Itinerari mtb nella zona di Albenga
Itinerario 26
Discesa dal Monte Nero ad Arnasco

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 12/2013 connessione
Partenza: monte Nero
Come arrivare: La vetta è raggiunta dall'itinerario 25.
Itinerario.
Dalla boscosa vetta del monte Nero seguiamo a ritroso il percorso 25, scendiamo alla sella prativa e saliamo sulla cima orientale (km 0,3; segnavia FIE r54).
Scendiamo e lasciamo il bosco nei pressi di una sella. Qui il sentiero non è molto visibile ma lo troviamo facilmente scendendo in diagonale a destra.
Scendiamo ad una sorgente e saliamo ad un bel prato in mezzo alle pietre (km 0,6).
Attraversiamo con difficoltà il campo di pietre alla sua sinistra ed imbocchiamo la mulattiera che scende, alquanto sassosa e difficile.
Il sentiero prosegue con scarsa pendenza nei pressi del crinale. Ad un certo punto (km 1) lo lasciamo e scendiamo a destra. Dopo qualche metro senza tracce entriamo in un altro sentiero che prosegue nella stessa direzione.
Con qualche modesto saliscendi attraversiamo il versante della montagna seguendo sempre il segnavia.
Scendiamo in un avvallamento (km 1,6) da cui usciamo scavalcando un piccolo dosso. In discesa raggiungiamo una sella erbosa (km 1,8) dove inizia la strada.
Seguiamo la strada a destra e scendiamo lungamente. Trenta metri prima di una curva a destra (km 3,9) lasciamo la strada ed entriamo tra i bassi arbusti a destra. Questo punto è riconoscibile perché precede di un paio di metri i due unici alberelli, comunque, avendo mancato l'incrocio, è sufficiente proseguire sulla strada: subito dopo la curva inizia, a destra, il sentiero segnalato.
Percorriamo una trentina di metri senza sentiero ed arriviamo sul segnavia FIE r28.
Seguiamo il sentiero a destra, scendiamo leggermente e saliamo ad un poggio prativo al cui termine (km 4,1) inizia la discesa.
Il sentiero è stretto, ripido, interrotto da placche di roccia e pietre. La discesa è impegnativa ma quasi del tutto ciclabile.
Il sentiero diventa una mulattiera e scende ad una casella in pietra (km 4,6) con tavolo.
Scendiamo ancora sulla mulattiera costeggiata da muretti e non del tutto facile.
Arriviamo su una stradina (km 5,2) che non prendiamo ma attraversiamo proseguendo diritto. Dopo pochi metri la strada termina presso una costruzione dell'acquedotto.
Proseguiamo sulla mulattiera che attraversa il crinale e scende ad un bivio (km 5,6) dove lasciamo a destra il segnavia e proseguiamo diritto attraversando le case di Menosio.
Usciamo sulla SP35 (km 5,8) e la seguiamo a sinistra fino a raggiungere la chiesa di Arnasco (km 7,1).
Dislivello: -720 m.
Ciclabilità: 99%
Asfalto: 19%
Osservazioni:

mappa  gps  foto  foto  foto


Updating: 12/2013
Start point: Nero mountain
How to arrive: The top is reached by the itinerary 25.
Itinerary.
From the woody peak of the Black mountain we follow to the contrary the run 25, go down to the meadow saddle and we climb the oriental top (km 0,3; trail sign FIE r54).
We go down and leave the wood near a saddle. Here the path is not very visible but we easily finds it going down in diagonal to the right.
We go down to a source and climb a beautiful lawn in the middle of the stones (km 0,6).
We cross with difficulty the field of stones to its left and we take the mule-track that goes down, rather stony and difficulty.
The path continues with scarce inclination near the ridge. All of a sudden (km 1) we leave it and we go down to the right. After some meter without traces we enter another path that continues in the same direction.
With some modest ups and downs we cross the slope of the mountain always following the trail sign.
We go down in a subsidence (km 1,6) from which go out climbing over a small back. In descent we reach a grassy saddle (km 1,8) where the road begins.
We follow to the right the road and we longly go down. Thirty meters before a curve to the right (km 3,9) we leave the road and we enter to the right among the low bushes. This point is recognizable because it precedes of a pair of meters the two only saplings, however the intersection having missed, it is enough to continue on the road: immediately after the curve it begins, to the right, the signalled path.
We cross about thirty meters without path and we arrive on the trail sign FIE r28.
We follow to the right the path, we slightly go down and go up to a meadow knoll to whose term (km 4,1) it begins the descent.
The path is narrow, steep, interrupted by plates of rock and stones. The descent is binding but almost entirely cycle.
The path becomes a mule-track and goes down to a box in stone (km 4,6) near a table.
We again go down on the not entirely easy mule-track skirted along by little walls.
We arrive on a narrow road (km 5,2) that we don't take but we cross continuing straight. After few meters the road finishes near a construction of the aqueduct.
We continue on the mule-track that crosses the ridge and it goes down to a fork (km 5,6) where we leave to the right the trail sign and we continue straight crossing the houses of Menosio.
We go out on the SP35 (km 5,8) and we follow to the left it up to reach the church of Arnasco (km 7,1).
Gradient: -720 ms.
Cycle: 99%
Asphalt: 19%
Observations:


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.