In mtb nella zona di Albenga
Itinerario 19
Discesa dal Poggio Ceresa a Zuccarello, diretta

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento: 2/2013. connessione
Partenza: Poggio Ceresa
Come arrivare: Il monte è raggiunto dall'itinerario 3.
Percorso.
Dalla cappella sulla vetta del panoramico Poggio Ceresa scendiamo seguendo la strada di accesso che lasciamo alla prima curva per entrare a sinistra nel prato.
Scendiamo direttamente cercando il passaggio più facile tra le basse rocce affioranti e raggiungiamo il sentiero FIE r13.
Incontriamo la prima barriera rocciosa e la aggiriamo a sinistra con ripida discesa. Il sentiero aggira altre rocce che emergono dal crinale a volte a destra e a volte a sinistra.
Percorriamo od aggiriamo alcune spalle con percorso sempre difficile, talvolta pericoloso.
Al termine della discesa (km 0,9) il sentiero affronta il crinale quasi pianeggiante ma sbarrato da affioramenti rocciosi che ci costringono a numerosi saliscendi spesso poco ciclabili.
Un'ultima salita ci porta sul prativo Poggio Eresea (km 1,7) dove inizia la discesa.
Scendiamo in obliquo a sinistra sul sentiero stretto e non molto visibile tra prati e pietre. Raggiungiamo un traliccio (km 2,2) ed il sentiero scende a destra con qualche tornante.
Il sentiero termina all'incrocio con una mulattiera (km 2,6) che seguiamo a destra.
Perdiamo quota con numerosi tornanti incontrando un solo breve tratto dissestato dalle sorgenti la cui acqua corre sulla mulattiera.
La discesa termina sulla SP582 (km 3,5) che seguiamo a destra fino a Zuccarello (km 4,3)
Dislivello: -680 m.
Ciclabilità: 93%
Asfalto: 20%
Osservazioni: è una discesa molto impegnativa: difficile, poco ciclabile e pericolosa.


mappa  gps  foto  foto

Descent from Poggio Ceresa to Zuccarello

Updating: 2/2013
Start point: Poggio Ceresa
How to arrive: The mountain is reached by the itinerary 3.
Itinerary.
From the chapel on the peak of the panoramic Poggio Ceresa we go down following the road of access that we leave to the first curve to enter to the left the lawn.
We directly go down looking for the easiest passage among the low outcropped rocks and we reach the path FIE r13.
We meet the first rocky barrier and we revolve to the left it with steep descent. The path revolves other rocks that appear on the ridge at times to the right and at times to the left.
We cross or revolve some shoulders with difficult run always, sometimes dangerous.
At the end of the descent (km 0,9) the path faces the almost level ridge but blocked by rocky outcrop that it forces us to numerous ups and downs few cycle.
A last slope brings us on the meadow Poggio Eresea (km 1,7) where the descent begins.
We go down in oblique to the left on the narrow and not very visible path between lawns and stones. We reach a pylon (km 2,2) and the path goes down to the right with some hairpin bend.
The path finishes to the intersection with a mule-track (km 2,6) that we follow to the right.
We lose quota with numerous hairpin bends meeting only a short tract ruined by the sources whose water races on the mule-track.
The descent finishes on the SP582 (km 3,5) that we follow to the right up to Zuccarello (km 4,3)
Gradient: -680 ms.
Cycle: 93%
Asphalt: 20%
Observations: it is a very binding descent: difficult, few cycle and dangerous.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.