Percorsi in mtb in Val Borbera
Borbera 09
Discesa da Roccaforte Ligure a Vignole Borbera

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento: 9/2006
connessione Punto di partenza: Roccaforte Ligure
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 29.
Itinerario.
Dal piazzale asfaltato sottostante alla chiesa (cartelli segnaletici) andiamo a destra seguendo il segnavia CAI 275. La strada asfaltata conduce al cimitero dove svoltiamo a sinistra affrontando una salita ripida e sterrata.
Con fatica raggiungiamo un grande incrocio (km 0,3) dove andiamo sulla sinistra.
La strada continua a salire raggiungendo il punto più alto (km 0,9). Con veloce discesa raggiungiamo una strada (km 1,4) che seguiamo a destra. Ad un bivio (km 1,7) proseguiamo sulla strada di sinistra ed andiamo ancora a sinistra al bivio successivo (km 1,9).
La strada scende, trascuriamo il segnavia 275 che va a destra, e continuiamo a scendere. Ad un bivio andiamo a sinistra e raggiungiamo una sella (km 3,8) dove proseguiamo diritti entrando tra le case di Lemmi.
Attraversato il paese incontriamo un incrocio (km 4,2) dove seguiamo la strada asfaltata che scende a destra.
Ritroviamo il segnavia 275 e lo seguiamo seguendo la strada asfaltata che sale alle case di Monteggio (km 5,5).
Su sentiero raggiungiamo la chiesa e scendiamo sulla sinistra fino ad incrociare la strada asfaltata (km 5,8). Attraversiamo l'asfalto e prendiamo la strada con fondo erboso che va a sinistra. La lasciamo dopo pochi metri per scendere a destra in un sentiero ripido e dissestato.
La discesa termina all'incrocio con una strada più larga (km 6,1). Svoltiamo a destra e superiamo una breve ma ripida rampa. La strada prosegue facilmente nel bosco ed incrocia un'altra strada che arriva da destra (km 6,6).
Svoltiamo a sinistra e proseguiamo scendendo ad una sella (km 7,1).
Affrontiamo una salita ripida ed impedalabile dopo la quale continuiamo facilmente raggiungendo un bivio segnalato (km 7,5). Lasciamo a sinistra la strada e scendiamo a destra.
La strada forestale scende sul crinale, poi scende a sinistra e prosegue fino ad un valico (km 8; quadrivio per Persi e Grondona). Proseguiamo in salita a sinistra sempre sul segnavia 275.
Dopo un tratto con saliscendi incontriamo una stradina che sale a sinistra (km 8,6) e la prendiamo.
Raggiungiamo la vetta di una collina e scendiamo ad incrociare un'altra strada (km 8,8) che seguiamo a sinistra.
Proseguiamo fino ad un bivio non segnalato (km 9,1) dove teniamo la destra in discesa. Con qualche saliscendi proseguiamo fino ad un bivio (bivio di Costa Muta; km 9,8) dove proseguiamo diritto.
La discesa ci porta al bivio di Costa Jamue (km 10,2) dove lasciamo la strada principale e svoltiamo a destra. Dopo 150 metri dobbiamo abbandonare la strada e prendere il sentiero che sale a sinistra.
La salita è ripida, faticosa e non ciclabile. Dopo 250 metri la pendenza diminuisce e possiamo proseguire in sella.
Il percorso presenta ancora saliscendi prima di scendere decisamente. Prestiamo attenzione perché dobbiamo abbandonare la invitante strada che scende quando incontriamo una stradina minore (km 11,9) che sale a sinistra.
Superiamo la prima rampa non ciclabile e poi proseguiamo in discesa. Ad un bivio scendiamo a sinistra e, dopo 40 metri, confluiamo in una strada (km 12,3).
Seguiamo a destra la strada che, con saliscendi, porta all'asfalto (km 13,1).
Seguiamo l'asfalto per circa 200 metri e svoltiamo a sinistra in una sterrata in salita. Dopo aver scollinato scendiamo rapidamente. Ad un bivio (km 13,9) prendiamo il sentiero che sale a sinistra, non ciclabile. Il sentiero raggiunge il crinale e sale a destra ancora per poco (km 14,1).
Il sentiero corre nei pressi del crinale e scende ad una casa in costruzione (km 14,9) dove inizia l'asfalto. Seguiamo la larga strada in discesa che diventa sterrata. Raggiungiamo la pianura e continuiamo fino ad incontrare la strada provinciale che, seguita a sinistra, ci porta a Vignole Borbera (km 16,5).
Dislivello: 820 m. in discesa e 300 in salita.
Ciclabilità: 96%
Asfalto: 19%
Osservazioni:


