Itinerari mtb nella zona del Monte Beigua
Itinerario 63
Discesa dal monte Avzè a Sassello

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 7/2015 connessione
Partenza: monte Avzè
Come arrivare: La montagna è raggiunta dall'itinerario 27.
Itinerario.
Dalle rocce della croce seguiamo a ritroso il sentiero di arrivo. Qualche metro prima della panca cerchiamo a destra un sentiero che inizia nascosto dall'erba e lo prendiamo seguendo la stesso segnavia FIE g23 che segnala l'itinerario per Veirera.
Il sentiero diventa subito una mulattiera ma purtroppo la speranza di una veloce discesa si spegne dopo pochi metri. Il percorso è scavato dall'acqua che ha scoperto un'infinità di grosse pietre e percorriamo a piedi le parti peggiori.
Il sentiero devia ogni tanto per cercare passaggi meno dissestati ma con scarsi risultati.
Entriamo nella bella faggeta dove la mulattiera diventa più agevole e raggiungiamo il Colle Bergnon (km 1,3).
Andiamo a destra ma subito lasciamo la solita strada forestale per imboccare una strada minore a destra. Non prendiamo il sentiero coi segnavia g10 ma la pista che inizia dopo un paio di metri.
Arriviamo alla vicina sorgente (km 1,4) dove ci accorgiamo che il sentiero è completamente abbandonato. Attraversiamo la sorgente che allaga il terreno ingombra da molti rami e individuiamo la prosecuzione; benchè i segnavia siano assenti la vecchia mulattiera è abbastanza evidente.
Superiamo molti alberi caduti e faticosamente arriviamo all'ultima sorgente (km 1,7) dove la mulattiera scompare per qualche metro; la ritroviamo a sinistra e la seguiamo con percorso meno fastidioso: l'ostacolo maggiore è costituito da qualche profondo canale scavato dalle alluvioni.
La discesa ci porta su una stradina forestale (km 2,3) dove terminano le difficoltà.
Giriamo a sinistra e attraversiamo una zona di prati prima di entrare su una strada maggiore (km 2,4) dove svoltiamo di nuovo a sinistra.
Arriviamo a un altro incrocio (km 2,6) e andiamo a destra. La strada scende a un guado (km 3,6), effettua una salitella e guada un altro ruscello (km 4,7) dopo il quale entriamo su una larga strada sterrata.
Andiamo a destra, attraversiamo un ponte (km 5,6), percorriamo altri quaranta metri sulla strada e la lasciamo per prendere una forestale a destra.
La stradina scende a un guado e si collega al sentiero segnalato g13 che seguiamo a sinistra.
Superiamo un guado (km 5,8; passerella a sinistra) e raggiungiamo l'asfalto alle prime case di Sassello (km 6,1):
Seguiamo la strada trascurando quelle laterali e passiamo dal cimitero (km 6,5) proseguendo fino al centro del paese (km 7,2).
Dislivello: -650 m.
Ciclabilità: 95%
Asfalto: 18%
Osservazioni:

 mappa  gps  foto  foto  foto  foto


Updating: 2015/7
Start point: Avzè mountain
How to arrive: The mountain is reached by the itinerary 27.
Itinerary.
From the rocks we follow back the path of arrival. Some meter before the bench we look to the right for a path that begins hidden by the grass and we take it following the same trail sign FIE g23 that signals the itinerary to Veirera.
The path immediately becomes a mule-track but unfortunately the hope of a fast descent extinguishes its after few meters. The run is dug by the water that it has discovered an infinity of big stones and we cross the worse parts on foot.
The path sometimes diverts for looking for passages less ruined but with scarce results.
We enter the beautiful beechwood where the mule-track becomes easier and we reaches the Bergnon Pass (km 1,3).
We go to the right but immediately leave the usual forest road to take to the right a smaller road. We don't take the path with the trail signs g10 but the track that it begins after a pair of meters.
We reach the nearby source (km 1,4) where we realize there that the path is completely abandoned. We cross the source that floods the terrestrial and is cluttered by many branches and we individualize the prosecution; although the trail signs are absent the old mule-track it is enough evident.
We overcome many fallen trees and laboriously we reach the last source (km 1,7) where the mule-track disappears for some meter; we find again to the left it and follow it with less annoying run: the most greater obstacle is constituted by some depth channel dug by the floods.
The descent brings us on a forest narrow road (km 2,3) where they finish the difficulties.
We turn to the left and cross a zone of lawns before entering on a greater road (km 2,4) where we turn to the left again.
We reach another intersection (km 2,6) and go to the right. The road goes down to a ford (km 3,6), it effects a short ascent and it fords another brook (km 4,7) later which enter on a wide dirt road.
We go to the right, cross a bridge (km 5,6), cross other forty meters on the road and we leave it to take to the right a forest road.
The narrow road goes down to a ford and links to the signalled path g13 that we follow to the left.
We overcome a ford (km 5,8; gangway to the left) and reach the asphalt at the first houses of Sassello (km 6,1):
We follow the road neglecting those side and we pass the cemetery (km 6,5) continuing up to the center of the country (km 7,2).
Gradient: -650 ms.
Cycle: 95%
Asphalt: 18%
Observations:


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.