Itinerari mtb nella zona del Monte Beigua
Itinerario 18
Discesa dal monte Beigua ad Alpicella

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento: 12/2008
connessione Punto di partenza: monte Beigua
Come arrivare: La chiesetta sulla vetta è raggiunta dall'itinerario 1 e dall'itinerario 2.
Itinerario.
Dalla chiesa andiamo a ponente, scendiamo la scaletta e seguiamo l'asfalto per pochi metri. Deviamo a destra entrando sul percorso della Via Crucis. Una discesa sconnessa porta sulla sella tra le due cime del Beigua (km 0,5); qui si dipartono cinque strade.
Prendiamo la seconda strada da sinistra e scendiamo velocemente all´asfalto; svoltiamo a destra e proseguiamo la discesa seguendo la strada.
Quando il segnale FIE r54 lascia la strada per scendere a sinistra lo seguiamo (km 1,4).
Siamo su una stradina che si restringe a sentiero che scende ripido tra i faggi. In questo modo raggiungiamo un pascolo dove incrociamo una sterrata (loc. Giare dell'Olio; km 2,2).
Svoltiamo a destra ed abbandoniamo la strada (a destra va a raggiungere, in meno di un chilometro, l'itinerario 50 dove questo percorre l'asfalto) dopo alcune decine di metri prendendo il sentiero a sinistra (bivio non molto visibile).
Attraversiamo una zona solcata da diversi ruscelli e scendiamo nel bosco. La discesa presenta alcuni tratti dissestati e non sempre è ciclabile.
Al termine delle pietraie seguiamo un bel tratto pianeggiante che ci porta a superare un intaglio (km 3,5) oltre il quale riprende la ripida discesa che ci porta ad un rudere (km 4).
La mulattiera scende nel bosco, supera un passaggio roccioso ed esce in una zona prativa. Scendiamo al margine del bosco e raggiungiamo una spalla erbosa (km 4,9) dove il sentiero FIE svolta decisamente a destra (variante 18.1). Lo abbandoniamo per scendere sulla sterrata a sinistra.
Raggiungiamo un incrocio dove andiamo a destra (km 5,4) e subito dopo a sinistra ed arriviamo ad incrociare la stradella che proviene dalla strada megalitica. Poco dopo entriamo sull´asfalto (km 5,9) in loc. Ceresa.
Percorriamo pochi metri e scendiamo a sinistra su un sentiero che taglia il tornante.
Non resta che seguire la discesa asfaltata che conduce ad Alpicella (km 8,3).
Dislivello: 880 m.
Ciclabilità: 95%
Osservazioni: non utilizzabile in salita.
Variante 18.1: dalla spalla erbosa possiamo anche seguire integralmente, a destra, il sentiero FIE. Un primo tratto poco pendente conduce nel bosco dove incontriamo un bivio (km 0,5)dove andiamo a sinistra. La pendenza aumenta progressivamente ed una discesa molto ripida temina su una strada sterrata che seguiamo a sinistra. Arriviamo su una strada con fondo in cemento (km 2,1) e la seguiamo in discesa fino al tornante dove andiamo diritti. Seguiamo il segnavia fin nei pressi del paese. Il segnavia va diritto e scende alle case con una breve scala, possiamo evitarla svoltando a destra all'ultimo bivio. Alla piazza di Alpicella abbiamo percorso circa 3 km.
Variante 18.2: (al momento è sconsigliabile) ad un tornante della strada asfaltata (km 6,7) andiamo a destra sulla sterrata in leggera salita. Agli incroci teniamo sempre il sentiero centrale ed arriviamo ad un rudere. Passiamo con difficoltà presso la casa e scendiamo ad un rivo (km 6,8).
Scendiamo a sinistra costeggiando il rivo che invade anche il sentiero; dopo 100 metri di ripida discesa andiamo a destra sulla mulattiera pianeggiante.
Questa strada portava ad Alpicella. Al momento (2008) è interrotta da una grande frana, superabile con difficoltà.


mappa  gps  foto  foto  foto  foto

Descent from mount Beigua to Alpicella

Updating:
1/2005
Start point: Beigua mountain
How to arrive: The church on the summit is reached by the itinerary 1 and by the itinerary 2.
Itinerary.
From the church we go to west, we go down the staircase and we follow the asphalt for few meters. We turn to the right entering on the run of the via Crucis. A rough descent leads on the saddle among the two tops of the Beigua (km 0,5); here five roads start.
We take the second road from left and we quickly go down to the asphalt; we turn to the right and we continue the descent following the road.
When the signal FIE r54 allows the road to go down to the left we follow it (km 1,4).
We are on a narrow road that narrows to path that goes down steep among the beech trees. In this way we reach a pasture where we cross an unsurfaced road (loc. Jars of the oil; km 2,2).
We turn to the right and we abandon the road after some about ten meters taking to the left the path (fork not very visible).
We cross a zone ploughed by different brooks and we go down in the wood. The descent offers some ruined tracts and is sometime not cycle.
At the end of the heap of stone we follow a beautiful level tract that brings us to overcome a carving (km 3,5) over which go on again the steep descent that brings us to a ruin (km 4).
The mule-track goes down in the wood, it overcomes a rocky passage and it goes out in a meadow zone. We go down to the border of the wood and we reach a grassy shoulder (km 4,9) where the path FIE turns to the right decidedly (varying 18.1). We give up it to go down to the left on the forest road.
We reach an intersection where we go to the right (km 5,4) and immediately later to the left and we arrive to cross the path that arrives from the megalithic road. Shortly after we enter the tarmac (km 5,9) in place Ceresa.
We cross few meters and we go down to the left on a path that cuts the hairpin bend.
It have only to follow the asphalted descent that leads to Alpicella (km 8,3).
Gradient: 880 ms.
Rideable: 95%
Observations: not usable in ascent.
Varying 18.1: from the grassy shoulder we can integrally follow also the path FIE. A first little steep stretch leads in the wood where we meet a fork where we go to the left. The inclination progressively increases and a very steep descent ends on a dirt road that we follow to the left. We arrive on a road with ground in concrete and we follow it in descent up to the hairpin bend where we go straight on. We follow the trail sign up near the country. The trail sign goes straight on and goes down to the houses with a brief staircase, we can avoid it turning to the right at the last fork. On the square of Alpicella we have crossed around 3 kms.
Varying 18.2: (at the moment it is impracticable) at an hairpin bend of the asphalted road (km 6,4) we go straight on the dirt road in light ascent. At the intersections we always keep the central path and we arrive to a ruin. We pass with difficulty near the house and we go down to a brook (km 6,8).
We go down to the left skirting the brook that also invades the path; after 100 meters steep descent we go to the right on a level mule-track.
This road leaded to Alpicella. at the moment (2002) it is interrupted by a great landslide, insuperable.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.