Percorsi mtb in Val Tanaro
Itinerario 85
Discesa dal Colle della Rionda a Bagnasco

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 5/2018 connessione
Partenza: Colle della Rionda
Come arrivare:
Itinerario.
Al Colle della Rionda prendiamo in direzione nord l'unica strada sterrata foto seguendo il segnavia FIE di crinale g19 . Dopo una breve salita la strada diviene pianeggiante ed attraversa il versante della montagna.
Una facile discesa precede una ripida rampa dopo la quale proseguiamo con pochi saliscendi. Un altro strappo precede la discesa che porta al Colle San Bartolomeo (km 2,2).
Affrontiamo una faticosa salita arrivando a un bivio (km 2,4) dove lasciamo la strada principale e imbocchiamo quella di sinistra foto.
La salita è molto ripida e poco ciclabile poi la pendenza si attenua e raggiungiamo un colletto (km 2,8) foto.
Abbandoniamo i segnavia che salgono a destra e proseguiamo sulla strada forestale in discesa.
Il largo sentiero scende con lieve pendenza portandosi sul crinale oltre il quale scendiamo ripidamente a un bivio segnalato (km 3,5).
Svoltiamo a destra, percorriamo pochi metri e svoltiamo a sinistra su una pista forestale foto.
Scendiamo con parti anche ripide a un guado (km 4,2) foto dopo il quale scendiamo ancora costeggiando il ruscello. Quando la strada inizia a salire (km 4,8) la lasciamo per imboccare l'evidente sentiero a sinistra foto.
Il sentiero percorre la riva destra del Rio dei Saraceni con percorso facile foto anche se interrotto da un paio di frane.
Guadiamo due volte il rio (km 5) foto e proseguiamo sul sentiero che termina su una strada forestale (km 5,7).
Svoltiamo a destra e saliamo foto a superare una spalla (km 6,2) dopo la quale scendiamo passando al piede di belle paretine rocciose.
Arriviamo all'incrocio (km 7,2) col sentiero che proviene da Santa Giulitta e percorso dall'itinerario 41. Svoltiamo a sinistra e seguiamo la strada che costeggia la grande cava e raggiunge il fondovalle.
Attraversiamo un ponte (km 8,7) e usciamo sulla vicina strada asfaltata che seguiamo a sinistra.
All'incrocio andiamo diritto (km 9,3) per attraversare l'antico ponte sul Tanaro foto. Svoltiamo a destra sulla SS28 ed entriamo a sinistra a Bagnasco (km 9,9).
Dislivello: -710 m. e +220 m.
Ciclabilità: 97%
Asfalto: 13%
Osservazioni:
Variante 1.
Al km 4,8 non imbocchiamo il sentiero ma proseguiamo sulla strada forestale che ora sale.
Con qualche saliscendi attraversiamo dei valloni e saliamo a un valico (km 1,6).
Lasciamo la strada per prendere il sentierino a sinistra che inizia con qualche metro in salita.
Proseguiamo in discesa su un crinale boscoso ed entriamo in una zona caratterizzata da grandi massi coperti di muschio.
La discesa termina in un avvallamento che forma un anfiteatro tra le rocce (km 1,9).
Saliamo a piedi i pochi metri per raggiungere la base dell'antica torre di avvistamento e scendiamo sul tortuoso sentiero che termina alla chiesa di Santa Giulitta (km 2,3).

mappa  gps



Updating: 2018/05
Start point: Rionda Pass
How to arrive:
Itinerary.
At the Rionda Pass we take the only dirt road heading north following the FIE trail sign g19 .
After a short climb the road becomes flat and crosses the mountain slope.
An easy descent precedes a steep ramp after which we continue with a few ups and downs.
Another ramp precedes the descent that leads to Colle S. Bartolomeo (km 2,2).
We face a difficult climb reaching a fork (km 2,4) where we leave the main road and take the left one.
The ascent is very steep and not easy to cycle, then the slope is lessened and we reach a pass (km 2.8).
We leave the trail signs that go up to the right and continue on the downhill forest road. The wide path descends with a slight slope to the ridge beyond which we descend steeply to a marked fork (km 3,5).
We turn to the right, walk a few meters and turn left on a forest track.
We descend with parts also steep at a ford (km 4,2) after which we descend again along the stream. When the road begins to climb (km 4,8) we leave it to take the obvious path on the left.
The path runs along the right bank of the Rio dei Saraceni with an easy route even if interrupted by a couple of landslides.
We ford the river twice (km 5) and continue on the path that ends on a forest road (km 5,7).
We turn to the right and climb to overcome a shoulder (km 6,2) after which we go down to the foot of beautiful rocky walls.
We arrive at the intersection (km 7,2) with the path that comes from Santa Giulitta and used by the route 41.
We turn left and follow the road that runs along the large quarry and reaches the valley bottom. We cross a bridge (km 8,7) and go out on the nearby asphalted road that we follow to the left.
At the crossroads we go straight (km 9.3) to cross the ancient bridge over the Tanaro river.
We turn to the right on the SS28 and we enter to the left to Bagnasco (km 9,9).
Difference in height: -710 m. and +220 m.
Cycle: 97%
Asphalt: 13%
Remarks:


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.