24
Discesa dal monte Gavasa a Molo

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento: 10/2012
connessione Punto di partenza: monte Gavasa
Come arrivare: Il monte è raggiunto dall'itinerario 23.
Itinerario.
Dalla vetta del monte Gavasa scendiamo seguendo il sentiero di salita. Attraversiamo lo stradone (km 0,4) e saliamo qualche metro per raggiungere un poggio.
Proseguiamo in discesa su una pista nel bosco che ci porta ad un bivio (km 1,1) dove svoltiamo a destra.
Dopo alcuni metri ripidi in discesa la strada prosegue quasi pianeggiante e termina sullo stradone (km 1,7) che seguiamo a sinistra.
Scendiamo rapidamente e raggiungiamo un bivio (km 2,3) dove inizia una salita. Superiamo una baracca e proseguiamo in lieve discesa fino alla Forcella del Barilaro (km 2,9).
Svoltiamo a sinistra su una stradina con segnavia CAI200. Attraversiamo il versante del monte Barilaro ed usciamo su una spalla (km 3,2).
Scendiamo ad un quadrivio (km 3,4) e continuiamo a scendere fino a confluire su un'altra pista forestale (km 4,2) che seguiamo a sinistra.
La strada scende ancora per poi salire brevemente al bivio (km 4,5) con un sentiero a destra.
Il sentiero percorre il bosco ed è ciclabile. Incontriamo un sentiero maggiore (km 4,7) e lo seguiamo in discesa.
Il sentiero termina ad un incrocio (km 4,9; bivio di M. di Calvadi) dove prendiamo la pista che prosegue di fronte.
La pista è poco più di un sentiero e scende ad incontrare una strada forestale (km 5,1).
Svoltiamo a sinistra costeggiando dei prati. Dopo alcuni saliscendi la strada scende ripida e si allarga.
Incontriamo una strada maggiore (km 6,1) che seguiamo a destra fino all'asfalto (km 6,2).
Scendiamo a destra seguendo l'asfalto ed arrivando velocemente a Molo Borbera (km 7).
Borghetto è a sinistra a circa 3,5 km.
Dislivello: -600 m.
Ciclabilità: 100%
Asfalto: 12%
Osservazioni:
Variante 24.1:
Alla Forcella del Barilaro prendiamo il sentiero in salita. Con percorso non ciclabile raggiungiamo la vicinissima vetta del monte Barilaro.
Percorriamo il piatto e boscoso crinale per quattrocento metri e scendiamo ripidamente giungendo sulla spalla (km 0,6) dove ritroviamo il sentiero principale.


mappa  gps  foto  foto

Go down from Gavasa mountain to Molo

Updating: 10/2012
Start point: Gavasa mountain
How to arrive: The mountain is reched by the itinerary 23.
Itinerary.
From the peak of the Gavasa mountain we go down following the path of slope. We cross the wide road (km 0,4) and we climb some meter to reach a knoll.
We continue in descent on a track in the wood that brings us to a fork (km 1,1) where we turn to the right.
After some steep meters in descent the road continues almost level and finishes on the wide road (km 1,7) that we follow to the left.
We quickly go down and we reach a fork (km 2,3) where a slope begins. We overcome a hut and we continue in light descent up to the Fork of the Barilaro (km 2,9).
We turn to the left on a narrow road with trail sign CAI200. We cross the slope of the Barilaro mountain and we go out on a shoulder (km 3,2).
We go down to a crossroads (km 3,4) and we keep on going down up to meet on another forest track (km 4,2) that we follow to the left.
The road again goes down for then shortly climbing to the fork (km 4,5) with a path to the right.
The path crosses the wood and is cycle. We meet a greater path (km 4,7) and we follow it in descent.
The path finishes to an intersection (km 4,9; fork of M. of Calvadi) where we take the track that opposite continues.
The track is few more than a path and goes down to meet a forest road (km 5,1).
We turn to the left skirting along some lawns. After some ups and downs the road goes down steep and widens.
We meet a greater road (km 6,1) that we follow to the right up to the asphalt (km 6,2).
We go down to the right following the asphalt and quickly reaching Molo Borbera (km 7).
Borghetto is to the left to around 3,5 kms.
Gradient: -600 ms.
Cycle: 100%
Asphalt: 12%
Observations:

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.