Itinerari mtb nella zona del Monte Beigua
Itinerario 27
Salita da Sassello al monte Avzè

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento: 7/2014
connessione Punto di partenza: Sassello
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 6, dall'itinerario 7, dall'itinerario 17, dall'itinerario 63 e dall'itinerario 43.
Itinerario.
Dalla piazza del Municipio di Sassello andiamo verso sud ed usciamo dal paese seguendo una stradina verso sinistra (via dei Perrando, segnavia FIE: g13 ).
Stiamo seguendo l'itinerario 12 al contrario. La strada costeggia il ruscello, passa a fianco del cimitero e raggiunge le case di Bastia (km 0,9) superate le quali inizia la mulattiera.
Con percorso in leggera salita raggiungiamo il guado del torrente (km 1,2) e prendiamo la mulattiera che sale a sinistra. Affrontiamo una ripida rampa che termina ad un colletto inciso nella roccia (km 1,5). Superato il crinale la salita riprende, sempre ripida, impegnativa e poco ciclabile.
Raggiungiamo una pista forestale sulla Costa Serena dove andiamo a sinistra (km 2,7) lasciando a destra un seccatoio.
Poco dopo (km 3) superiamo un quadrivio dove andiamo diritto.
Ad alcuni bivio seguiamo il segnavia e saliamo a un altro quadrivio con un pino al centro (km 3,7) e qui svoltiamo decisamente a destra.
Guadiamo alcuni ruscelli e saliamo a un bivio (km 4,1) dove andiamo a destra.
Attraversiamo numerose sorgive superando alcuni costoni e raggiungiamo uno spiazzo con prese di un acquedotto (km 5,1). Qui la strada si impenna nuovamente. Guadagniamo quota faticosamente e superiamo qualche piccolo guado. Quando la pendenza diminuisce lasciamo a sinistra il segnavia FIE che sale troppo ripido (km 6) e proseguiamo sulla strada. Seguiamo un tornante a sinistra e saliamo raggiungendo finalmente le case di Veirera (km 6,9).
Svoltiamo a destra e seguiamo l´asfalto fino al bivio dove svoltiamo a destra in una strada asfaltata con segnavia g28 .
Scendiamo e proseguiamo diritti sulla strada principale. Lasciamo alcune strade a destra che conducono a delle cascine e proseguiamo diritto sulla strada che diviene sterrata. Proseguiamo salendo a scavalcare un crinale (km 8,3).
Proseguiamo con bel percorso pianeggiante e trascuriamo le strade minori sulla destra. Arriviamo ad un grosso bivio (km 9,4) dove abbandoniamo la strada principale che sale diritta (e ripida) e svoltiamo a destra. Pochi metri in salita poi andiamo quasi pianeggiando tra i faggi. Una salita ci porta ad un quadrivio dove prendiamo la strada a destra e saliamo quasi in vetta al boscoso bric Macarin per poi proseguire in discesa.
Attraverso un bosco di betulle raggiungiamo uno spiazzo con area pic-nic (km 10,2). Un sentierino pianeggiante esce all'aperto in un ambiente di rocce e piccole roverelle raggiungendo la vetta (km 10,4) che non è altro che l'estrema propaggine rocciosa della costiera che abbiamo seguito.
Dislivello: 720 m.
Ciclabilità: 80%
Asfalto: 12%.
Osservazioni: fatto come descritto è un itinerario faticoso e poco ciclabile, consigliabile solo in discesa. Naturalmente è possibile raggiungere Veirera con l´itinerario 5 ed allora la ciclabilità è totale, oppure seguendo al contrario l´itinerario 6 che è un po' più ciclabile di quello descritto sopra (ciclabilità 92%).


mappa  foto  foto  foto  foto  foto  foto  gps

Ascent from Sassello to mount Avzè

Updating:
3/2016
Start point: Sassello
How to arrive: The country is reached by the itinerary 6, by the itinerary 7, by the itinerary 17, by the itinerary 63 and by the itinerario 43.
Itinerary.
From the square of the Sassello Town Hall we go to south and exit the town along a narrow road to the left (Via dei Perrando, trail sign FIE: g13 ).
We are following the 12 route in reverse. The road runs along the stream, passes beside the cemetery and reaches the houses of Bastia (0.9 km) above which the mule track begins.
With slightly uphill path we reach the ford of the river (1.2 km) and take the trail that climbs to the left. We face a steep ramp that ends at a pass digged in the rock (1.5 km). Crossed the ridge the climb resumes, always steep, demanding and little cycle.
We reach a forest track on the Costa Serena where we go to the left (2.7 km) leaving to the right a squeegee.
Shortly after (km 3) we overcome a crossroads where go straight.
At some crossroads we follow the trail and climb to another crossroads with a pine tree in the center (3.7 km) and here we turn sharply to the right.
We ford several streams and climb to a fork (km 4,1) where we go right.
We cross numerous spring overcoming some ridges and reach a clearing with sockets of an aqueduct (5.1 km). Here the road goes up again. We gain altitude with difficulty and overcome some small ford.
When the slope decreases we leave to the left the trail sign FIE that rises too steep (6 km) and continue on the road. We follow a bend to the left and climb finally reaching the Veirera houses (6.9 km).
We turn right and follow the asphalt to the junction where we turn right on a road with trail sign g28 .
We go down and continue straight on the main road. We leave some roads on the right leading to the farms and continue straight on the road becomes a dirt road. We continue climbing to climb over a ridge (km 8.3).
We continue with nice flat course and neglect the minor roads on the right. We come to a big crossroads (km 9.4) where we leave the main road straight (and steep) and turn right.
We climb few meters then we go almost flat through between the beeches. A climb brings us to a crossroads where we take the road to the right and climb almost to the summit of forested bric Macarin then go downhill.
Through a forest of birch trees we reach a clearing with a picnic area (km 10.2). A flat path go outdoors in an environment of rocks and small oaks reaching the summit (km 10.4) which is the extreme rocky outcrop of the ridge we followed.
Gradient: 720 ms.
Rideable: 80%
Tarmac: 12%.
Observations: of course it is possible to reach Veirera with the itinerary 5 and then the cycle is total, or following contrarily the itinerary 6 that it is a more cycle than that described above (cycle 92%).

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.