Itinerari mtb nella zona del Monte Beigua
Itinerario 11
Anello di Cogoleto

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento:  12/2006
connessione Punto di partenza: Cogoleto
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 38, dall'itinerario 42 e dall'itinerario 61.
Itinerario.
Dal parcheggio sul torrente Arrestra, all'estremità di ponente di Cogoleto, ci dirigiamo verso levante, sull'Aurelia.
Quasi all´inizio della salita della Colletta deviamo a sinistra (km 3). Costeggiamo la Stoppani, attraversiamo un ponte arrivando ad un bivio (km 3,3).
Andiamo a destra trascurando la strada che sale a Lerca; arriviamo così ad attraversare un secondo ponte. Superiamo una salitella e svoltiamo a sinistra.
La strada si inoltra nella valle ed arriva ad un ponte superato il quale iniziamo a salire.
Superiamo un agriturismo ed arriviamo ad una curva. Qui dobbiamo lasciare la strada ed entrare nel viottolo che va a sinistra, in piano (km 6,4; segnavia C1 e M).
Dopo qualche decina di metri scendiamo a sinistra per un ripido sentiero a scalini arrivando al ponte Ratte (km 6,5).
Al di là del ponte saliamo ripidamente e poi con pendenza inferiore fino ad arrivare ad una stradina asfaltata.
Saliamo a destra ed arriviamo rapidamente a confluire in una strada maggiore (km 7,5); qui andiamo ancora a destra.
Seguiamo fedelmente la strada costeggiando un campeggio e proseguendo diritti all´incrocio della cappella di S.Anna (km 7). Lasciamo a destra i sentieri per il Rama e proseguiamo fino al termine dell´asfalto (km 8).
Proseguiamo sulla sterrata che si restringe a sentiero e termina ad alcune case dove ritroviamo l´asfalto (km 9,4).
Seguiamo l´asfalto che porta a confluire in una piccola strada (km 10,1; segnavia FIE r9); non scendiamo a sinistra ma la attraversiamo proseguendo dall'altra parte su una mulattiera che scende ripidamente.
La discesa termina sulla provinciale che proviene da Lerca. Qui andiamo a destra e saliamo fino a Sciarborasca (km 11,1).
Dal centro di Sciarborasca svoltiamo a destra, in salita a fianco della chiesa. Al primo bivio svoltiamo a sinistra e scendiamo leggermente su una larga strada.
Raggiungiamo un quadrivio (km 11,7) dove andiamo diritti nella strada che presenta un segnale di divieto di accesso. La strada scende leggermente ad un ponte.
Ad un primo bivio teniamo la destra e a quello seguente (km 12,8) la sinistra.
La salita diviene ripida e guadagniamo quota a tornanti nel bosco ed arriviamo ad un bivio (km 13,8) dove andiamo a sinistra. Al termine della salita finisce anche l´asfalto ed arriviamo ad un gruppo di case (I Piani; km 14,1; cani).
Passiamo lasciando le case a destra e la strada si trasforma in sentiero che scende raggiungendo un piano coperto di erica arborea e radi pini.
La macchia, le aree paludose e le pietre rendono difficile il procedere. Cerchiamo di seguire il sentiero più evidente ricordando che dobbiamo attraversare interamente il pianoro.
Incontriamo il sentiero FIE che sale da Varazze allo Sciguelo e lo seguiamo a sinistra raggiungendo il vicino muro di recinzione dell'area conventuale (km 14,7).
Attraversiamo il muro. Il sentiero inizia a scendere e presenta alcuni tratti ripidi e sconnessi che costringono a procedere a piedi.
Arriviamo ad un guado a cui segue ancora il sentiero impegnativo. Arriviamo ad una strada sterrata (km 15,6) percorsa dall´itinerario botanico.
Svoltiamo a destra e saliamo al piazzale dell'Eremo del Deserto (km 15,7).
Dalla piazza dell'Eremo torniamo sui nostri passi fino all'incrocio dove proseguiamo a destra.
La sterrata diviene mulattiera con qualche scalino e fondo a tratti roccioso. Sempre in sella costeggiamo il torrente ed usciamo sull´asfalto nei pressi dei ponti e della casa dell'ex portineria (km 16,5).
Percorriamo l'asfalto fino all'incrocio presso le cascine (km 16,7) dove svoltiamo a destra.
Superate le case la strada inizia la salita, attualmente fortemente dissestata. Superiamo il bivio della sterrata proveniente dal Passo del Muraglione.
Continuiamo faticosamente a salire e raggiungiamo il valico (km 17,7). Seguiamo la strada che scende e confluiamo, presso una casa, in una buona strada (km 18,1).
La seguiamo a sinistra. La strada diviene asfaltata e la seguiamo velocemente raggiungendo San Giacomo e di qui all'Aurelia (km 21,9). A sinistra a Cogoleto.
Dislivello: 630 m in salita ed altrettanti in discesa.
Ciclabilità: 95%
Osservazioni:
Asfalto: 67%
Variante 11.1:
Tutto asfalto.
Dal centro di Sciarborasca centro del paese seguiamo la strada che scende tra le case e confluisce nella nuova tangenziale..
Dopo l´incrocio proseguiamo per qualche metro sulla strada per Cogoleto e svoltiamo a destra su una stradina.
Seguiamo ormai integralmente questa stradina asfaltata che supera alcuni guadi ed arriva nei pressi di alcune case, pochi metri prima dei due ponti che segnano l'ingresso nel territorio dell'Eremo del Deserto (km 3,5).
Qui ritroviamo l'itinerario principale.


