In mtb nella zona di Albenga
Albenga 05
Discesa dalla Madonna della Guardia a Villanova

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento: 1/2006. connessione
Partenza: Madonna della Guardia di Alassio
Come arrivare: Il Santuario è raggiunto dall'itinerario 3.
Percorso.
Dal piazzale antistante il cancello del santuario seguiamo la strada asfaltata in discesa verso nord est (itinerario 3 al contrario). Dopo circa 600 metri vediamo a sinistra una sterrata. Lasciamo l´asfalto e troviamo un incrocio di sentieri. Prendiamo l'unica sterrata che sale a destra.
Superiamo un ripetitore passivo (segnavia r10), proseguiamo in piano e scendiamo ad una selletta (km 1) dove si incrociano diversi sentieri.
Svoltiamo a sinistra prendendo la sterrata in discesa (segnavia MTB e r16).
La strada scende e prosegue poi con qualche saliscendi tagliando le pendici del monte Pisciavino. Ad un bivio lasciamo a sinistra il segnavia r16 (km 1,4) e proseguiamo sulla destra.
Arriviamo ad una strada (km 2,3) di cui prendiamo il ramo di sinistra. La discesa è facile, con qualche tratto sassoso, e ci porta ad uno slargo (km 3).
Trascuriamo i sentieri che vanno a destra e proseguiamo sulla sterrata che poco dopo termina proseguendo come sentiero.
Inizialmente il percorso è facile, poi il sentiero si restringe e siamo costretti a qualche passaggio a piedi.
La discesa diviene molto ripida con tratti scavati dal passaggio delle moto. Superiamo con difficoltà una discesa devastata dai profondi solchi, poi proseguiamo con minori difficoltà, ma il sentiero rimane sempre con molte pietre smosse.
Le difficoltà diminuiscono gradatamente e terminano quando il sentiero si allarga a strada forestale (km 5).
Scendiamo rapidamente nel bosco. Ad un incrocio teniamo la destra e scendiamo all´autostrada che attraversiamo in un sottopasso. Poco dopo la stradina diviene asfaltata (km 6,4) e raggiunge la strada principale nei pressi di Villanova.
Dislivello: 530 m.
Ciclabilità: 99%
Asfalto: 12%
Osservazioni:


 mappa  foto

Descent from Madonna della Guardia to Villanova

Updating: 1/2006
Start point: Madonna della Guardia di Alassio
How to arrive: The Sanctuary is reached by the itinerary 3.
Itinerary.
From the square in front of the gate of the sanctuary we follow the tarmac in descent toward north-east (itinerary 3 contrarily). Later around 600 meters we see to the left a dirt road. We leave the asphalt and we find an intersection of paths. We take to the right the only dirt road that climbs.
We get over a passive repeater (trail sign r10), we continue in plain and we go down to a saddleback (km 1) where different paths crossed.
We turn to the left taking the dirt road in descent (trail sign MTB and r16).
The road goes down and continues then with some up-and-downs cutting the slopes of the Pisciavino mountain. To a fork we leave to the left the trail sign r16 (km 1,4) and we continue on the right.
We arrive to a road (km 2,3) of which take the branch of left. The descent is easy, with some stony parts, and leads us to a clear (km 3).
We neglect the paths that go to the right and we continue on the dirt road that shortly after it finishes continuing as path.
Initially the run is easy, then the path narrows and we are forced to some passage on foot.
The descent becomes very steep with stretches dug by the passage of the motorbikes. We get over with difficulty a descent devastated by the depths furrows, then we continue with smaller difficulties, but the path remains always with a lot of shifted stones.
Difficulties gradually decrease and they finish when the path widens to forest road (km 5).
We quickly go down in the wood. To an intersection we hold the right and we go down to the highway that we cross in a underpass. Shortly after the narrow road becomes tarmac (km 6,4) and it reaches the main road near Villanova.
Gradient: 530 ms.
Cycle: 99%
Tarmac: 12%
Observations:

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.