Percorsi in mtb in Val Borbera
Borbera 03
Salita da Sisola al Passo di Salata

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento:  4/2018
connessione Punto di partenza: Sisola
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 8, dall'itinerario 11, dall'itinerario 25, dall'itinerario 26, dall'itinerario 28, dall'itinerario 42, dall'itinerario 45.
Itinerario.
Attraversiamo le case di Sisola andando verso Mongiardino, ma svoltiamo a sinistra (km 0,2) prima del ponte seguendo la strada per Rovello.
La strada asfaltata raggiunge il bivio per Rovello Inferiore (km 2,8), saliamo a sinistra e giungiamo a Rovello Superiore (km 3,3) dove termina la strada.
Passiamo tra le poche case foto lasciandole su una strada forestale che presto si divide foto. Scendiamo a destra e andiamo diritto al quadrivio (km 3,6) con la strada che sale da Rovello Inferiore. Trascuriamo alcune strade laterali e restiamo sulla strada principale che lascia i prati e supera alcuni piccoli guadi (km 4).
In salita, con parti ripide, proseguiamo fino ad incrociare una strada maggiore, che sale da Vergagni, in corrispondenza di un'edicola votiva (km 4,9) foto.
Svoltiamo a sinistra ed affrontiamo la salita. I primi 500 metri sono resi difficili dalla pendenza e dal fondo poco solido, poi la situazione migliora e proseguiamo senza troppi problemi fino al termine della salita.
Quando la strada inizia a scendere incontriamo il sentiero che arriva dal monte Bossola (itinerario 41; km 6,8).
La discesa è agevole con qualche minima risalita poi la pendenza aumenta e scendiamo rapidamente ad incrociare la strada asfaltata che sale da Mongiardino (km 9). Svoltiamo a sinistra e saliamo.
In corrispondenza dell'ultima curva a sinistra (km 9,9), prima delle vicinissime case di Prato, lasciamo la strada asfaltata e prendiamo a destra la strada con fondo in cemento. Svoltiamo a sinistra al vicinissimo bivio.
Affrontiamo la salita, a tratti molto impegnativa, ma con fondo sempre discreto foto.
Guadagniamo quota con qualche tornante e giungiamo all'ultima curva che precede di 100 metri il valico del monte Bossola foto (km 11,7; a sinistra variante 3.1).
Svoltiamo a destra in una pista forestale che avanza con numerose salite e discese mantenendosi sempre nei pressi del crinale.
All'unico bivio (km 14,1) foto non prendiamo la strada a sinistra in salita ma quella a destra leggermente in discesa e con qualche arbusto.
La discesa inizia con scarsa pendenza poi diventa più ripida e con qualche pietra.
Al termine della discesa ripida (km 15,5) inizia una parte con numerosi saliscendi e qualche rucello foto.
Arriviamo a un un incrocio (km 16,8) dove scendiamo a destra uscendo sulla vicina strada provinciale che seguiamo a sinistra salendo al Passo di Salata (km 17,1).
Dislivello: 910 m.
Ciclabilità: 98%
Asfalto: 26%
Osservazioni:
Variante 3.1 (salita del monte Bossola):
Al valico del km 11,7 svoltiamo a sinistra e saliamo al vicino Valico del monte Bossola foto (raggiunto anche dall'opposto versante dall'itinerario 4). Lasciamo la strada per imboccare il sentiero che sale a sinistra, nel prato. Il sentiero segue la linea di massima pendenza e non è ciclabile per una cinquantina di metri. Poi prosegue in cresta con andamento quasi pianeggiante ed arriva in vetta (km 0,4).



mappa  gps  slide

Ascent from Sisola to Passo di Salata

Updating:
8/2008
Start point: Sisola
How to arrive: The village is reached by the itinerary 8, by the itinerary 11, by the itinerary 25, by the itinerary 26, by the itinerary 28, by the itinerary 42, by the itinerary 45..
Itinerary.
We cross the houses of Sisola going toward Mongiardino, but we turn to the left before the bridge in direction of Rovello.
Following the asphalted road we reach the country (km 3,2) where the tarmac finishes.
Crossed the few houses we find a fork where we go down to the right. We meet to the right and to the left many roads but we stay on the principal road that leaves the lawns and it overcomes some small fords (km 4).
In ascent we continue to cross a greater road, that arrives from Vergagni, in correspondence of a tabernacle (km 4,9).
We turn to the left and we face the ascent. The first 500 meters are made difficult by the inclination and because of a little solid bottom, then the situation improves and we continues without too many problems up to the term of the ascent.
In correspondence of the level tract we meet the path that arrives from the Bossola mountain (itinerary 41; km 6,7).
We continue to arrive at the beginning of the steep descent that quickly brings us to cross the asphalted road that arrives from Mongiardino (km 9). We turn to the left and we climb.
In correspondence of the last curve to the left (km 9,9), before the near houses of Prato, we leave the asphalted road and we take to the right the road with bottom in concrete. We turn to the left to the near fork.
We face the ascent, sometimes very binding, but with discreet bottom always.
We gain altitude with some hairpin bend and we reach the last curve that precedes of 100 meters the pass of the Bossola mountain (km 11,7).
We turn to the right in a forest track that advances with numerous ascents and descents always maintaining itself near the ridge.
To the only fork (km 14,1) we don't take to the left the road in ascent but that to the right slightly in descent and with some bush.
The descent has steep tracts and some stone. An almost level tract brings us to an intersection (km 16,6).
We go down to the right going out on the near provincial road that we follow to the left climbing to the Pass of Salata (km 17).
Gradient: 910 ms.
Cycle: 98%
Asphalt: 26%
Observations:
Varying 3.1 (climb mount Bossola):
Crossing the main itinerary contrarily we arrive at the end of the new forest road (km 0). We turn to the right and rise to the pass of the mount Bossola (km 0,1).
We leave the road climbing the path that rises to the left, in the lawn. The path follows the line of maximum inclination and is not cycle for about fifty meters. Then it continues on the ridge with almost level course and it arrives on peak (km 0,4).

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.