Itinerari mtb nella zona del Monte Beigua
Itinerario 44
Traversata da Sassello a Pontinvrea

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento: 6/2009
connessione Punto di partenza: Sassello
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 6, dall'itinerario 7, dall'itinerario 17, dall'itinerario 63 e dall'itinerario 43.
Itinerario.
Dalla piazza di Sassello seguiamo la strada provinciale in direzione di Albisola. Al termine della discesa (km 0,6) svoltiamo a destra in una sterrata che costeggia una fabbrica di amaretti e porta ad un cancello.
Attraversiamo il cancello entrando nell'area demaniale della foresta della Deiva. Seguiamo un'ampia strada sterrata che sale con fondo buono e pendenza moderata.
Ad un bivio (km 1,6) lasciamo a destra la strada per il Lago dei Gulli, seguita dall'itinerario precedente. La salita ci porta ad un valico (km 2,1) dove lasciamo a sinistra la strada che sale al castello di Bellavista, proseguiamo per qualche metro e svoltiamo a sinistra in una strada pianeggiante.
La strada attraversa lungamente il versante orientale del Bric della Rama, della Cima di Deiva e del Bric di Salmaceto con salita moderata che termina al Passo di Salmaceto (km 5,8).
Abbandoniamo la strada e svoltiamo a sinistra per imboccare un largo sentiero (segnavia FIE g52 ) in salita. Dopo la salita iniziale il sentiero procede nel bosco attraverso il versante occidentale della montagna e raggiunge un quadrivio (km 6,4).
Svoltiamo a sinistra e saliamo al crinale.
Percorriamo il crinale con qualche saliscendi fino al termine del sentiero (km 7,2) che diventa strada forestale. Proseguiamo sulla strada ma la lasciamo quando, a sinistra (km 7,5), inizia nuovamente il sentiero.
Affrontiamo qualche ripida ma brevissima rampa in salita e poi iniziamo la discesa che è abbastanza ripida e ci porta rapidamente ad un bivio (km 8,5).
Lasciamo a sinistra il segnavia e svoltiamo a destra (segnalazioni MTB) su un sentiero in salita con segnavia g28.
La pendenza non è eccessiva ma il fondo sassoso rende la salita faticosa e non interamente ciclabile. Raggiungiamo una spalla (km 8,9) dove il sentiero svolta a destra per salire al Forte di Lodrino Superiore.
Qui svoltiamo a sinistra e scendiamo ripidamente entrando nel bosco dove proseguiamo su un largo sentiero che diventa una pista forestale.
Ad un bivio (km 9,5) andiamo a sinistra e scendiamo ad un altro incrocio (km 9,6) nei pressi della chiesetta di Sant'Antonio. Proseguiamo a sinistra la discesa, andiamo diritti al bivio successivo (km 9,8) e confluiamo con una larga strada sterrata (km 9,9).
Svoltiamo a destra e seguiamo la sterrata che scende tra villette fino a terminare sulla strada provinciale (km 10,5).
Svoltiamo a destra proseguendo fino a Pontinvrea (km 12).
Dislivello: - 360 m e + 410 m.
Ciclabilità: 99%
Asfalto: 18%
Osservazioni:


 mappa  gps  foto


Cross from Sassello to Pontinvrea

Updating:
6/2009
Start point: Sassello
How to arrive: The country is reached by the itinerary 6, by the itinerary 7, by the itinerary 17, by the itinerary 63 and by the itinerario 43.
Itinerary.
From the square of Sassello we follow the provincial road in direction of Albisola. At the end of the descent (km 0,6) we turn to the right on an unsurfaced road that skirts a factory of macaroons and leads to a gate.
We cross the gate entering the area demaniale of the forest of the Deiva. We follow an ample unsurfaced road that climbs with good bottom and moderate inclination.
To a fork (km 1,6) we leave to the right the road for the Lake of the Gulli, followed by the preceding itinerary. The slope brings us to a pass (km 2,1) where we leave to the left the road that climbs to the castle of Bellavista, we continue for some meter and we turn to the left on a level road.
The road longly crosses the oriental slope of the Bric della Rama, of the Cima della Deiva and the Bric of Salmaceto with moderate slope and finishes to the Pass of Salmaceto (km 5,8).
We give up the road and we turn to the left for taking a wide path (trail sign FIE g52 ) in slope. After the initial slope the path proceeds in the wood through the western slope of the mountain and reaches a crossroads (km 6,4).
We turn to the left and we go up to the ridge.
We cross the ridge with some ups and downs up to the term of the path (km 7,2) that it becomes forest road. We continue on the road but we leave it when, to the left (km 7,5), it again begins the path.
We face some steep but brief ramp in slope and then we begin the descent that is enough steep and it quickly brings us to a fork (km 8,5).
We leave to the left the trail sign and we turn to the right (signalings MTB) on a path in slope with trail sign g28.
The inclination is not excessive but the stony bottom makes the slope fatiguing and not entirely cycle. We reach a shoulder (km 8,9) where the path turns to the right for climbing to the Fortress of Lodrino Superiore.
We turn to the left here and we steeply go down entering the wood where we continue on a wide path that becomes a forest track.
To a fork (km 9,5) we go to the left and we go down to another intersection (km 9,6) near the church of Sant'Antonio. We continue to the left the descent, we go straight to the following fork (km 9,8) and we meet with a wide unsurfaced road (km 9,9).
We turn to the right and we follow the road that goes down among cottages up to finish on the provincial road (km 10,5).
We turn to the right continuing up to Pontinvrea (km 12).
Gradient: - 360 ms and + 410 ms.
Cycle: 99%
Asphalt: 18%
Observations:

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.