Itinerari mtb nella zona del Monte Beigua
Itinerario 68
Discesa dal Passo della Gava ad Arenzano, 2

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 3/2018 connessione
Partenza: Passo della Gava
Come arrivare: Il passo è raggiunto dall'itinerario 8 e dall'itinerario 25.
Itinerario.
Scendiamo dal Passo della Gava in direzione sud, lasciamo a sinistra il sentiero per il Passo della Gavetta (km 0,3; itinerario 10) e arriviamo alla vasca antincendio sottostante il rifugio (km 0,7).
Svoltiamo a destra imboccando il sentiero che scende inizialmente ripido e alquanto dissestato.
Il sentiero raggiunge un incrocio (km 1,2) dove entriamo sull'itinerario 31 e svoltiamo a sinistra.
Proseguiamo con andamento non difficile. Il sentiero percorre il versante sinistro della Val Leone, parallelo alla strada della Gava.
Superiamo il roccione detto Gruppo (km 2,7) dove lasciamo a sinistra il segnavia Aphp .
Proseguiamo in discesa e confluiamo in un sentiero più ampio (km 3,2). Andiamo a sinistra e raggiungiamo località Cianelli (km 3,7) dove incontriamo anche il percorso 10.
Continuiamo sul sentiero ormai largo come una strada fino a un bivio (km 4,2) dove svoltiamo a sinistra foto.
Affrontiamo una salita con pendenza crescente foto fino allo scollinamento (km 4,7). Dopo una zona pianeggiante saliamo a una cisterna allo sbocco di una galleria (km 4,9) foto.
Continuiamo sul sentiero che sale ancora a un incrocio (km 5) dove, a destra, inizia la discesa.
Il sentiero è ripido e roccioso, scendiamo con qualche difficoltà foto a guadare un ruscello (km 5,2) e arriviamo al Centro Ornitologico di Case Vaccà (km 5,4) foto.
Prima di entrare tra le case svoltiamo a destra imboccando un sentiero che scende con pendenza crescente.
Superiamo qualche passo roccioso, curve e tornanti e arriviamo al guado del rio (km 5,8) foto.
La discesa prosegue impegnativa fino al termine del sentiero su una strada sterrata (km 6,1) foto.
In comune con l'itinerario 31 scendiamo alla strada asfaltata in località Agueta (km 6,6).
Svoltiamo a sinistra e saliamo al Curlo (km 7) dove svoltiamo a destra foto per prendere un largo sentiero che inizia con alcuni scalini (segnavia FIE r10 ).
Lasciamo a destra l'area pic nic e troviamo subito un bivio dove proseguiamo a destra foto.
Il sentiero è molto scavato e dissestato dall'acqua foto e scendiamo incontrando qualche difficoltà raggiungendo il bivio (km 7,4) foto dove passa l'itinerario 31.
Proseguiamo diritto e andiamo diritto al bivio che segue a qualche metro.
Il sentiero attraversa la boscaglia con fondo discreto fino a una stele segnaletica (km 7,5) dove la prosecuzione diventa a causa delle pietre foto.
Attraversiamo una zona che assomiglia a una pietraia e perdiamo quota con qualche tornante non facile fino ad arrivare al termine del sentiero (km 8,3) foto.
Seguiamo la strada asfaltata e giriamo a sinistra al primo incrocio (km 8,1).
La strada diventa una crosa asfaltata che diventa scalinata la cui pendenza cresce per diventare elevata verso il termine sull'asfalto (km 8,3) foto.
Seguiamo la strada a sinistra per quaranta metri e svoltiamo a destra entrando in una stradina che scende a sottopassare l'autostrada.
La stradina raggiunge una strada più larga e scende in via Terralba (km 8,7).
Svoltiamo a destra, andiamo a snistra all'incrocio (km 8,8) e ancora a sinistra al vicino bivio.
La strada scende a fianco della ferrovia, sale a via Terralba, scende di nuovo e sale a un bivio (km 9,5) dove svoltiamo a destra per raggiungere la stazione ferroviaria di Arenzano (km 8,7).
Dislivello: -880 m.
Ciclabilità: 97%
Asfalto: 16%
Osservazioni:


mappa  gps  slide


Updating: 2018/03
Start point: Gava Pass
How to arrive: The Pass is reached by the itinerary 8 and by the itinerary 25.
Itinerary.
TESTO


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.