 mappa  mappa  gps  foto

divieti
invito


Cogoleto loop

Updating:
1/2004
Start point: Cogoleto
How to arrive: The country is reached by the itinerary 38, by the itinerario 42 and by the itinerario 61.
Itinerary.
From the center of Cogoleto we direct there toward east, on the Aurelia.
Almost to the beginning of the ascent of the Colletta Pass we turn to the left (km 2). We skirt along the Stoppani and cross a bridge arriving to a fork (km 3,3).
We go to the right disregarding the road that climbs to Lerca; we arrive so to cross a second bridge. We get over a slope and we turn to the left.
The road forwards its in the valley and arrives to an old bridge which we begin to climb.
We get over an agritourism and we arrive to a curve. Here we have to leave the road and to enter the path that it goes to the left, in plain (km 5,5).
After some about ten meters we go down to the left on a steep path with wide stairs reaching the bridge Ratte (km 5,7).
Beyond the bridge we climb steeply and then with inferior inclination up to arrive to a narrow tarmac road.
Climb to the right and we quickly come to meet in a greater road (km 6,7); we go to the right here still.
We faithfully follow the road skirting a camping and continuing straight on to the intersection of the chapel of S.Anna (km 7). We leave to the right the paths for mount Rama and we continue up to the term of the asphalt (km 8).
We continue on the easy dirt road that laeds to some houses where we find again the asphalt (km 8,7).
We follow the asphalt that leads to meet in a small road; we don't go down to the left but we cross it continuing on the other side on a mule-track that it steeply goes down.
The descent finishes on the provincial road that comes from Lerca. We go to the right here and climb up to Sciarborasca (km 10,4).
We can climb to the center of the country and then to go down to the left or to follow the bypass road up to the intersection.
After the intersection we continue for some meter on the road for Cogoleto and we turn to the right on a narrow road.
We integrally follow by now this narrow tarmac road that overcomes some fords and it arrives near some houses (km 14), few meters before the two bridges that mark the entry in the territory of the hermitage of the Desert.
We turn to the left here and we cross the courtyard of the house.
We begin to climb on mule-track and we arrive to cross the run 9. We go to the left here and we reach a saddle from which we go down meeting, after 500 ms, the asphalt (km 15,5).
We go down without problems to S.Giacomo and, from here, to the Aurelia (km 19,5). To the left in 3 kms to Cogoleto.
Gradient: 370 ms in ascent and as many in descent.
Cycle: 99,5%
Observations:
Varying 11.1: Advisable but clearly more difficulty.
From the center of Sciarborasca (km 0) we turn to the right, in ascent beside the church. At the first fork we turn to the left and we slightly go down on a wide road.
We reach a crossroads (km 0,6) where we go straight on to the road that has a signal of prohibition of access.
We avoid some deviations with smaller roads staying always on the evident main road, initially in light descent then in ascent.
At a first fork (km 1,5) we hold the right and to that following the left.
The ascent becomes steep and we gain height with hairpin bends in the wood and we arrive to a fork (km 2,7) where we go to the left. At the end of the ascent the asphalt ends too and we arrive to a group of houses (The Plans; km 3,2).
We pass leaving to the right the houses and the road turns its into path that goes down reaching a plan covered with heather and pines.
The bush, the marshy areas and the stones make the progress difficult; besides a lot of traces are crossed here. We try to follow the most evident path remembering that we have to entirely cross the plain.
We meet the path FIE that climbs from Varazze to the mount Sciguelo and we follow to the left it reaching the wall of enclosure of the conventual area (km 3,7).
We cross the wall. The path begins to go down and presents some steep and disconnected stretches that it forces to proceed on foot.
We arrive to a ford to which still follows a binding path. We arrive to a dirt road (km 4,5) crossed by the botanical itinerary.
We turn to the right and climb the square of the hermitage of the Desert (km 4,7).
Cycle: 98%.
Varying 11.2: advisable, to avoid when there is overcrowding to the hermitage.
From the square of the hermitage we go down on the road of the botanical run overcoming a bar (preceding variation contrarily).
We leave to the left the path FIE and the variation 11.1 and we continue on the dirt road that becomes mule-track with some stair and rocky bottom stretches. Always in saddle skirt the stream and we go out on the asphalt near the bridges and of the house of the old gatehouse (km 0,85).

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.