Itinerari mtb nella zona del Monte Beigua
Itinerario 54
Discesa dal monte Beigua a Santa Giustina

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento: 4/2011
connessione Punto di partenza: monte Beigua
Come arrivare: La chiesetta sulla vetta è raggiunta dall'itinerario 1 e dall'itinerario 2.
Itinerario.
Dalla chiesa sulla vetta andiamo a ponente, scendiamo la scaletta e seguiamo l'asfalto per poche decine di metri. Deviamo a destra entrando sul percorso della Via Crucis. Una discesa sconnessa porta sulla sella tra le due cime del Beigua (km 0,5); qui si dipartono cinque strade. Imbocchiamo la strada centrale e saliamo alla grande Croce in cemento (km 0,8).
Proseguiamo costeggiando a destra la croce e scendiamo sul segnavia di crinale b32 seguendolo per circa 80 metri.
Svoltiamo a sinistra attraversando una radura. Entriamo nel bosco evitando di perdere i segnavia FIE r22.
Scendiamo nel bosco (senza tracce di sentiero, percorso non intuitivo). Dopo una discesa ripida cominciamo ad andare a destra e raggiungiamo una zona di guadi che attraversiamo con numerosi saliscendi poco ciclabili.
Costeggiamo le pareti rocciose su cui corre l'itinerario 3 ed incontriamo un bivio (km 2,2; siamo a poche decine di metri dall'itinerario 3) dove svoltiamo a sinistra.
Con ripida discesa il sentiero raggiunge una zona paludosa, sale per pochi metri e scende infine a raggiungere la sterrata dalle Casermette presso il guado sul torrente Sansobbia (km 3,8).
Non guadiamo ma svoltiamo a destra. Superiamo una breve salita e lasciamo la strada per svoltare a sinistra sul sentiero con segnavia (km 3,9).
Il sentiero attraversa una bella zona con radure prima di iniziare la discesa. Scendiamo su sentiero sporco per foglie e rami ed attraversiamo un ruscello per poi salire qualche metro.
Riprendiamo la discesa, sempre su terreno difficile a causa dei rami, e raggiungiamo la sponda del torrente (km 4,7).
Con percorso meno ripido raggiungiamo alcuni ruderi (km 5,6) e riprendiamo la discesa.
Il sentiero si allarga ed incontriamo varie tubazioni dell'acquedotto. Aggiriamo una interruzione (km 6,6) passando a sinistra e scendiamo ripidamente fino ad uscire su una strada forestale (km 7,5).
Svoltiamo a destra e saliamo tenendo la sinistra a due incroci ed abbandonando il segnavia FIE r22. Con percorso pianeggiante superiamo Casa delle Ortensie (km 8) e proseguiamo fino ad incrociare il segnavia AVphp (km 8,5).
La strada scende con qualche curva. All'inizio del tratto pianeggiante (km 9) svoltiamo a sinistra in una strada campestre.
La strada peggiora; teniamo la sinistra ad un modesto bivio e la destra a quello successivo (km 9,4) e più importante.
Scendiamo per attraversare un rio, saliamo un breve tratto ripido e proseguiamo in discesa.
Una discesa ripida e rovinata ci riporta sul segnavia ed al ponte Saccon (km 9,8).
Al di là del ponte seguiamo una strada forestale che termina sull'asfalto (km 11). Seguiamo la strada a sinistra (ma anche il ramo di destra scende a Santa Giustina) fino ad un bivio (km 11,2).
Seguiamo la strada a destra che scende, quasi interamente asfaltata, e raggiunge Santa Giustina (km 12,7), comune di Stella.
Dislivello: -1060 m.
Ciclabilità: 95%
Asfalto: 14%
Osservazioni:



 mappa  gps
divieti
invito


Descent from Beigua mountain to Santa Giustina

Updating:
4/2011
Start point: Beigua mountain
How to arrive: The church on the summit is reached by the itinerary 1 and by the itinerary 2.
Itinerary.
From the church we go to west, we go down the stair and we follow the asphalt for few about ten meters. We turn to the right entering on the run of the Via Crucis. A dirty descent leads on the saddle among the two tops of the Beigua (km 0,5); here they start five roads.
We take the central road and we climb to the great Cross in concrete (km 0,8).
We continue skirting to the right the cross and we go down on the trail sign of ridge b32 following it for around 80 meters.
We turn to the left crossing a clearing. We enter the wood avoiding to lose the trail sign FIE r22.
We go down in the wood (without traces of path, crossed not intuitive). After a steep descent we start to go to the right and we reach a zone of fords that we cross with a lot of a little cycle ups and downs.
We skirt the rocky walls on which it races the itinerary 3 and we meet a fork (km 2,2; we are to few about ten meters from the itinerary 3) where we turn to the left.
With steep descent the path reaches a marshy zone, climbs for few meters and it finally goes down to reach the dirt road from the Casermette near the ford on the Sansobbia stream (km 3,8).
We don't ford but we turn to the right. We overcome a brief ascent and we leave the road to turn to the left on the path with trail sign (km 3,9).
The path crosses a beautiful zone with clearings before beginning the descent. We go down on dirty path because of leaves and branches and we cross a brook for then to climb some meter.
We take back the descent, always on difficult ground because of the branches, and we reach the bank of the stream (km 4,7).
With less steep run we reach some ruins (km 5,6) and we take back the descent.
The path widens and we meets various pipelines of the aqueduct. We revolve an interruption (km 6,6) passing to the left and we steeply go down to go out on a forest road (km 7,5).
We turn to the right and we climb holding the left to two intersections and abandoning the trail sign FIE r22. With level run we overcome House of the Hydrangeas (km 8) and we continue to cross the trail sign AVphp (km 8,5).
The road goes down with some curve. To the beginning of the level tract (km 9) we turn to the left in a rural road.
The road worsens; we hold the left to a modest fork and the right to that following and more important (km 9,4).
We go down for crossing a brook, we climb a short steep tract and we continue in descent.
A steep and ruined descent brings us on the trail sign and to the bridge Saccon (km 9,8).
Beyond the bridge we follow a forest road that finishes on the asphalt (km 11). We follow to the left the road (but also the branch of right goes down to Saint Giustina) to a fork (km 11,2).
We follow to the right the road that it goes down, almost entirely asphalted, and it reaches Saint Giustina (km 12,7), municipality of Stella.
Gradient: -1060 ms.
Cycle: 95%
Asphalt: 14%
Observations:

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.