Itinerari mtb nella zona di Albenga
Itinerario 25
Salita da Bastia al Monte Nero

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 12/2013 connessione
Partenza: Bastia di Albenga
Come arrivare: Il paese sorge a circa 4 km da Albenga, all'inizio della Valle del Centa.
Itinerario.
Attraversiamo il centro di Bastia in direzione ovest e seguiamo quindi la strada della Valle Arroscia.
Alla prima rotatoria (km 1,8) giriamo a destra per Arnasco. La strada sale tra boschi e ville fino a Bezzo (km 7,2) prima frazione di Arnasco.
Lasciamo a destra il percorso 22 e proseguiamo sulla strada provinciale. Superiamo la chiesa di Arnasco (km 8,7) e proseguiamo.
Al cartello che segnala l'ingresso in Menosio attraversiamo il ponte e svoltiamo a destra (km 9,6).
Saliamo su una ripida strada che ci porta alle case superiori del paese. Ad un bivio (km 9,8) svoltiamo a destra e continuiamo a salire evitando le strade laterali.
La strada diventa sterrata (km 10,2) e sale ad un ruscello. La pendenza aumenta e saliamo ripidamente, ma su fondo buono, ad un bivio (km 11,2).
La strada raggiunge il vicino valico dove passa la strada di Rocca Livernà utilizzata dall'itinerario 23 ma noi la lasciamo e svoltiamo a sinistra seguendo il segnavia FIE r54.
Dopo un inizio ripido la strada spiana e giunge ad un sella (11,7). Ricomincia la salita che ora presenta tratti dissestati e parti non ciclabili.
Saliamo lungamente e giungiamo al termine della strada (km 14,6) su un prato sul crinale.
Lasciamo il sentiero che scende e giriamo a sinistra. Saliamo su una pista poco ciclabile, superiamo un dosso ed un avvallamento.
Non seguiamo il segnavia ma proseguiamo sulla pista che lasciamo (km 14,8) prima di raggiungere la parete rocciosa.
Dopo i primi metri il sentiero diventa quasi pianeggiante. Ritroviamo il segnavia ed attraversiamo il versante meridionale della montagna.
Una breve salita (pochi metri) senza sentiero ci porta sul crinale (km 15,4).
Andiamo a sinistra e superiamo alcune salite ripide, sassose e non ciclabili fino ad uscire su un bel prato tra le pietraie (km 15,9).
Attraversiamo il prato verso sinistra in lieve discesa, superiamo una sorgente e ricominciamo a salire, ora con pendenza contenuta.
Il sentiero, non sempre molto visibile, entra in un bosco e sale un cocuzzolo (km 16,2).
Scendiamo ad una sella prativa e saliamo alla vetta, boscosa e poco evidente, del monte Nero (km 16,5).
Dislivello: 990 m.
Ciclabilità: 94%
Asfalto: 62%
Osservazioni: percorso molto assolato, non molto ciclabile ma panoramico e interessante.
mappa  gps  foto  foto  foto  foto


Updating: 12/2013
Start point: Bastia di Albenga
How to arrive: The village is at about 4 kms from Albenga, at the entrance of the Centa Valley.
Itinerary.
We cross the center of Bastia in west direction and we follow then the road of the Valley Arroscia.
At the first rotatory (km 1,8) we turn to the right for Arnasco. The road climbs between woods and villas up to Bezzo (km 7,2) first hamlet of Arnasco.
We leave to the right the run 22 and we continue on the provincial road. We overcome the church of Arnasco (km 8,7) and we continue.
At the poster that signals the entry in Menosio we cross the bridge and we turn to the right (km 9,6).
We go up on a steep road that brings us to the superior houses of the country. To a fork (km 9,8) we turn to the right and we keep on climbing avoiding the side roads.
The road becomes a unmetalled one (km 10,2) and goes to a brook. The inclination increases and we steeply climb, but on good ground, to a fork (km 11,2).
The road reaches the near pass where it passes the road of Fortress Livernà used by the itinerary 23 but we leave it and we turn to the left following the trail sign FIE r54.
After a steep beginning the road flattens and comes to a saddle (11,7). The slope restart and now offers ruined tracts and not cycle parts.
We longly climb and we come at the end of the road (km 14,6) on a lawn on the ridge.
We leave the path that goes down and we turns to the left. We climb a little cycle track, overcome a back and a subsidence.
We don't follow the trail sign but we continue on the track that we leave (km 14,8) before reaching the rocky wall.
After the first meters the path becomes almost level. We find again the trail sign and we cross the southern slope of the mountain.
A short slope (few meters) without path it brings us on the ridge (km 15,4).
We go to the left and we overcome some steep, stony and not cycle slopes up to go out on a beautiful lawn among the stony ground (km 15,9).
We cross the lawn toward left in light descent, we overcome a source and we restart to climb, now with contained inclination.
The path, not always very visible, it enters a wood and climbs a summit (km 16,2).
We go down to a meadow saddle and we go up to the peak, woody and few evident, of the Black mountain (km 16,5).
Gradient: 990 ms.
Cycle: 94%
Asphalt: 62%
Observations: very sunny run, not very cycle but panoramic and interesting.


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.