In mtb nella zona di Albenga
Albenga 32
Discesa dal monte Dubasso ad Alto

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 6/2017 connessione
Partenza: monte Dubasso
Come arrivare: La vetta è raggiunta dall'itinerario 2.
Itinerario.
Dalla croce sulle roccette della cima scendiamo verso sud seguendo il segnavia r7 sul sentierino che serpeggia tra i massi.
Usciamo sul prato e saliamo leggermente a un colletto (km 0,2).
Scendiamo ripidamente sull'altro versante con vista verso il fronteggiante monte Galero.
Raggiungiamo una piccola sella che ci immette in un canalone dove scendiamo a piedi su una ripida pietraia.
Dopo una parte meno difficile arriviamo su una mulattiera (km 0,9) che seguiamo in discesa.
Percorriamo una dorsale compresa tra la Costa Sella a destra e la costiera della Rocca Battaglina a sinistra.
La prima parte è facile e scorrevole poi la mulattiera si impegna in passaggi scavati nella roccia e scende ripida con tornanti fino al punto più basso (km 2).
La mulattiera presenta ora delle parti in salita anche attraverso qualche pietraia.
In discesa passiamo ai piedi di uno splendido, contorto faggio e scendiamo su una pista forestale (km 2,7).
Svoltiamo a destra e seguiamo la pista che, dopo una catena, si allarga a strada.
Dopo un poggio (km 3,1) con una antenna e una croce scendiamo alla strada asfaltata (km 3,3) utilizzata dall'itinerario 1 per salire.
Seguendo la strada scendiamo alla Madonna del Lago (km 3,7; trattoria). Lasciando a destra l'edificio arriviamo a un bivio dove lasciamo l'asfalto per imboccare il sentiero a sinistra (km 4,2) e scendiamo su una mulattiera che conserva qualche parte lastricata.
Attraversiamo una prima volta l'asfalto (km 4,9) e continuiamo sulla mulattiera qui in migliori condizioni.
Al secondo attraversamento (km 5,1) seguiamo per qualche metro una strada sterrata che lasciamo subito per riprendere a sinistra la mulattiera.
Il fondo è in eccellenti condizioni ma sul percorso ci sono un po' di rami.
Usciamo sulla SP107 (km 5,4) e la seguiamo a sinistra per qualche metro prima di prendere il sentiero a destra.
Il sentiero si allarga a pista forestale e termina all'ennesimo incrocio con l'asfalto (km 5,7).
Al di là della strada inizia un sentierino infrascato che scende nel bosco e che seguiamo con qualche difficoltà fino all'incrocio con un sentiero più largo e pulito (km 5,8).
Seguiamo il ramo di destra e torniamo sulla SP107 (km 5,9) che seguiamo fino ad Alto (km 6,6).
Dislivello: -910 m.
Ciclabilità: 94%
Asfalto: 25%
Osservazioni:

mappa  gps  foto  foto  foto  foto  foto  foto  foto


Updating: 2017/06
Start point: Dubasso mountain
How to arrive: The summit is reached by the itinerary 2.
Itinerary.
From the cross on the rocks of the summit we go southwards following the signpost on the trail that winds through the boulders.
We enter the meadow and climb slightly to a pass (km 0.2). We steeply go down on the other side with a view towards the facing Galero mountain.
We reach a small saddle that enters us into a gorge where we go down a steep scree.
After a less difficult part we arrive on a mule track (km 0.9) that follow downhill. We walk along a ridge between Costa Sella on the right and the coast of Rocca Battaglina on the left.
The first part is easy and sloping then the mule track engages in passageways excavated in the rock and steeply descends with bends to the lowest point (km 2).
The mule track now has parts uphill also through some scree. Downhill we walk at the foot of a beautiful, twisted beech and descend on a forest track (km 2.7).
We turn to the right and follow the track that, after a chain, it's getting larger to the road. After a hill (km 3,1) with an aereals and a cross we descend to the asphalt road (km 3,3) used by itinerary 1 to climb.
We follow the road to Madonna del Lago (km 3,7; tavern).
Leaving the building to the right we reach a junction where we leave the asphalt to take the left path (km 4,2) and descend on a mule track that preserves some paved part.
We first cross the asphalt (km 4,9) and continue on the mule track here in better conditions.
At the second crossing (km 5,1) we follow a few meters a dirt road that we leave immediately to resume the mule track on the left.
The bottom is in excellent condition but there are a few branches on the path. We exit on the SP107 (km 5.4) and follow it to the left for a few meters before taking the path to the right.
The trail widenss to forest track and ends at the nth crossroad with the asphalt (km 5,7).
Beyond the road begins a shrouded by shrubs trail that goes down into the woods that we follow some difficulty to the intersection with a wider and clean path (km 5.8).
We follow the right branch and go again to the SP107 (km 5,9) that we follow up to Alto (km 6,6).
Difference in altitude: -910 m.
Cycle: 94%
Asphalt: 25%
Remarks:


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.