Itinerari mtb nella zona del Monte Beigua
Itinerario 08
Salita da Arenzano al Passo della Gava

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento: 3/2007 connessione Punto di partenza: Arenzano
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 21, dall'itinerario 31, dall'itinerario 62 e dall'itinerario 20.
Itinerario.
Dalla vecchia stazione di Arenzano andiamo verso il centro. All´incrocio svoltiamo in salita e seguiamo le indicazioni per il Santuario del Bambino di Praga. Dopo il Santuario proseguiamo sulla strada principale che si dirige a Terralba. Quando la strada accenna a scendere (km 2,3) svoltiamo a destra in una stradina in ripida salita. (Qui si può arrivare seguendo la strada dalla Colletta che passa sotto all'ospedale).
La strada prosegue in salita, evitiamo una stradina a destra e proseguiamo per pochi metri. Appena la strada accenna a scendere prendiamo la strada a destra (km 2,8). Con salita sostenuta arriviamo ad una casa con ampio slargo (loc. Agueta, km 3,7).
All'estremità del piazzale proseguiamo in salita sulla strada asfaltata (a destra itinerario 10).
Superiamo località Curlo (km 4,2) dove trascuriamo i sentieri e proseguiamo sulla strada. Dopo un tornante la strada diviene sterrata e sale ripida foto. Raggiungiamo una sbarra (km 5; Casa forestale a sinistra) foto che attraversiamo. Proseguiamo con qualche tornante ed un'altra dura rampa.
La strada svolta a sinistra e raggiunge il tornante con traliccio dove scende l´itinerario 10 (km 5,9), proseguiamo la salita uscendo su un prato con vari sentieri (km 6,8; prato Liseu).
Saliamo ancora un tratto ripido superando il piccolo riparo Beppillo foto, poi la strada diventa pianeggiante e si inoltra nella valle.
Ancora in salita, ma moderata, raggiungiamo una vasca dell'acqua antincendio ed una sorgente (km 8,9). Superiamo ancora due tornanti e raggiungiamo il passo (km 9,4).
Dislivello: 750 m.
Ciclabilità: 100%
Asfalto: 47%
Osservazioni: adatta alle brevi giornate invernali. Con la tramontana il passo è battuto dal vento.
Note: Il Passo della Gava è un fondamentale crocevia di sentieri. Provo a darne un'idea (vedi schizzo).
In senso orario ad iniziare guardando verso la strada che abbiamo usato per salire. A destra, prima della vasca antincendio scende il sentiero che porta anche alla spettacolare traversata fino al monte Argentea (itinerario 31). A fianco della ristrutturata Cà da Gava passa il sentiero dell´itinerario 25. Dal passo sale il sentiero per il monte Argentea e poi quello che sale al monte Reixa (non ciclabile in salita) e subito a fianco sale la mulattiera per il passo del Faiallo (anche questa non ciclabile in salita).

 gps  slide

divieti
invito

Ascent from Arenzano to Gava Pass

Updating:
12/2004
Start point: Arenzano
How to arrive: The country is reached by the itinerary 21, by the itinerary 31, by the itinerary 62 and by the itinerary 20.
Itinerary.
From the old station of Arenzano we go toward the center. At the intersection we turn in ascent and we follow the indications for the Sanctuary of the Child of Praga. After the Sanctuary we continue on the main road that directs to Terralba. When the road begins to go down (km 2,3) we turn to the right in a little road in steep ascent. (Here can arrive following the road from the Colletta that it passes under the hospital).
The road continues in ascent, we avoid to the right a narrow road and we continue for few meters. When the road begins to go down we take to the right the road (km 2,8). With sustained ascent we arrive to a house with ample parking lot (loc. Agueta, km 3,7).
At the extremity of the square we continue in ascent on the asphalted road (to the right itinerary 10).
We get over place Curlo (km 4,2) where disregard the paths and we continue on the road. After a hairpin bend the road becomes dirt and steep climbs. We reach a bar (km 5; forest House to the left) that we cross.
We continue with some hairpin bends and another hard ramp.
The road turns to the left and it reaches the hairpin bend with pylon where the itinerary 10 goes down (km 5,9), we continue the ascent going out on a lawn with various paths (km 6,8; lawn Liseu).
Climb still a steep stretch overcoming the small shelter Beppillo, then the road becomes level and forwards in the valley.
Still in ascent, but moderate, we reach a tub of the fireproof water and a source (km 8,9). We get over still two hairpin bends and we reach the pass (km 9,4).
Gradient: 750 ms.
Cycle: 100%
Tarmac: 47%
Observations: it suits for the brief winter days. With the north wind the pass is beaten from the wind.
Notes: The Pass of the Gava is a fundamental crossroad of paths. I try to give an idea of it (you see sketch).
Clockwise to begin looking toward the road that we have used to climb. To the right, before the fireproof tub, the path descend that leads also to a spectacular crossing up to the mount Argentea. Beside restructures Cà da Gava it passes the path of the itinerary 25. From the pass climbs the path for the mount Argentea and then that that climbs to the Reixa mountain (not cycle) and immediately beside climbs the mule-track for the pass of the Faiallo (also this not cycle).
In the short and wild valley of the Gava go down two paths, one on the left side and the other on the right one. The first one was the old and only path of Sambuco ascent, but now it is ruined from the landslides and abandoned.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.