Percorsi mtb in Val Tanaro
Itinerario 30
Traversata da Valdinferno ad Eca

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento: 6/2007 connessione
Punto di partenza: Valdinferno
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 25.
Itinerario.
Partiamo dalla chiesa di Valdinferno e seguiamo la stradina col fondo di cemento. Saliamo lungamente attraversando qualche frazione e raggiungiamo le prime case di Mulattieri dove incontriamo, e lasciamo a destra, i sentieri che scendono dal rifugio Savona (km 2,1).
Dopo la fontana e l'ultima casa la strada diviene una mulattiera erbosa che sale tra muri a secco, Scendiamo qualche metro ad un guado e proseguiamo sulla mulattiera, a tratti invasa dall'acqua e molto rovinata. Entriamo nel bosco e raggiungiamo un bivio (km 3,2).
Qui prendiamo il sentiero a sinistra (scritte sulle pietre) e scendiamo ad un guado. Proseguiamo nel bosco su buon sentiero, attraversiamo una radura con qualche difficoltà e raggiungiamo un bivio (palina 586; km 3,9) dove andiamo a destra.
Il largo sentiero sale nel bosco e termina al piede di una parete rocciosa. Proseguiamo su una cengia rocciosa che sale con scalini tagliati nella roccia. La salita termina al Passo della Scaletta (km 4,2).
Il sentiero scende per pochi metri e prosegue con scarsa pendenza ma molto interrotto da gradoni e rocce. Attraversiamo un canalone con sorgenti, saliamo e scendiamo ad un altro guado. Il sentiero prosegue sempre evidente ed alterna ripide e non ciclabili salite con discese altrettanto ripide.
Attraversiamo la montagna sfruttando un sistema di cengie tra la pareti rocciose. Qualche passaggio sopra i dirupi richiede precauzione anche se il sentiero è sempre ampio.
Dopo un ampio canalone (km 5,3) percorriamo una cengia in salita che ci porta al termine dei passaggi rischiosi e proseguiamo sul sentiero che scende ad una spalla erbosa (km 5,7). Con percorso in discesa raggiungiamo un ampio prato che attraversiamo seguendo una traccia. Una palina (km 6,5) in mezzo al prato ci informa che siamo al Prato Sopra le Balze.
Il sentiero continua a scendere e raggiunge una barriera rocciosa. Saliamo con un paio di svolte raggiungendo il crinale (km 6,8).
Il sentiero scende nel magro pascolo ed è quasi invisibile. Dobbiamo andare in discesa diagonale a destra trovando segnavia bianco/rossi quando cominciano ad affiorare le rocce.
Quando le rocce scompaiono proseguiamo nella stessa direzione attraverso pascoli con erba alta che nasconde i pochi segnavia. Non dobbiamo scendere troppo, alla nostra sinistra compare una recinzione che costeggiamo ad una certa distanza. Al termine dei prati il sentiero entra in un boschetto (palina 590; km 7,7).
Scendiamo con qualche difficoltà raggiungendo case Lurdera, utilizzate dai pastori (km 8).
Andiamo a destra sul sentiero quasi pianeggiante all'inizio ma poi in ripida discesa e confluiamo (km 8,2; palina 592) nel sentiero che proviene dal Colle dei Termini.
Svoltiamo a sinistra e scendiamo in comune con l'itinerario 10. La discesa utilizza una mulattiera ancora lastricata che offre un divertente percorso. Arriviamo ad un bivio (km 9,8; palina 594) dove svoltiamo a destra e raggiungiamo le case in rovina di Giorea.
La discesa prosegue su una strada sterrata che scende per confluire (km 10,2) nella grande sterrata percorsa dalla Balconata di Ormea.
Possiamo seguire a destra l'itinerario 10, oppure svoltare a sinistra e raggiungere, in poco più di cento metri, l'asfalto e le prime case di Eca.
Dislivello: -700 m; +450 m.
Ciclabilità: 89%
Asfalto: 22%.
Osservazioni: faticoso ed impegnativo. L'attraversamento delle cenge richiede prudenza ed assenza di neve, attenzione anche alla caduta di sassi dalle pareti.

 mappa  gps  foto  foto  foto


From Valdinferno to Eca cross

Updating:
6/2007
Start point: Valdinferno
How to arrive: The village is reached by the itinerary 25.
Itinerary.
We depart from the church of Valdinferno and we follow the narrow road with the bottom of concrete. We longly climb crossing some hamlet and we reach the first houses of Mulattieri where we meet, and we leave to the right, the paths that go down from the Savona Hut (km 2,1).
After the fountain and the last house the road becomes a grassy mule-track that climbs among stony walls, we go down some meter to a ford and continue on the mule-track, sometimes invaded by the water and very ruined. We enter the wood and we reach a fork (km 3,2).
We take to the left here the path (written on the stones) and we go down to a ford. We continue in the wood on good path, we cross a clearing with some difficulties and we reach a fork (ranging rod 586; km 3,9) where we go to the right.
The wide path climbs in the wood and finishes to the foot of a rocky wall. We continue on a rocky ledge that climbs with stairs cut in the rock. The ascent finishes to the Pass of the Scaletta (km 4,2).
The path goes down for few meters and continues with scarce inclination but very interrupted by terraces and rocks. We cross a gully with springs, we climb and we go down to another ford. The path always continues evident and alternate steep and not cycle ascents with descent as many steep.
We cross the mountain exploiting a way of ledge among the rocky walls. Some passage above the precipices asks for precaution even if the path is always ample.
After an ample gully (km 5,3) we cross a ledge in ascent that brings us at the end of the risky passages and we continues on the path that goes down to a grassy shoulder (km 5,7). With run in descent we reach an ample lawn that we cross following a trace. A ranging rod (km 6,5) in the middle of the lawn it informs us that we are to the Lawn Above the Crags.
The path keeps on going down and reaches a rocky barrier that we climb with a pair of turns going out on the ridge (km 6,8).
The path goes down in the scanty pasture and is almost invisible. We have to go to the right with diagonal descent finding trail sign white/red when they start to appear on the surface the rocks.
When the rocks disappear we continue in the same direction through pastures with high grass that hides the few trail sign. We don't have to go down too much, to our left an enclosure that we skirt to some distance appears. At the end of the lawns the path it enters a grove (ranging rod 590; km 7,7).
We go down with some difficulties reaching houses Lurdera, used by the shepherds (km 8).
We go to the right on the almost level path to the beginning but then in steep descent and we meet (km 8,2; ranging rod 592) in the path that arrives from the Pass of the Terms.
We turn to the left and we go down in common with the itinerary 10. The descent still uses a paved mule-track that offers an amusing run. We arrive to a fork (km 9,8; ranging rod 594) where we turn to the right and we reach the houses in downfall of Giorea.
The descent continues on a dirt road that goes down for meeting (km 10,2) in the great dirt road crossed from the Balcony of Ormea.
We can follow to the right the itinerary 10, or to turn to the left and to reach, in few more than one hundred meters, the asphalt and the first houses of Eca.
Gradient: -700 ms; +450 ms.
Cycle: 89%
Asphalt: 22%.
Observations: fatiguing and binding. The crossing of the ledges asks for prudence and absence of snow, beware also to the fall of stones from the walls.


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.