 mappa  foto  gps

Descent from Roccaforte Ligure to Vignole Borbera

Updating:
9/2006
Start point: Roccaforte Ligure
How to arrive: The village is reached by the itinerary 29.
Itinerary.
From the asphalted square below the church (descriptive poster) we go to the right following the trail sign CAI 275. The tarmac road leads to the cemetery where we turn to the left facing a steep and dirt ascent.
With effort we reach a great intersection (km 0,3) where we go on the left.
The road continues to climb reaching the highest point (km 0,9). With fast descent we reach a road (km 1,4) that we follow to the right. To a fork (km 1,7) we continue on the left road and we go to the left up the following fork (km 1,9).
The road goes down, we ignore the trail sign 275 that it goes to the right, and we keep on going down. To a fork we go to the left and we reach a saddle (km 3,8) where we continue straight on entering among the houses of Lemmi.
Crossed the country we meet an intersection (km 4,2) where we follow the tarmac road that goes down to the right.
We find again the trail sign 275 and we follow it following the road that climbs to the houses of Monteggio (km 5,5).
On path we reach the church and we go down on the left as far as cross the tarmac (km 5,8). We cross the asphalt and we take the road with grassy bottom that goes to the left. We leave it after few meters to go down to the right in a steep and rough path.
The descent finishes to the intersection with a wider road (km 6,1). We turn to the right and climb a short but steep ramp. The road easily continues in the wood and crosses another road that arrives from right (km 6,6).
We turn to the left and we continue going down to a saddle (km 7,1).
We face a steep and no cycle ascent after thet easily continue reaching a signalled fork (km 7,5). We leave to the left the road and we go down to the right.
The forest road goes down on the ridge, it goes down to the left then and it continues to a pass (km 8; crossroads for Persi and Grondona). We always continue to the left in ascent on the trail sign 275.
After a stretch with up-and-down we meet to the left a narrow road that climbs (km 8,6) and we take it.
We reach the peak of a hill and we go down to cross another road (km 8,8) that we follow to the left.
We continue as far as a not signalled fork (km 9,1) where we hold the right in descent. With some up-and-downs we continue to a fork (fork of Costa Muta; km 9,8) where we continue straight on.
The descent leads us to the fork of Costa Jamue (km 10,2) where we leave the main road and we turn to the right. After 150 meters we have to abandon the road and to take the path that climbs to the left.
The ascent is steep, fatiguing and not cycle. After 250 meters the inclination decreases and we can continue in saddle.
The run presents up-and-down again before going down sharply. We pay beware because we owe leave the inviting road that goes down when we meet a narrow smaller road (km 11,9) that climbs to the left.
We get over the first non cycle ramp and then we continue in descent. To a fork we go down to the left and, after 40 meters, we meet in a road (km 12,3).
We follow to the right the road that, with up-and-down, leads to the asphalt (km 13,1).
We follow the asphalt for around 200 meters and we turn to the left in a dirt road in ascent. After the top we quickly go down. To a fork (km 13,9) we take the path that climbs to the left, not cycle. The path reaches to the right the ridge and climbs still for few (km 14,1).
The path races near the ridge and goes down to a house in construction (km 14,9) where the asphalt begins. We follow the wide road in descent that becomes dirt road. We reach the lowland and we continue up to meet the provincial road that, follows to the left, leads us to Vignole Borbera (km 16,5).
Gradient: 820 ms. in descent and 300 in ascent.
Cycle: 96%
Tarmac: 19%
Observations:

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.